Ant-Man and the Wasp: Quantummania

Il titolo Ant-Man and the Wasp: Quantumania potrebbe aver spiegato in che modo Kang il Conquistatore si unirà all’Universo Cinematografico Marvel. Il terzo film di Ant-Man è stato annunciato ufficialmente dal presidente dei Marvel Studios Kevin Feige in occasione dell’Investor Day 2020 di Disney. Ant-Man 3 è in sviluppo da alcuni mesi e vedrà il ritorno di Scott Lang (Paul Rudd), Hope van Dyne (Evangeline Lilly), Hank Pym (Michael Douglas) e Janet van Dyne (Michelle Pfeiffer). La Marvel ha anche confermato che Kathryn Newton interpreterà il ruolo di Cassie Lang.

 

Un altra notizia confermata in merito al casting di Ant-Man 3 è che Jonathan Majors interpreterà Kang il Conquistatore. La star di Lovecraft Country è stata collegata al ruolo all’inizio di quest’anno, ma non ha potuto confermare se le voci fossero vere oppure no. Kang è uno dei cattivi più celebri della Marvel Comics. È un signore della guerra che ha la capacità di viaggia nel tempo e di attraversare il Multiverso, che potrebbe essere imparentato con Reed Richards e ha anche contribuito a formare alcuni membri degli Young Avengers come Iron Lad. All’inizio, l’inclusione di Kang in Ant-Man 3 ha disorientato parecchio i fan, dal momento che nei fumetti si tratta di una delle più grandi minacce dei Vendicatori. Tuttavia, ora è più chiaro il motivo per cui è stato coinvolto nel film proprio grazie al titolo ufficiale del trequel.

I Marvel Studios hanno annunciato che il titolo ufficiale del film sarà Ant-Man and the Wasp: Quantumania. Mentre Wasp ha mantenuto il suo status di co-protagonista per il trequel, il sottotitolo Quantumania ha fornito diversi indizi sulla direzione che il film di Peyton Reed potrebbe intraprendere. Naturalmente, il titolo conferma che il Regno Quantico sarà al centro della trama. L’esplorazione del Regno Quantico, dunque, dovrebbe essere direttamente collegata alla presenza di Kang nel film e al motivo del suo coinvolgimento nella nuova avventura di Scott Lang, come sottolineato da un nuovo report di Screen Rant.

Essendo un conquistatore che viaggia nel tempo e che è in grado di passare da un universo all’altro, Kang il Conquistatore e il suo legame con il Regno Quantico hanno perfettamente senso per la narrativa del MCU. Finora il Regno Quantico è l’unico modo confermato per viaggiare nel tempo all’interno del MCU, come confermato da Avengers: Endgame. Tony Stark lo ha reso possibile grazie ad alcune delle sue ultime invenzioni: anche se all’inizio i Vendicatori potrebbero non aver compreso appieno ciò che stavano facendo, Tony ha avuto la lungimiranza di sapere che se si gioca con il tempo, si corre il rischio di modificare gli eventi. Questo potrebbe spiegare l’arrivo di Kang il Conquistatore, mentre Ant-Man e il suo team sono intenti a sperimentare ciò che può fare il Regno Quantico.

Da un punto di vista narrativo, ha senso che Kang possa provenire direttamente dal Regno Quantico e incrociare i percorsi con entrambe le versioni di Ant-Man e Wasp, dal momente che entrambi hanno esplorato il Regno Quantico diverse volte. Ant-Man ha trovato un modo per tornare indietro alla fine del primo film, insieme hanno salvato Janet alla fine di Ant-Man and the Wasp, sono tornati indietro per ottenere delle particelle per aiutare Ghost e, alla fine, il viaggio nel tempo al centro di Endgame ha funzionato. Se Kang usasse il Regno Quantico per le sue conquiste e, di conseguenza, arrivasse a governalo, sarebbe solo questione di tempo prima di scoprire cosa volevano realmente fare Ant-Man e gli altri.

Le info su Ant-Man and the Wasp: Quantumania

Ant-Man and the Wasp: Quantumania sarà diretto ancora una volta da Peyton Reed, che già aveva diretto i primi due film. Nel cast tornano Paul RuddEvangeline LillyMichael Douglas Michelle Pfeiffer. In più Kathryn Newton sarà Cassie Lang e Jonathan Majors sarà Kang il Conquistatore.