Desperate Housewives – Serie tv: stagioni, cast, trama, episodi e streaming

1600
Desperate Housewives - I segreti di Wisteria Lane
dalla serie Desperate Housewives - I segreti di Wisteria Lane

A volte gli underdogs si prendono le loro belle rivincite. Ne sa qualcosa la serie tv Desperate Housewives che, dopo essere stata rifiutata da tantissimi network televisivi, ha raggiunto un successo strabiliante. Ideata da Marc Cherry per la ABC, Desperate Housewives – I segreti di Wisteria Lane, in onda dal 2004 al 2012, ha fatto strage di pubblico negli anni, diventando affresco impietoso della società americana. Ambientata a Wisteria Lane, un quartiere residenziale fittizio, la serie rappresenta nel peggiore dei modi la ricca borghesia americana, abituata a una vita di apparenze nei sobborghi delle grandi città.

 

Le famiglie protagoniste delle vicende di Wisteria Lane sembrano intrappolate nei malati schemi del cosiddetto “american way of life”. Questa espressione, nata nel secondo dopoguerra, definisce lo “stile di vita americano”, identificandolo con quello delle tipiche famiglie degli anni cinquanta. In quell’epoca, infatti, l’immagine della famiglia doveva rispecchiare gli ideali americani di nazionalismo e patriarcato. Quel sistema familiare simil Pleasantville tanto osannato dagli americani e contestato dal resto del mondo, pur essendo stato criticato negli anni, conserva ancora oggi un certo fascino. Nonostante infatti l’evoluzione della società americana e della figura femminile, non più prigioniera dietro ai fornelli, il modello familiare statunitense degli anni cinquanta sembra non essersi del tutto estinto.

Sono ancora molti i nuclei familiari abituati a uno stile di vita decisamente anacronistico ed è proprio a queste famiglie che la serie fa riferimento. Desperate Housewives, con i suoi toni esasperati e il suo stile quasi da soap opera, si diverte a ridicolizzare le famiglie tipo del cosiddetto “sogno americano”. Attraverso le storie delle sue protagoniste, la serie abbatte quel muro di finzione che protegge la tronfia società americana.

Desperate Housewives: dove vederlo in streaming

Tutte le stagioni di Desperate Housewives in streaming sulla piattaforma sono disponibili su Disney+.

Iscriviti a Disney+ per guardare le più belle storie di Desperate Housewives e molto altro. Dove vuoi, quando vuoi.

Desperate Housewives:  il cast e la trama

A Wisteria Lane tutto fila liscio come l’olio; le famiglie vivono felici, i ragazzi giocano nei prati, le mamme fanno torte deliziose, i fiori sbocciano e tutti si fanno i fatti di tutti. Tuttavia, ad un certo punto, un tragico evento sconvolge la tranquillità dell’intero quartiere. Inaspettatamente, una delle super mamme di Wisteria Lane, Mary Alice Young (Brenda Strong), si suicida lasciando dietro di sé dolore, sgomento e tante domande.

Mentre tutti credono si tratti del semplice gesto disperato di una persona vittima del suo stesso stato depressivo, c’è chi è convinto si tratti di ben altro dietro. Bree (Marcia Cross), Lynette (Felicity Huffman), Susan (Teri Hatcher) e Gabrielle (Eva Longoria), amiche e vicine di casa di Mary Alice, pensavo infatti che la sua morte sia in qualche modo stata architettata dal marito Paul Young (Mark Moses) e da suo figlio Zach (Cody Kasch). Le donne quindi cominciano goffamente a indagare, scoprendo pian piano i segreti della vita di Mary Alice e dell’intera Wisteria Lane.

A complicare ulteriormente la missione delle quattro donne, c’è la loro quotidianità. Ognuna di esse infatti ha una lunga serie di problemi da dover risolvere. C’è Bree che fa di tutto per salvare il suo disastroso matrimonio con Rex, tentando comunque di mantenere le apparenze. All’opposto invece troviamo Gabrielle, bellissima ed estrosa moglie di Carlos (Ricardo Antonio Chavira), un ricco uomo d’affari, impegnata in una relazione extraconiugale con il suo giovane giardiniere.

Lynette invece, sempre alle prese con i suoi terribili e irrequieti figli, deve affrontare il licenziamento del marito e trovare una nuova fonte di reddito. In ultimo abbiamo Susan, unica madre single, attratta dal suo nuovo vicino di casa, Mike Delfino (James Denton), sexy e dal passato oscuro.

Desperate Housewives, i personaggi: le quattro protagoniste

Un po’ come tutte le serie tv più longeve, anche Desperate Housewives ha subito diversi avvicendamenti di cast. Nelle corso del tempo e delle varie stagioni, alcuni dei personaggi secondari sono scomparsi, facendo posto a nuovi attori e nuove storie. Tuttavia le protagoniste sono rimaste sempre le stesse. Come in Sex And The City, queste quattro donne, tutte molto diverse tra loro, sono le colonne portanti della serie che altrimenti, non potrebbe reggersi in piedi. Ma vediamo nel dettaglio chi sono le nostre protagoniste.

