Fabrizio Gifuni in Romanzo di una strage
Fabrizio Gifuni in Romanzo di una strage

Uno degli attori italiani più amati degli ultimi anni è senza dubbio Fabrizio Gifuni che molti ricorderanno per aver preso parte al film Il Capitale Umano di Paolo Virzì. Ma la carriera di Gifuni va ben oltre quel singolo ruolo.

Scopriamo quindi insieme tutto quello che c’è da sapere su Fabrizio Gifuni e la sua incredibile carriera tra cinema, teatro e televisione.

Fabrizio Gifuni teatro

Fabrizio Gifuni e Silvia Calderoni in La leggenda di Kaspar Hauser
Fabrizio Gifuni e Silvia Calderoni in La leggenda di Kaspar Hauser – Fonte: IMDB

10. Nato a Roma il 16 luglio del 1966 ma di origini siculo-pugliesi, Fabrizio Gifuni ha cominciato la sua formazione artistica all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica della Capitale, dove si è diplomato con successo. La sua carriera d’attore comincia in teatro quando nel 1993 esordisce nell’Elettra, opera diretta da Massimo Castri.

9. Nonostante la sua aspirazione fosse quella di arrivare a recitare per il grande schermo, Gifuni non abbandona mai la sua prima passione, quella per il teatro. Negli anni, infatti, partecipa a diverse produzioni teatrali come il Macbeth di Giancarlo Sepe (1994), la Trilogia della Villeggiatura di Goldoni diretta da Massimo Castri (1995 al 1997) e l’Antigone di Sofocle diretta da Theodoros Terzopoulos (1995).

Fabrizo Gifuni in Un Amore
Fabrizo Gifuni in Un Amore

8. Oltre al teatro classico, Fabrizio Gifuni negli anni ha anche sperimentato con opere decisamente più moderne e accessibili al grande pubblico. Tra queste ricordiamo Il Piccolo Principe in concerto diretto dallo stesso Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco, la Lehman Trilogy diretta da Luca Ronconi e Ragazzi di Vita, tratto dal romanzo di Pier Paolo Pasolini, diretto sempre da Gifuni.

Fabrizio Gifuni film

7. Parallelamente alla sua carriera teatrale, Gifuni coltiva anche la sua passione per il grande schermo. Nel 1993, infatti, esordisce al cinema con Giovanni Falcone, film diretto da Giuseppe Ferrara. A quella prima esperienza cinematografica ne seguono altre che attraversano gli anni novanta e accompagnano Gifuni nel nuovo millennio. Tra queste ricordiamo La Bruttina Stagionata (1996), Vite in Sospeso (1998), Così Ridevano (1998), La Carbonara (1999), Un Amore (1999), Qui non è il Paradiso (2000), L’Amore Probabilmente (2000), Il Partigiano Johnny (2000), L’Inverno (2001), Il Sole negli Occhi (2001) e Hannibal (2001).

Fabrizio Gifuni in Hannibal

6. La vera svolta nella carriera di Gifuni arriva nel 2001 quando prende parte alla sua prima produzione cinematografica hollywoodiana. Viene infatti scelto per un ruolo minore nel film Hannibal, diretto da Ridely Scott, sequel de Il Silenzio degli Innocenti.

Anthony Hopkins e Julianne Moore in Hannibal
Anthony Hopkins e Julianne Moore in Hannibal

Sono passati sette lunghi anni dall’evasione di Hannibal Lecter (Anthony Hopkins) dalla prigione di massima sicurezza di Baltimora e l’FBI sembra aver perso le tracce del terrificante criminale cannibale. A dare una scossa alle indagini, tuttavia, ci pensa Mason Verger (Gary Oldman), un miliardario dal passato oscuro e criminale, nonché unica vittima sopravvissuta a Lecter che lo ha sfigurato e reso invalido. Verger quindi mette una taglia sulla testa di Lecter offrendo tre milioni di dollari a chi sarà in grado di catturarlo. Intanto mette sulle sue tracce una spietata banda di criminali senza scrupoli…

5. Mentre quella hollywoodiana è solo una piccola parentesi felice per Gifuni, la sua carriera in Italia in questi anni prende il volo. Nel 2003 partecipa al film La meglio Gioventù diretto da Marco Tullio Giordana, diventato un vero e proprio cult di genere.

