Il footage mostrato sabato al Comic-Con sembra aver confermato che in Vedova Nera, lo standalone attualmente in produzione, potrebbero esserci diverse “black widow” e non soltanto quella a noi più nota, Natasha Romanoff. E a suggerire questa ipotesi sono le parole pronunciate da Rachel Weisz in un’intervista dopo il panel dei Marvel Studios, dove ha rivelato qualche dettaglio sul suo personaggio, Melina:

 

Melina è stata addestrata nel programma della Stanza Rossa cinque volte prima dell’inizio del film. In pratica ha iniziato il percorso di addestramento da bambina, e ora è una spia e un’assassina di grande talento, ma non posso dirvi che tipo di relazione avrà con gli altri personaggi […] Nel film ci saranno diverse Vedova Nere. Io, quella interpretata da Scarlet Johansson e quella di Florence Pugh. Tanti altri personaggi che incontrerete sono a loro volta vedove nere“.

Prospettiva interessante che ci ricollega alle indiscrezioni relative a Yelena Belova, l’eroina che sarà ritratta al cinema dalla Pugh e che chi conosce i fumetti originali ricorderà come la seconda donna nell’universo Marvel ad assumere l’identità di Vedova Nera, addestrata nella stessa scuola di Natasha Romanoff intravista in Age of Ultron. Le due non hanno mai avuto un buon rapporto nel corso degli anni, e dopo un temporaneo ritiro dalle scene la Belova torna come supereroina dei Thunderbolts, la squadra formata da Norman Osborn.

Sarà questo lo sviluppo della trama del film? Che ne pensate?

Leggi anche – Vedova Nera: la descrizione del footage mostrato al Comic-Con

CORRELATI

Vi ricordiamo che il film vedrà Scarlett Johansson di nuovo protagonista nei panni di Natasha Romanoff, il personaggio introdotto nel MCU da Iron Man 2. Il titolo di lavorazione è “Blue Bayou” e in regia c’è Cate Shortland, seconda donna (dopo Anna Boden di Captain Marvel) a dirigere un titolo dell’universo cinematografico Marvel.

La sceneggiatura è stata riscritta nei mesi scorsi da Ned Benson (The Disappearance of Eleanor Rigby). Insieme alla Johansson ci saranno anche David Harbour, Florence Pugh, e Rachel Weisz.

Al momento non ci sono ulteriori aggiornamenti sul film, né sui personaggi o le direzioni della trama. Lo studio è invece determinato a mantenere la massima segretezza intorno al progetto attualmente in produzione e presumibilmente ambientato prima degli eventi che l’hanno portata a diventare una fuggitiva in Avengers: Infinity War.

Fonte: IGN