Partiamo con Lynette Scavo, interpretata da Felicity Huffman, ex donna di carriera che, abbandonato il suo lavoro, adesso fa la vita della casalinga, occupandosi di suo marito Tom e dei loro quattro figlio Porter, Preston, Parker e Penny. Nonostante Lynette ami fare la mamma e prendersi cura della sua famiglia, molto spesso sembra essere sopraffatta dalla routine e dalle responsabilità.

Quando nella prima stagione suo marito perde il lavoro, Lynette deve quindi rimboccarsi le maniche. Non riuscendo a trovare un nuovo impiego, Tom cede lo scettro del comando alla moglie che torna a lavorare mentre il marito sta a casa con i figli. Questo scambio di ruoli, ritenuto geniale all’inizio, causerà non pochi problemi alla coppia.

Meno materna ma non per questo meno complessa è invece Gabrielle Solis (Eva Longoria), moglie ‘trofeo’ di un ricco uomo d’affari senza un solo problema al mondo. Vivendo in maniera agiata e senza figli dei quali preoccuparsi, la signora Solis passa le sue giornate a fare shopping e a curare il suo aspetto fisico. Con un passato da modella, Gabrielle è la donna più bella del quartiere, invidiata dalle donne e ammirata dagli uomini. Tanto ammirata da cominciare una relazione segreta con il suo giardinere diciassettenne.

Leggi anche: The Good Wife – Serie Tv: cast, trama e dove vederlo in streaming

L’unica madre single di Wisteria Lane è Susan Delfino (Teri Hatcher), divorziata ormai da anni ma senza un compagno al suo fianco. Nonostante sia una brillante illustratrice e madre in gamba della quattordicenne Julie, Susan è estremamente insicura del suo aspetto e delle sue capacità. Nella prima stagione della serie, si prende una bella sbandata per il suo vicino Mike Delfino con il quale, dopo un’infinita serie di peripezie, convolerà a nozze (terza stagione).

Nel corso delle stagioni il suo personaggio dovrà affrontare numerose sfide che la porteranno nuovamente a confrontarsi con i problemi della vita da single e a un improvviso ma necessario trasferimento.

Ultima non di certo per importanza è Bree Van de Kamp, interpretata da Marcia Cross, che potremmo definire come la perfetta casalinga anni cinquanta. Affetta da DOC (disturbo ossessivo compulsivo), Bree è ossessionata dalla pulizia e dall’ordine; tutto in casa così come nella sua vita, deve essere perfetto. Il concetto stesso di perfezione regola la sua esistenza e quando qualcosa non va secondo i suoi piani, Bree comincia a dare di matto.

Moglie di Rex e madre del diciassettenne Andrew e della quindicenne Danielle, Bree dall’esterno sembra la madre perfetta di una famiglia perfetta. Ma a porte chiuse tutto è assai differente. I figli non riescono a tollerare le sue stranezze e anche il marito sembra non poterne più del suo carattere così rigido. Ma nel corso delle stagioni anche Bree finirà per perdere le staffe, distruggendo la sua bella facciata e travolgendo Wisteria Lane con un’onda anomala di rabbia repressa, rimasta imbottigliata per anni.

Desperate Housewives 8: trama e spoiler

La serie Desperate Housewives, cominciata nel 2004, è andata in onda fino al 2012 per ben 8 stagioni e 180 episodi complessivi. Nel corso degli anni le storie delle protagoniste si sono evolute e complicate trasformando la serie in una vera e proprio baraonda narrativa.

[SPOILER ALERT]

Nell’ottava stagione le nostre amiche sono alle preso con un nuovo delitto. Le quattro donne aiutano Carlos a occultare il cadavere del patrigno di Gabrielle, decidendo di seppellirlo nel bosco. Una volta terminata la sepoltura, le donne promettono di mantenere per sempre il segreto.

Bree, Susan, Lynette e Gabrielle tornando quindi alle loro noiose vite ma nessuna di loro sembra riuscire a dimenticare l’accaduto. Le quattro donne fanno di tutto per tenersi occupate, per non pensare a quel terribile segreto che le accomuna, ma senza riuscirci. La prima a creare problemi è Susan che, dopo essersi iscritta a un corso di pittura, finisce col dipingere una tela che raffigura la scena della sepoltura. La morte del patrigno di Gabrielle diventa un’ossessione e Susan decide di andare a parlare con i parenti del defunto, in cerca di conforto. Ma invece di trovare la pace che cercava, Susan scopre nuovi inquietanti dettagli sull’uomo e sul suo passato.

