Alien vs. Predator film

Se si pensa a saghe cinematografiche che coniugano la fantascienza con l’horror, i primi due titoli che vengono in mente sono senza dubbio Alien e Predator. Il primo, il cui film iniziale è uscito nel 1979, portava l’essere umano a scontrarsi con i terribili xenomorfi nel cuore dello spazio. In Predator, arrivato al cinema per la prima volta nel 1987, invece, sono gli alieni a venire sul pianeta Terra, con l’obiettivo di uccidere e conquistare tutto ciò che gli si presenta davanti. Era inevitabile che prima o poi le due mostruose creature si sarebbero incontrate e date guerra e ciò è proprio quello che avviene in Alien vs Predator.

Diretto nel 2004 da Paul W. S. Anderson (regista anche noto per Mortal Kombat, Resident Evil e Death Race), il film è il crossover che si attendeva da anni, con l’idea di far scontrare le due temibili specie aliene risalente già agli anni Ottanta. Lo scontro è infatti stato inizialmente al centro della serie a fumetti omonima di Randy Stradley e pubblicata dalla Dark Horse Comics, come anche del videogioco del 1999 dallo stesso titolo. Contrariamente a queste opere, però, la sceneggiatura scritta dallo stesso Anderson dà vita ad un racconto strettamente legato ai precedenti film delle due saghe, configurandosi come un loro prequel.

In seguito, con l’arrivo di Prometheus e Alien: Covenant, Alien vs Predator non ha più fatto parte del canone delle due saghe, rimanendo però come un titolo particolarmente avvincente per quanti adora lo scontro tra creature di questo tipo. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e al suo sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Alien vs Predator: la trama del film

La vicenda del film si svolge ai giorni nostri, quando un satellite in orbita sopra l’Antartide registra sull’isola di Bouvetøya un improvviso aumento della temperatura. Qui viene ritrovata una piramide con elementi della civiltà egizia, azteca e cambogiana situata a circa 600 metri sotto la superficie. Karl Weyland, direttore della compagnia Weyland, organizza dunque una spedizione per studiare il prezioso ritrovamento. Dell’equipe fanno parte scienziati, archeologi e chimici, tutti sotto la guida di Alex Woods e Sebastian De Rosa. Giunti sull’isola, però, il gruppo si ritrova a fare i conti con orrori impensabili.

Qui ritrovano infatti un’antica stazione di caccia abbandonata e la stessa piramide si rivela essere un rifugio per creature ancora ignote. Ben presto, gli umani lì presenti capiranno di aver risvegliato qualcosa di molto pericoloso, dando il via ad una guerra che non li riguarda ma che determinerà anche la loro esistenza. Nel momento in cui alcune uova aliene iniziano a schiudersi e alcuni mastodontici predatori alieni si risvegliano, lo scontro tra le due orripilanti specie ha inizio, senza che nessuno dei presenti abbia via di fuga. Alex e Sebastian dovranno dunque far fronte comune per cercare di impedire che lo scontro esca dall’isola e porti distruzione ovunque.

Alien vs. Predator cast

Alien vs Predator: il cast del film

Il primo attore a essere scelto per Alien vs. Predator è stato Lance Henriksen, che ha interpretato il personaggio dell’androide Bishop in Aliens e Alien 3. Sebbene i film di Alien siano ambientati centinaia di anni nel futuro, Anderson voleva mantenere la continuità con la serie includendo un attore familiare. Henriksen ricopre dunque qui il ruolo di Karl Weyland, che secoli dopo sarà preso come modello per l’androide conosciuto. Per il ruolo della combattiva Alexa Woods vennero considerate numerose attrici, ma ad ottenere il ruolo fu infine Sanaa Lathan, divenuta nota per essere stata la madre del protagonista in Blade. Per l’attrice, il set fu particolarmente stressante, poiché doveva continuamente vivere uno stato di tensione e terrore.

Desiderio del regista era poi quello di dotare il film di un cast di attori internazionali. Fu così che arrivò a scegliere l’italiano Raoul Bova per il ruolo di Sebastian De Rosa e lo scozzese Ewen Bremner per la parte del chimico Graeme Miller. Gli attori Tommy Flanagan Agathe de La Boulaye sono invece i soldati Mark Verheiden e Adele Rousseau, i quali accompagnano il gruppo. L’attore ed esperto di effetti speciali Tom Woodruff Jr. (tra i suoi lavori più noti si annoverano quelli per i film Alien 3, It, Jurassic World – Il regno distrutto e Godzilla vs. Kong) interpreta qui l’alieno xenomorfo. Ian Whyte, invece, dà vita ai minacciosi Predatori presenti nel film.

Alien vs Predator: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Nel 2008, quattro anni dopo l’uscita di questo primo crossover, è arrivato al cinema Alien vs. Predator 2. Questo nuovo capitolo è diretto stavolta dai fratelli Greg Colin Strause, noti come artisti degli effetti speciali di numerosi film di successo e qui al loro primo lungometraggio da registi. Questo sequel ha portato avanti lo scontro tra le due specie aliene, spostando però altrove l’ambientazione e presentando un casto del tutto inedito. Tale secondo film della serie crossover, tuttavia, incassò molto meno del predecessore, portando di fatto i produttori a non mettere in cantiere un terzo capitolo.

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Alien vs. Predator è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili, Google Play, Apple iTunes, Disney+, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 31 agosto alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb