Sembra che la Paramount Pictures sia intenzionata a rilanciare il franchise di Transformers. Come riportato nelle ultime ore da THR, infatti, lo studio ha ingaggiato due diversi sceneggiatori per riavviare la saga cinematografica campione d’incassi, lanciata dal regista Michael Bay nel lontano 2007.

Come apprendiamo dalla fonte, Joby Harold (King Arthur – Il potere della spada, Army of the Dead) e James Vanderbilt (Zodiac, Murder Mystery) sono stati incaricati di lavorare a due differenti sceneggiature per due differenti nuovi film. Al momento i dettagli sulle trame di entrambi i progetti non sono stati rivelati.

In seguito al report di THR, è stato Deadline ad aggiornare sulla questione, rivelando che uno dei due progetti dovrebbe basarsi sui Beast Wars, la linea di giocattoli dei Transformers distribuita dalla Hasbro tra il 1995 e il 2000, mentre l’atro dovrebbe essere una sorta di sequel o spin-off di Bumblebee, lo spin-off di Travis Knight con Hailee Steinfeld.

LEGGI ANCHE – Transformers: Bumblebee sarà l’unico spin-off?

In attesa di nuovi dettagli sul futuro della saga di Transformers, vi ricordiamo che Bumblebee, uscito nel 2018, annovera nel cast anche anche John Cena, Jorge Lendeborg Jr., Abby Quinn, Rachel Crow, Ricardo Hoyos, Gracie Dzienny Jason Drucker. La sceneggiatura del film è opera di Christina Hodson. Nella versione italiana, il campione di pallavolo Ivan Zaytsev ha doppiato il transformer del titolo.

Durante il 1987, Bumblebee trova rifugio in una discarica in una piccola cittadina di mare della California. Charlie (Hailee Steinfeld), in procinto di compiere 18 anni e mentre cerca di trovare il suo posto nel mondo, scopre Bumblebee, scarico, ammaccato e spezzato. Quando Charlie gli restituisce la vita, impara immediatamente che non si tratta di un ordinario maggiolino giallo WV.

Per quanto riguarda la saga principale, l’ultimo film ad essere arrivato nelle sale è stato Transformers – L’ultimo cavaliere del 2017, con protagonisti Mark Wahlberg, Josh Duhamel, John Turturro, Glenn Morshower e Anthony Hopkins.