Un po’ come Susan, anche Carlos comincia a crollare sotto il peso dei sensi di colpa. L’uomo comincia dunque a darsi all’alcol per dimenticare e finisce in riabilitazione. In sua assenza è la moglie Gabrielle a doversi occupare dei suoi affari e, non avendo mai lavorato prima, il compito si rivela ben più arduo del previsto. Nonostante tutto Gabrielle sopravvive egregiamente alla prova e, al ritorno di Carlos, decide di continuare a lavorare come personal shopper.

Leggi anche: Law and Order – Serie Tv: cast, trama, spinoff e streaming

Dopo la sua separazione da Tom, adesso Lynette deve affrontare un imminente divorzio e far pace con i suoi sentimenti. Tom è infatti pressato dalla sua nuova compagna ad affrettare i documenti del divorzio, atteggiamento che indispettisce Lynette, decisa invece a riconquistare il marito.

A creare problemi all’intero gruppo è invece Bree, coinvolta in una relazione con il detective Chuck Vance (Jonathan Cake) al quale è stato assegnato il caso del patrigno scomparso di Gabrielle. Per levarsi da ogni impiccio Bree lascia bruscamente Chuck che, arrivato alla soluzione del caso, le promette vendetta. Proprio quando il detective sembra vicino a smascherare Bree e le sue compagne, viene misteriosamente investito da una macchina morendo sul colpo.

Questo tragico ma fortunato evento salva le quattro amiche (più Carlos) dalla galera. Ma il destino non ha ancora finito con la povera Bree. Subito dopo la morte di Chuck, la donna comincia a ricevere lettere minatore e, disperata e spaventata, cade di nuovo vittima dell’alcolismo. Isolatasi completamente delle sue amiche, Bree comincia a frequentare bar malfamati, abbordando uomini sconosciuti e tentando quasi il suicidio.

A salvare e rimettere in sesto Bree ci pensa Orson, un uomo conosciuto in un bar, che si prenderà cura di lei. Tra i due comincia quindi una strana relazione che termina bruscamente quando Bree scopre un terribile segreto. E’ stato infatti Orson a uccidere Chuck, a ricattarla con le lettere e a prestarle soccorso in modo che si fidasse di lui e lo facesse entrare nella sua vita.

Bree, a causa di Orson, viene quindi accusata dell’omicidio del patrigno di Gabrielle. Tuttavia, a salvarla ci pensa Karen (Kathryn Joosten) che, con un tumore ormai in fase terminale, si accolla la responsabilità del delitto. Il caso quindi si chiude così, lasciando libere le quattro donne e purtroppo con la morte di Karen.

Desperate Housewives, il finale della serie

Con l’archiviazione del caso, finalmente tutto torna alla normalità ma l’amicizia tra Bree, Lynette, Susan e Gabrielle ne esce compromessa e le quattro donne prendono strade diverse.

Lynette e Tom, nonostante l’intromissione della nuova compagna di lui, capiscono di essere ancora innamorati l’uno dell’altra. La coppia ripensa quindi al divorzio e torna a vivere sotto lo stesso tetto. Dopo qualche tempo, a Lynette viene fatta un’importante offerta di lavoro a New York che accetta con grande entusiasmo. L’intera famiglia si trasferisce quindi nella Grande Mela in un bellissimo attico su Central Park.

Anche per Gabrielle e Carlos è tempo di cambiare aria. Dopo aver aperto uno studio di moda, Gabrielle di trasferisce col marito in California lasciandosi Wisteria Lane alle spalle. Bree, invece, dal canto suo, decide di sposare il suo avvocato e cambia quartiere. Grazie al suo nuovo ambiente, l’ex casalinga disperata con manie ossessivo compulsive, fa il salto di qualità e si butta in politica diventando presidentessa del partito repubblicano.

A Susan spetta invece il finale più complicato. All’inizio dell’ottava stagione, sua figlia Julie scopre di essere incinta e decide di dare in affidamento la sua bambina. Nove mesi più tardi la piccola nasce e sembra che le parole di Susan abbiano fatto breccia nel cuore di sua figlia. Julie ripensa quindi all’affidamento e decide di prendersi cura della figlia con l’aiuto di sua madre. Susan decide allora di abbandonare Wisteria Lane e tutti i fantasmi del suo passato e si trasferisce altrove insieme a sua figlia e alla sua nipotina.

Desperate Housewives 9 si farà?

La serie finisce così, con le quattro protagoniste che prendono strade diverse e cominciano un nuovo capitolo lontano dai drammi di Wisteria Lane. Nonostante quindi il grande successo, la serie si conclude e anche i rumors su di un’ipotetica Desperate Housewives 9 vengono definitivamente archiviati.

Fonte: Wiki, IMDB