Il film, ispirato all’omonima raccolta di poesia del 1954 di Pier Paolo Pasolini, racconta di trentasette anni di storia italiana, racchiusi tra il 1966 e il 2003. Questi piccolo spaccato d’Italia, viene raccontato attraverso le vicende di una famiglia della piccola borghesia romana. Nel film, Fabrizio Gifuni interpreta Carlo Tommasi e recita al fianco di famosi attori italiani come Luigi Lo Cascio, Alessio Boni, Jasmine Trinca e Sonia Bergamasco.

Fabrizio Gifuni in Il Capitale Umano

4. La carriera cinematografica di Gifuni continua e negli anni successivi lo vediamo prendere parte a numerosi progetti come La Ragazza del Lago (2007), Il Dolce e l’Amaro (2007), Beket (2008), Galantuomini (2008), L’Amore Buio (2009), L’Uomo Nero (2009), Io Sono Con Te (2010), La Kryptonite nella Borsa (2011), Romanzo di Una strage (2011), La Leggenda di Kaspar Hauser (2012), Noi 4 (2014), Fai Bei Sogni (2015), Dove non ho mai abitato (2017) e Il Capitale Umano (2014).

3. Uno dei film più importante e conosciuti della carriera di Gifuni è senza dubbio Il Capitale Umano, film diretto da Paolo Virzì nel 2014, pellicola che ha consacrato la carriera del regista livornese.

Fabrizio Bentivoglio and Fabrizio Gifuni in Il capitale umano
Fabrizio Bentivoglio e Fabrizio Gifuni in Il capitale umano – Fonte: IMDB

Ispirato all’omonimo romando di Stephen Amidon, il film racconta la storia di due famiglie della provincia brianzola i cui destini si incrociano per caso il giorno della vigilia di Natale. Un ciclista viene, infatti, travolto da un SUV su di una strada provinciale e la Polizia comincia le indagini accumulando prove che porteranno i membri delle due famiglie a scagliarsi gli uni contro gli altri. Il film è un triste spaccato della società italiana raccontata dagli occhi di tutti i suoi personaggi che forniscono un punto di vista sempre diverso della vicenda.

Il Capitale Umano di Virzì fa strage di consensi tra pubblico e critica e quello stesso anno porta a casa 6 David di Donatello, 7 Nastri d’Argento, 4 Ciak d’Oro, un Globo d’Oro e viene scelto per concorrere agli Oscar di 2015 per la categoria Miglior Film Straniero. Nonostante i consensi ottenuti, però, il film di Paolo Virzì non riesce ad arrivare nella rosa finale.

Fabrizio Gifuni serie tv

2. Negli anni, il talento di Fabrizio Gifuni trova sfogo anche sul piccolo schermo. L’attore partecipa infatti a diversi progetti televisivi tra cui le miniserie tv Le cinque giornate di Milano (2004), De Gasperi, l’uomo della speranza (2005), L’ultima frontiera (2006), Paolo VI – Il Papa nella tempesta (2008), C’era una volta la città dei matti…(2010) e il film per la tv dal titolo Prima che la notte (2018).

Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco: un amore lungo vent’anniù

1. Della vita privata di Fabrizio Gifuni si conoscono pochi dettagli, essendo l’attore una persona molto riservata. Sappiamo tuttavia che dal 2000 è sposato con l’attrice Sonia Bergamasco – con la quale ha recitato nel film La Meglio Gioventù – dalla quale ha avuto due figlie, Valeria nata nel 2004 e Maria nata nel 2006.

Purtroppo a oggi Fabrizio Gifuni non possiede un account Instagram ma, se volete essere sempre aggiornati sulla sua carriera e i suoi nuovi progetti al cinema e in teatro, vi consigliamo di consultare sempre il suo sito ufficiale.

Fonte: Wiki, IMDB