L’uomo dei ghiacci – The Ice Road, la spiegazione del finale del film con Liam Neeson

-

La corsa per salvare un gruppo di minatori intrappolati da una frana in L’uomo dei ghiacci – The Ice Road è resa complicata dagli intrighi di uomini d’affari corrotti, soprattutto nel finale. Un film che iniziava come un film catastrofico si è rapidamente evoluto in un thriller d’azione dal ritmo incalzante, con tanto di inseguimenti in auto e sparatorie con pistoleri spietati.

L’uomo dei ghiacci – The Ice Road è il film con Liam Neeson ambientato nel genere d’azione. Negli ultimi anni, l’attore è stato protagonista di film in cui interpreta un eroe altamente qualificato che deve salvare la situazione ingaggiando scontri a fuoco con gangster, spie e terroristi.

Nonostante i suoi 60 anni, Liam Neeson è emerso come un popolare eroe d’azione, grazie soprattutto ai suoi ruoli nei tre film di Taken. Tra i film che ha girato negli ultimi anni e che si sono basati sul suo successo nel genere ci sono The Commuter, Cold Pursuit, Honest Thief, The Marskman e ora L’uomo dei ghiacci – The Ice Road (la nostra recensione), dove interpreta Mike Barnes. In L’uomo dei ghiacci – The Ice Road, il personaggio di Liam Neeson è Mike Barnes, un camionista che si prende cura del fratello Gurty (Marcus Thomas), un veterano di guerra con un handicap mentale.

Poco dopo essere stato licenziato per un incidente che ha coinvolto Gurty, Mike viene assunto da Jim Goldenrod (Laurence Fishburne) per aiutare a salvare i minatori messi in pericolo da un’esplosione di metano. Insieme a Goldenrod, Gurty, Tantoo (Amber Midthunder) e Varnay (Benjamin Walker), il piccolo gruppo deve guidare tre camion attraverso un terreno infido e ghiacciato per salvare i minatori con le teste di pozzo che stanno trasportando. Ma nel corso degli eventi del film, Mike scopre che la strada ghiacciata non è l’unico ostacolo. C’era anche Varnay, che aveva causato la morte di Goldenrod e sabotato la loro missione. Ecco cosa è successo alla fine del film e cosa stavano realmente cercando di fare i cattivi de L’uomo dei ghiacci – The Ice Road.

Il piano dei cattivi in L’uomo dei ghiacci – The Ice Road

L'uomo dei ghiacci - The Ice Road spiegazione finalePrima ancora di iniziare la missione, è stato detto che Varnay non aveva alcun interesse nella ricompensa di 200.000 dollari che avrebbero ricevuto una volta completato il lavoro. Poiché Varnay non poteva ottenere i soldi, era logico pensare che non avesse motivo di tradire il gruppo. Tuttavia, alla fine si scoprì che Varnay era davvero un traditore. Una conversazione telefonica avvenuta nel corso del film ha confermato che Varnay prendeva ordini dal dirigente di Katka George Sickle (Matt McCoy). A quanto pare, Varnay e la sua squadra di killer armati erano determinati a uccidere Mike, Tantoo e Gurty a causa delle implicazioni che la salvezza dei minatori avrebbe avuto per Sickle e i suoi soci alla Katka.

Ciò che è stato detto nelle scene in miniera e nell’ufficio della Katka nel corso del film ha reso chiaro che Sickle e alcuni dei suoi colleghi erano responsabili dell’esplosione di metano. Avrebbero potuto adottare misure di sicurezza per evitare una simile catastrofe, ma hanno continuato le loro attività nella miniera a causa di preoccupazioni finanziarie. Ciò significa che Sickle e gli altri avrebbero potuto subire gravi conseguenze se questi dettagli fossero stati resi pubblici. Chi si trovava nella miniera aveva capito cosa stava accadendo, quindi la verità sarebbe sicuramente emersa una volta salvati. Ecco perché Sickle ha pensato che sarebbe stato meglio per sé (e per la compagnia) se i minatori fossero rimasti senza ossigeno e fossero morti. Questo risultato avrebbe permesso ai loro segreti di rimanere sepolti.

