Home News Ultime News Avarar 2: James Cameron sulle difficoltà di girare il sequel

Avarar 2: James Cameron sulle difficoltà di girare il sequel

697
CONDIVIDI
james cameron

Sembrava che i tanto attesi sequel di Avatar non dovessero più vedere la luce e invece è ufficialmente iniziata la produzione del secondo capitolo sotto la guida di James Cameron, che ha da poco confessato a Collider importanti dettagli tecnici sulle riprese del film. Ancora più ambizioso e complicato di quanto lo fosse già stato il primo, uscito nel 2009, come spiega il regista:

Lo stiamo facendo davvero: un intero film ambientato sott’acqua…Non è mai stato fatto prima ed è molto difficile perché il nostro sistema di motion capture, come la maggior parte dei sistemi, ha una base ottica che utilizza marcatori inquadrati con centinaia di fotocamere. Il problema con l’acqua non è la parte subacquea, ma l’interfaccia tra l’aria e l’acqua, che forma uno specchio mobile. Questo specchio mobile riflette tutti i punti e i marcatori e crea una serie di falsi indicatori […] Fondamentalmente, ogni volta che aggiungi acqua a qualsiasi problema, diventa solo dieci volte più difficile. Quindi abbiamo utilizzato potenza, innovazione, immaginazione e nuove tecnologie per risolverlo e ci è voluto circa un anno e mezzo per capire come farlo.

Avatar 2: trama, cast, sequel, trailer – tutto quello che sappiamo

Ecco dunque spiegate le ragioni del continuo slittamento dell’inizio delle riprese, ma le difficoltà iniziali sono state presto arginate dalla tenacia di Cameron.

Abbiamo fatto una quantità enorme di test e il successo è arrivato per la prima volta martedì scorso, il 14 novembre. Anzi, abbiamo girato un’intera scena sott’acqua con il nostro cast di adolescenti e bambini […] Li stiamo allenando da sei mesi, con tecniche di respiro sott’acqua, e sono tutti capaci di resistere dai due ai quattro minuti.

Avatar 2 è atteso nelle sale il 18 Dicembre 2020 mentre Avatar 3 uscirà il 17 dicembre 2021, Avatar 4 il 20 dicembre 2024 e Avatar 5 uscirà il 19 dicembre 2025.

Fonte: ComicBookMovie