Shang-Chi e La Leggenda dei Dieci Anelli

Il prossimo 3 settembre arriverà al cinema Shang-Chi e La Leggenda dei Dieci Anelli, il prossimo capitolo del Marvel Cinematic Universe che aprirà quell’universo a un nuovo personaggio e a tantissimi altri risvolti narrativi.

In era di pandemia, la distribuzione Disney si è reinventata, facendo molto affidamento sulla sua piattaforma dedicata, Disney+. Gli ultimi blockbuster dello studio sono infatti arrivati in sala e in piattaforma con la formula di accesso VIP, una quota in aggiunta all’abbonamento per i singoli titoli. Mulan, Crudelia e Black Widow hanno ricevuto questo trattamento, con piccole varianti, che si è rivelato vincente da un punto di vista economico, ma Shang-Chi verrà invece distribuito solo al cinema e sarà disponibile su Disney+ dopo 45 giorni dalla distribuzione in sala.

Commentando questa scelta, Bob Chapek, CEO Disney, ha dichiarato: “Crediamo che Shang-Chi sarà un esperimento interessante. La distribuzione del film era stata pianificata per un ambiente cinematografico più sicuro” rispetto a quello che ha accolto Black Widow, e quindi puntare solo sulla sala sarà un termometro interessante della situazione attuale delle strutture.

Tuttavia, Simu Liu non ha preso bene queste parole, replicando a Chapek che Shang-Chi non è un esperimento. Liu ha scritto sul suo account Twitter: “Noi non siamo un esperimento. Siamo reietti, quelli che non vengono considerati abbastanza. Siamo coloro che rompono il soffitto di cristallo. Siamo la celebrazione di cultura e gioia che persevera dopo anni di battaglie. Noi siamo la sorpresa. Sono fottutamente fomentato di fare la storia, il 3 settembre”.

La reazione di Liu sembra tuttavia eccessiva, dal momento che il CEO Disney ha usato la parola “esperimento” esclusivamente (e chiaramente) in relazione alla strategia di distribuzione e non al film stesso, che invece, da un punto di vista produttivo e di coinvolgimento di forze, sembra completamente nella media degli altri prodotti Marvel Studios.

E infatti in questa direzione è poi intervenuto Kevin Feige, che ha placato gli animi: “Non è un uomo timido – ha detto in merito a Liu – Credo che in quel tweet sia visibile a tutti un fraintendimento. Non è stato intenzionale. La prova è nel film stesso in cui affrontiamo le difficoltà come sempre abbiamo fatto. Con una quantità di energia creativa che mettiamo nei progetti e nel budget, non c’è stato risparmio nel portare sullo schermo questa storia d’origine.”

Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli – il trailer ufficiale

L’uscita nelle sale di Shang-Chi e La Leggenda dei Dieci Anelli è fissata al 3 settembre 2021. Destin Daniel Cretton, acclamato regista di Short Term 12The Glass Castle e Il Diritto di Opporsi con Michael B. JordanJamie Foxx e Brie Larson, è stato scelto per dirigere il film, che vanta la sceneggiatura di Dave Callaham (The Expendables, Godzilla, Wonder Woman 1984).

Vi ricordiamo che nei panni del protagonista ci sarà l’attore canadese Simu Liu, visto di recente nella commedia di Netflix Kim’s Convenience. Insieme a lui, nel cast, figureranno anche Tony Leung Chiu-wai nei panni del Mandarino, e Awkwafina, che dovrebbe interpretare un “leale soldato” del Mandarino, e se è vero che il villain qui sarà il padre di Shang-Chi, in tal caso ci sono ottime possibilità che si tratti di Fah Lo Suee. Chi ha letto i fumetti saprà che è la sorella dell’eroe del titolo e che il suo superpotere è l’ipnosi.