spider-man

Il famoso sparagnatele organico visto nello Spider-Man di Sam Raimi è stata in realtà un’idea di James Cameron. Il film del 2002 si è concesso una serie di libertà sui personaggi rispetto ai fumetti, ed uno dei cambiamenti più chiacchierati è stato proprio lo spararagnatele di Peter Parker: a differenza dei fumetti, nel film di Raimi le ragnatele spuntano dai polsi di Peter Parker in maniera organica e non vengono fabbricate dallo stesso attraverso un’apposito dispositivo meccanico. 

 

Ma cosa c’entra James Cameron con Spider-Man? Forse non tutti sanno (o ricordano) che il regista di Titanic e Avatar avrebbe voluto realizzare un suo film dedicato all’Uomo Ragno e, nella sua versione del film, le ragnatele spuntano dai polsi di Peter Parker in maniera organica, idea che poi è stata ripresa anche dal film di Raimi.

A rivelarlo è stato lo sceneggiatore David Koepp – autore dello script di Spider-Man del 2002 – in una recente intervista con IGN. L’idea dello spararagnatele organico proveniva da un trattamento di 45 pagine che James Cameron aveva scritto proprio perché intenzionato a realizzare un suo film dedicato all’uomo ragno. Koepp ha rivelato di essere da sempre un fan di quel trattamento di Cameron, perché affrontava con maggiore seriamente il personaggio di Spider-Man/Peter Parker, trattandola come “una persona reale con problemi reali”.

Per quanto riguarda lo spararagnatele, Koepp ha ammesso, “… questa era l’idea di James ed ero felice di poterla usare”. Dopo la trilogia di Sam Raimi, sia  The Amazing Spider-Man che la versione dell’Uomo Ragno interpretata da Tom Holland nel MCU hanno utilizzato nuovamente lo spararagnatele originale, ossia ispirato ai fumetti e concepito da Peter.

I piani originale di David Koepp per la trilogia di Spider-Man

Sempre a proposito di Spider-Man, di recente David Koepp aveva anche rivelato i quali erano i suoi piani originali per la trilogia di Raimi. In particolare, lo sceneggiatore ha spiegato che avrebbe voluto uccidere Gwen Stacy nel bel mezzo di Spider-Man 2, personaggio che abbiamo poi visto in Spider-Man 3, interpretato da Bryce Dallas Howard.