La Fase 2 della Marvel è in pieno svolgimento. Dopo Iron Man 3 che ne ha sancito l’apertura, ecco arrivare Thor the Dark World, che vedremo dal prossimo 20 novembre al cinema e che riporterà sul grande schermo il biondo eroe asgardiano per una nuova avventura in “solitaria”.

Thor torna a combattere per riportare l’ordine trai Nove Regni, ma l’antica dinastia degli Elfi Oscuri dominata dallo spietato Malekith minaccia di far ripiombare l’universo nell’oscurità. Di fronte a un nemico al quale né Odino né Asgard riescono a opporsi, Thor deve intraprendere il viaggio più pericoloso e introspettivo della sua vita, costretto a stringere un’alleanza con lo sleale Loki per salvare non solo il suo popolo e coloro che ama, ma l’intero universo.

thor the dark world recensione posterAlan Taylor, regista con una robusta esperienza televisiva (I Soprano, Il Trono di Spade), dirige con grande perizia questo film Marvel che supera le aspettative, molto basse in partenza, di vedere sul grande schermo un’avventura trascinante ed emozionante. Thor the Dark World è un mix di azione e ilarità, che ormai sembra essere diventato un irrinunciabile binomio marveliano. Certo, la reiterazione di alcuni momenti di ilarità sembra a tratti forzata e soprattutto la rappresentazione di Thor quale stupido scimmione dopo un po’ stanca, ma si tratta di stereotipi che piacciono la pubblico più giovane, e che quindi vanno considerati come elementi per “vendere” meglio.

Buona prova quella di Taylor che ci regala ottime scene d’azione supportate soprattutto da un’attenzione alla messa in scena davvero notevole. I costumi e le armature di questi personaggi appartenenti ad un passato mitico sono sempre al limite del credibile, tuttavia i concept e il design dei diversi mondi, la fluidità della tecnologia, l’architettura asgardiana che finalmente possiamo ammirare in tutto il suo dorato splendore, restituiscono al film una bella coerenza d’ambientazione.

Ritroviamo ancora nei panni di Thor Chris Hemsworth, che con buona pace delle sue fan si presta anche ad una inutile scena di 5 secondi in cui mostra gli addominali, contraccambiato poi da una bellissima Natalie Portman/Jane Foster e da una combattiva Jaimie Alexander/Sif che fanno la gioia del pubblico maschile. Torna nel film anche Tom Hiddleston, ormai vera incarnazione di Loki, un personaggio capace di fare il bello e il cattivo tempo grazie ad un fandom assolutamente fuori di testa. Innegabile la sensazione che il suo ruolo sia stato scritto e ampliato per compiacere le orde di sue fan. Nel cast tornano Anthony Hopkins, Rene Russo, Idris Elba e tutti gli interpreti di Thor insieme alle new entry Christopher Eccleston, nei panni del temibile Malekith, e Zachary Levi che sostituisce Josh Dallas nei panni di Fandral.

Tra momenti sinceramente epici e quasi commoventi, sonore risate, cameo inaspettati e forse qualche momento di confusione in cui le esplosioni hanno la meglio sulla coerenza narrativa, Thor the Dark World è un film godibile, ben interpretato e molto ben girato.

Thor The Dark World