Come Mike sconfigge Varnay in L’uomo dei ghiacci – The Ice Road

Come il cattivo che continua a tornare, Varnay si è rivelato una minaccia ricorrente per Mike, Gurty e Tantoo durante il viaggio attraverso la strada di ghiaccio. Quando il personaggio di Liam Neeson ha fatto precipitare il suo veicolo da una collina, sembravano convinti che fosse finalmente fuori dai loro piedi per sempre, ma non è stato così. Varnay è riuscito a sopravvivere all’incidente. Utilizzando degli esplosivi, Varnay ha innescato degli esplosivi ed è riuscito a creare un altro ostacolo al loro viaggio. Questo li ha rallentati, ma non li ha fermati, costringendo Varnay a tentare un approccio più diretto. Dopo aver speronato il camion di Mike, si è scatenata una lotta che si è conclusa con Mike che ha guidato il suo camion dritto nel ghiaccio. Si è lanciato all’ultimo secondo, ma Varnay non ha avuto il tempo di scappare. Il camion si inabissa nel ghiaccio, trascinando con sé Varnay. Poiché era l’ultimo dei cattivi all’inseguimento delle teste di pozzo, Sickle e i suoi cospiratori non potevano fare altro per impedire agli eroi di raggiungere la loro destinazione.

La morte di Gurty rese possibile il salvataggio dei minatori

Purtroppo, la morte di Varney non significava che i loro problemi fossero finiti. Mentre Mike era impegnato a occuparsi di lui, Gurty e Tantoo, ferito, lo stavano precedendo quando si imbatterono in un ponte che non era stato costruito per sostenere il peso del camion. Dopo aver raggiunto l’altra sponda, i cavi di sospensione del ponte si sono rotti, provocandone il crollo. Al momento sbagliato, il camion ha iniziato a scivolare all’indietro e la caduta nel vuoto sembrava imminente. Vedendo ciò che stava per accadere, Gurtie cercò di chiudere il cancello, nella speranza di impedire al camion di scivolare ulteriormente all’indietro. Il problema è che Gurtie, lottando con il cancello, è rimasto lì più a lungo di quanto potesse permettersi. Alla fine è rimasto schiacciato tra il cancello e il camion. I suoi organi devono essere stati danneggiati dall’incidente, visto che è morto poco dopo. Ad ogni modo, il sacrificio di Gurty ha reso possibile il completamento della missione. Se non fosse stato per quello che ha fatto Gurty, non sarebbero mai riusciti a consegnare alla miniera l’unica testa di pozzo sopravvissuta.

Dopo che i soccorritori hanno usato la testa di pozzo per portare in salvo i minatori (e il fratello di Tantoo), il ruolo di Sickle in tutto quello che era successo è stato finalmente svelato, con il risultato che il personaggio è stato arrestato per i suoi crimini, ma non prima che Mike abbia sferrato un pugno al responsabile della morte di Gurty. Sebbene ciò che è accaduto a Gurty abbia impedito a La strada di ghiaccio di dare a Mike un vero e proprio lieto fine, ha rivelato che alcune cose buone sono arrivate per il suo personaggio in seguito all’esplosione di metano e all’arresto di Sickle. La scena finale del film mostra che tre mesi dopo, sia Mike che Tantoo – che sono rimasti in contatto – hanno un nuovo lavoro. Nella loro conversazione d’addio, Tantoo ha detto a Mike che può chiamarla se ha bisogno di lui, il che lascia aperta la porta alla possibilità che lavorino insieme in un eventuale L’uomo dei ghiacci – The Ice Road 2. Per quanto riguarda il futuro di Mike, ora si sta prendendo cura del topo domestico di suo fratello e ha trovato un certo successo come camionista che trasporta articoli sportivi. Gli ultimi secondi rivelano la scritta “Trk Trk Trk” sulla sua targa, che è un’allusione a “Truck Truck Truck”, un nome suggerito per il loro gruppo che viene menzionato nella prima parte del film. L’uso della frase è stato un giusto tributo ai due eroi che hanno perso la vita nella missione di salvataggio.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

The Bikeriders backstage

The Bikeriders: Jeff Nichols e Austin Bulter raccontano il film

Uomini duri e incapaci di guardarsi dentro, raccontati dal punto di vista di una delle loro donne, mentre sullo sfondo si srotola il più...
- Pubblicità -