Blow film

Uscito in sala nel 2001 per la regia di Ted Demme, il film Blow narra la vera storia di George Jung, trafficante di droga legato al cartello di Medellin, in Colombia, tra gli anni Settanta e Ottanta. Particolarmente apprezzato da critica e pubblico, il lungometraggio è considerato uno dei migliori film biografici incentrati sul mondo del narcotraffico, merito anche dell’interpretazione del protagonista. Negli anni, traendo ispirazione da Blow, sono state molte le opere dedicate ad alcuni dei più grandi criminali o narcotrafficanti della storia degli Stati Uniti o del Sud America. Tra i più celebri, e simili a Blow, si possono annoverare Loving Pablo (2017), con Javier Bardem, Escobar (2014), con Benicio Del Toro, Cocaine – La vera storia di White Boy Rick (2018), e The Infiltrator (2016), con Bryan Cranston.

 

Particolarmente apprezzato dalla critica e dal pubblico, Blow è ancora oggi uno dei titoli più celebri di questo filone cinematografico. Un film imperdibile per gli amanti del genere, che possono ritrovare qui ogni elemento in grado di generare coinvolgimento, da brillanti interpretazioni ad una storia ricca di colpi di scena. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, alla storia vera e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

La trama di Blow e la vera storia dietro il film

Protagonista del film è George Jung, figlio di un lavoratore onesto ma abbandonato dallo Stato e dalla moglie. Una volta cresciuto, egli decide di trasferirsi in California insieme all’amico Tonno e lì troveranno lavoro presso Derek Foreal, invischiato nel traffico di marijuana. Grazie a questa nuova professione, i due diventano ben presto famosi, ma i soldi facili non faranno altro che aumentare le ambizioni di George. Ben presto, parallelamente al suo potere aumentano anche i suoi guai e lo scontro con le forze dell’ordine sarà inevitabile. George si troverà dunque a dover scegliere tra la propria carriera e la famiglia, di cui fa parte ora anche la bellissima Mirtha.

Proprio come narrato nel film, George Jung fu uno dei maggiori trafficanti di marijuana e cocaina che gli Stati Uniti abbiano mai avuto. Attivo tra gli anni Settanta e Ottanta, egli è stato anche uno dei pilastri del cartello di Medellin. Più volte arrestato, spesso perché tradito dai suoi collaboratori, Jung ebbe una vita estremamente travagliata, tra amori, soldi e delusioni. Egli è infine stato definitivamente scarcerato per buona condotta nel giugno del 2014, all’età di 71 anni. Da quel momento, egli si è dedicato a riallacciare i rapporti con la figlia Kristina. Il 5 maggio del 2021, tramite un comunicato ufficiale, è stata diffusa la notizia della morte di Jung, probabilmente legata ad un suo vecchio problema ai reni.

Blow Johnny Depp

Blow: il cast del film

A dare volto a George Jung è l’attore Johnny Depp, all’epoca all’apice della sua carriera. Per prepararsi al ruolo, egli decise di incontrare e intervistare il vero trafficante, in quegli anni ancora detenuto in prigione. Attraverso le conversazioni con lui, l’attore ha potuto acquisire una serie di dettagli che gli hanno permesso di rendere più credibile la sua interpretazione. A Depp fu poi data grande libertà di improvvisazione, ed egli rielaborò a proprio piacimento alcuni dei dialoghi principali, pur mantenendone il senso generale. Ad interpretare la compagna di Jung, Mirtha, fu chiamata l’attrice Penelope Cruz, dichiaratasi entusiasta all’idea di dar vita ad un personaggio così complesso. Il ruolo, in realtà, le procurò una nomination ai Razzie Awards come peggior attrice, che per sua fortuna non si concretizzò poi in una vittoria.

Altra figura chiave del film è quella del padre del protagonista, George. Per interpretalo fu chiamato l’attore Ray Liotta. Questi è uno dei pochi personaggi positivi del film, che nonostante la povertà economica insegna al figlio a non lasciarsi scoraggiare. Pur interpretando padre e figlio, Liotta e Depp hanno soltanto otto anni di differenza l’uno dall’altro. Tra i personaggi ricorrenti nel film vi è quello di Kristina Jung, figlia del protagonista. Questa appare sia in versione bambina che adulta. Nella prima delle due è interpretata dall’attrice Emma Roberts, che compiva lì il suo debutto cinematografico, mentre oggi è nota per la serie American Horror Story. Poiché ancora troppo piccola, alla Roberts fu proibito di vedere il film, e poté farlo soltanto sei anni dopo la sua realizzazione

Blow film simili

Il trailer di Blow, dove vedere il film in TV e in streaming e le frasi più belle del film

È possibile fruire di Blow grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play e Netflix. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di lunedì 23 gennaio alle ore 21:00 sul canale Iris.

Uno degli elementi più affascinati del film sono i suoi dialoghi e alcune precise battute, le quali non solo dimostrano la brillantezza della scrittura ma racchiudono in sé alcuni valori universali. Ecco alcune delle frasi più belle del film:

  • “Che tu possa avere, sempre, il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle” (George Jung)
  • “Molti fanno grandi progetti e intanto la vita gli sfugge dalle mani. Nel corso della mia esistenza ho lasciato brandelli di cuore qui e là. E ormai quasi non me ne è rimasto abbastanza per tenermi in vita, ma mi sforzo di sorridere sapendo che la mia ambizione ha superato di gran lunga il mio talento. Ormai non trovo più cavalli bianchi o belle donne alla mia porta.” (George Jung)
  • “E tu sei il mio cuore… potrei vivere senza il mio cuore?” (George Jung)
  • “La cocaina esplose nella cultura americana come una bomba atomica: partì da Hollywood e si estese fino all’east-coast in un attimo; si facevano tutti, ma dico proprio tutti. Inventammo noi il mercato, praticamente se sniffavi coca alla fine degli anni settanta o nei primi anni ottanta c’era un’85% di probabilità che provenisse da noi.” (George Jung)

Fonte: IMDb

- Pubblicità -