The New Mutants

Con l’uscita in home video di The New Mutants, è stato finalmente corretto un errore nei titoli di coda del film in riferimento ad uno dei creatori del team di supereroi, ossia Bob McLeod. Diretto da Josh Boone, The New Mutants segue un gruppo di adolescenti mutanti i cui poteri in fase di sviluppo sono più una maledizione che una benedizione. Originariamente previsto per aprile del 2018, The New Mutants ha subito più di due anni di ritardi, prima di arrivare finalmente nelle sale lo scorso agosto, nel bel mezzo di una pandemia globale.

The New Mutants è stato un flop al botteghino, con un incasso mondiale di soli 45,8 milioni di dollari, anche se non sorprende date le circostanze in cui è stato distribuito. Ora, grazie all’uscita in home video, coloro che non sono stati in grado di vedere il cinecomic di Boone nei cinema (soprattutto a causa dell’emergenza sanitaria), avranno finalmente la possibilità di vedere l’ultimo film dell’era degli X-Men sotto l’egida della 20th Century Fox.

Una persona che di sicuro non è rimasta indifferente a The New Mutants è l’artista Bob McLeod, che ha co-creato il team di supereroi insieme a Chris Claremont nel 1982. Quando The New Mutants è uscito nelle sale, McLeod ha criticato una serie di modifiche apportate ai personaggi, incluso il controverso casting del supereroe afro-brasiliano Sunspot (che nei fumetti ha la pelle scura, ma nel film è stato interpretato dall’attore brasiliano dalla pelle chiara Henry Zaga). Inoltre, nel mirino delle lamentele di McLeod, sono finiti anche i titoli di coda del film, in cui il suo nome è stato scritto male, ossia “Bob Macleod”. In merito alla questione, McLeod aveva dichiarato sui social: “Negli ultimi tre anni non si sono neanche disturbati a controllare l’esatta ortografia del mio nome. Si tratta di una cosa non potrà essere risolta. Resterà nel film per sempre.”

Anche se adesso è troppo tardi per un cambio di casting o di design in merito ai personaggi di The New Mutants, lo stesso non si può dire per il cambio del cognome di McLeod, dal momento che la Disney, attraverso una soluzione abbastanza economica, è riuscita a sistemare il problema del “nome sbagliato”. Come riportato da Bleeding Cool, infatti, nell’edizione home video di The New Mutants, il nome di McLeod è ora scritto in maniera corretta nei titoli di coda, dove è stato ringraziato insieme a Chris Claremont e a Bill Sienkiewicz.

L’omaggio di The New Mutants a Bill Sienkiewicz

Sebbene non fosse uno dei creatori originali dei Nuovi Mutanti (ha co-creato il personaggio di Illyana Rasputin, ossia Magik), l’arte di Sienkiewicz ha avuto un’influenza importnate sul film. Sienkiewicz è noto per essere l’artista dietro l’arco narrativo di Demon Bear da cui The New Mutants ha tratto ispirazione, oltre ad aver creato ad hoc un poster promozionale del film. Parlando con Screen Rant, Boone ha spiegato: “Sapevo solo che l’arte di Bill Sienkiewicz era incredibile. Sembrava diversa da qualsiasi cosa avessi mai visto in un fumetto quando ero bambino negli anni ’80. Molto più vicina all’arte di Vertigo, molto più vicina all’arte oscura della DC che stava uscendo in quel momento. Volevamo solo dare vita alla sua opera d’arte. Ecco da dove è nata l’idea.” 

The New Mutants è un thriller con sfumature horror, originale e ambientato in un ospedale isolato dove un gruppo di giovani mutanti è rinchiuso per cure psichiatriche. Quando iniziano ad avere luogo degli strani episodi, le loro nuove abilità mutanti e la loro amicizia saranno messe alla prova, mentre cercano di fuggire. Diretto da Josh Boone e scritto da Boone e Knate Lee, il film vede nel cast la presenza di Maisie WilliamsAnya Taylor-Joy, Charlie Heaton, Alice Braga, Blu Hunt Henry Zaga.