Oxford Murders - Teorema di un delitto cast

Il regista spagnolo Álex de la Iglesia si è affermato per i suoi film di carattere grottesco come Azione mutante, Il giorno della bestia e Ballata dell’odio e dell’amore. Nel 2008, invece, si è cimentato con il suo primo film in lingua inglese, ovvero Oxford Murders – Teorema di un delitto, un thriller solo apparentemente diverso dai suoi precedenti film, dove confluiscono infatti temi e idee di messa in scena frutto delle sue esperienze e passioni. In questo, inoltre, sono centrali alcuni teoremi matematici inerenti la complessità fenomenica del mondo e la responsabilità delle azioni umane.

 

Per il regista si tratta tuttavia di un deciso cambio di tono, passando dalle atmosfere da commedia nera a toni più cupi e drammatici. Si tratta inoltre di un film che è l’adattamento del romanzo La serie di Oxford, scritto dal matematico Guillermo Martinez e pubblicato nel 2003. Tradotto in numerose lingue, questo è stato un vero e proprio caso editoriale, unendo una vicenda da giallo a simboli e teoremi matematici, i quali si rivelano essere la chiave per la risoluzione del caso. Il film di de la Iglesia, tuttavia, non ha incontrato favori positivi da parte della critica, finendo con l’ottenere uno scarso successo.

Negli anni, però, i fan del regista e di questo particolare genere, hanno rivalutato il film, apprezzandolo tanto per la sua costruzione narrativa quanto per quella più propriamente estetica. Ad oggi è un piccolo cult capace di regalare sorprese e grandi riflessioni. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Oxford Murders – Teorema di un delitto: la trama del film

Protagonista del film è il giovane Martin, uno studente di matematica che dall’America si trasferisce a Oxford sperando di incontrare il suo scrittore preferito, il professor Arthur Seldom, grande esperto di numeri e logica. Il ragazzo spera infatti di poter ottenere di fare un dottorato con lui, un onore non per tutti. Quando finalmente i due si conoscono, il ragazzo resta particolarmente amareggiato dall’atteggiamento del suo idolo: l’anziano docente è infatti antipatico e molto egocentrico. Dopo tale incontro, Martin non è più convinto di voler proseguire i suoi studi con il professore, ma uno strano evento li costringerà a collaborare ancora per un po’.

I due, infatti, ritroveranno per caso il corpo esanime di una anziana signora che entrambi conoscono molto bene. Indagando sulla cosa, comprendono che si tratta di un vero e proprio omicidio, probabilmente legato a una serie di simboli matematici presenti sulla scena del crimine. La situazione si complica quando a questo seguono altri inspiegabili delitti che in un modo o in un altro hanno a che fare con Martin e il professore. Piccoli indizi che portano gli agenti di polizia a inserirli nella lista dei sospettati. I due, però, non si arrendono e continuano a cercare la verità, la quale si potrà ottenere solo decifrando tutti i simboli lasciati dall’assassino.

Oxford Murders - Teorema di un delitto film

Oxford Murders – Teorema di un delitto: il cast del film

Per il ruolo dello scontroso professor Arthur Seldom, il regista aveva inizialmente preso in considerazione il premio Oscar Michael Caine. Quando i due non riuscirono ad arrivare ad un accordo, un altro attore con cui il regista era interessato a lavorare era Jeremy Irons. La scelta, infine, ricadde però su Sir. John Hurt, negli ultimi anni visto in film come Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo e Harry Potter e i Doni della Morte. L’attore si disse ben lieto di interpretare il protagonista di Oxford Murders, affascinato dalle teorie matematiche presenti nella storia. Nel film, inoltre, Hurt, che qualche anno prima aveva recitato in V per vendettaè protagonista di una scena in cui il suo personaggio fa dei riferimenti a Guy Fawkes e alla congiura delle polveri.

Nel ruolo di Martin, lo studente americano che gli si affianca nelle indagini, vi è invece Elijah Wood, da tutti ricordato per il ruolo di Frodo nella trilogia di Il Signore degli Anelli. Per prepararsi al ruolo, Wood studiò le teorie matematiche a cui si fa riferimento nel film, così da poter avere una miglior consapevolezza di ciò che accade e viene detto. Accanto a loro sono poi presenti gli attori Leonor Watling nei panni di Lorna, un’infermiera spagnola, e Julie Cox in quelli di Beth Eagleton, una musicista. La madre di questa, Julia Eagleton, è invece interpretata da Anna Massey. Sono poi presenti Dominique Pinon nel ruolo di Frank, Burn Gorman in quello di Yuri Ivanovich Pdorov, un matematico, e Alex Cox con il personaggio di Kalman, un matematico malato terminale.

Oxford Murders – Teorema di un delitto: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Oxford Murders – Teorema di un delitto grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di giovedì 4 novembre alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb