Stan Lee
(Photo credit should read ROBYN BECK/AFP/Getty Images)

Abbiamo abbondantemente parlato del cameo di Stan Lee in Captain Marvel, del suo vero significato, di quello che potrebbe implicare nel Marvel Cinematic Universe, e anche semplicemente del fatto che è un doveroso e tenero omaggio all’uomo che ha contribuito a dare forma alla cultura contemporanea.

Tuttavia, sembra che la morte del Sorridente, lo scorso novembre, abbia in qualche modo condizionato quel cameo, mettendo i registi in condizione di modificarlo leggermente.

Parlando a Mashable durante il press tour di Captain Marvel, Anna Boden e Ryan Fleck hanno spiegato il processo che li ha portati ad inserire un piccolo cambiamento nella scena in questione.

Nel cameo, Carol insegue uno Skrull sul treno e, cercandolo, incrocia lo sguardo di Stan Lee che le sorride. Nella prima versione del cameo, Carol sarebbe dovuta andare avanti per continuare la sua ricerca, ma nella versione cinematografica che abbiamo visto, l’eroina risponde al sorriso per un attimo.

“Invece delle risate, abbiamo avuto un piccolo sorriso da parte di Carol, in risposta. Per un attimo esce dal suo ruolo molto serio, ma penso che rifletta quello che l’audience sente in quel momento. E noi abbiamo voluto che accadesse.” Ha dichiarato la Boden.

Leggi la recensione di Captain Marvel

Vi ricordiamo che alla regia del film ci sono Anna Boden e Ryan Fleck. L’uscita al cinema è fissata al 6 marzo 2019.

Il cast ufficiale: Brie LarsonSamuel L. JacksonBen MendelsohnDjimon HounsouLee PaceLashana LynchGemma ChanAlgenis Perez SotoRune TemteMcKenna GraceClark GreggJude LawAnnette Bening.

Guarda le interviste dal red carpet di Londra

La sinossi:

Basato sul personaggio dei fumetti Marvel apparso per la prima volta nel 1968, il film segue Carol Danvers mentre diventa uno degli eroi più potenti dell’universo. Quando la Terra viene coinvolta in una guerra galattica tra due razze aliene, è lì che l’eroina interverrà. Ambientato negli anni ’90, il cinecomic è un’avventura tutta nuova che racconterà un periodo inedito nella storia dell’universo cinematografico Marvel.