Nonostante sia apparso in più film del DCEU, il Superman di Henry Cavill sembra non sia mai riuscito a fare davvero breccia nel cuore del pubblico. Di conseguenza, il personaggio è lentamente scomparso dai film dell’universo cinematografico negli ultimi anni, fatta eccezione per quell’unica apparizione nel finale di Shazam! (dove, tra l’altro, il personaggio non è stato interpretato neanche da Cavill, di fatto inquadrato dal collo in giù).

 
 

È dal 2018 che si parla ormai del fatto che Cavill e Warner Bros. abbiano preso le distanze l’uno dall’altra, nonostante l’attore continui a sostenere di voler ancora interpretare l’eroe kryptoniano sul grande schermo (proprio di recente, Cavill ha ribadito nuovamente di avere ancora “il mantello nell’armadio”). Tra coloro che sperano in un ritorno della star di The Witcher nei panni dell’iconico personaggio DC c’è ovviamente anche Zack Snyder, da sempre grande sostenitore dell’incarnazione del supereroe da parte dell’attore britannico.

In una recente conversazione con THR (via Screen Rant), il regista di Justice League ha condiviso i suoi ricordi in merito alla prima volta volta che ha visto Henry Cavill con il costume di Superman. È stato durante lo sviluppo de L’uomo d’acciaio nel 2010 e Cavill era stato chiamato per un provino. All’attore era stato dato uno degli abiti originali di Christopher Reeve degli anni ’80 da provare e, nonostante lo spandex ormai invecchiato, pare fosse ancora spettacolare.

“Quando vedi il costume per terra, ti sembra solo un pezzo lasciato lì ad ammuffire… Pensi che non riuscirà mai ad essere di nuovo cool”, ha spiegato Snyder. “Poi un giorno Henry lo indossò per la prima volta. Probabilmente, se lo avesse indossato qualcun altro e avesse detto: ‘Sono Superman’, avrei pensato: ‘Ok. È Halloween’. Ma quando l’ha fatto Henry, non potevamo credere ai nostri occhi. Tutti erano in preda a un attacco di cuore, davvero. Era semplicemente perfetto. L’energia era semplicemente quella giusta. Abbiamo tutti pensato: ‘È Superman. Ecco come sarebbe Superman se esistesse davvero.'”