Lo sceneggiatore dello Spider-Man di Sam Raimi, David Koepp, ha rivelato quali erano i suoi piani originali per il personaggio di Gwen Stacy in Spider-Man 2, personaggio che abbiamo poi visto in Spider-Man 3, interpretato da Bryce Dallas Howard. Koepp è noto per aver curato la sceneggiatura di altri film di successo, come Jurassic Park, Mission: Impossible e Carlito’s Way. Più di recente si è occupato anche dello script del reboot de La Mummia con Tom Cruise, film che purtroppo si è rivelato un flop al botteghino.

 

Gwen Stacy, amica e compagna di classe di Peter Parker, è apparsa in Spider-Man 3. Nel film di Raimi, nonostante il coinvolgimento in un triangolo amoroso con Peter e Mary Jane, non ha avuto parecchie scene a disposizione. Nel reboot della Sony The Amazing Spider-Man, invece, il personaggio – interpretato da Emma Stone – è apparsa in qualità di co-protagonista femminile, portando così sul grande schermo la storyline dai fumetti dedicata alla storia d’amore tra Peter e Gwen.

Adesso, stando a quanto rivelato da David Koepp, anche nei piani originali della trilogia di Spider-Man diretta da Sam Raimi, il personaggio di Gwen Stacy avrebbe dovuto avere un ruolo di maggior rilievo. Intervistato da Collider, infatti, Koepp ha parlato proprio dei piani originali per la trilogia di Raimi: lo sceneggiatore ha firmato lo script soltanto del primo film, rivelando che le cose “non hanno funzionato” tra lui e il team creativo di Spider-Man, con il risultato che Spider-Man 2 e Spider-Man 3 sono stati scritti affidati alle penne di altri autori.

David Koepp su Spider-Man 2: “Volevo che Gwen Stacy venisse uccisa nel bel mezzo del film.”

Quando gli è stato chiesto cosa avrebbe voluto inserire nel secondo e nel terzo film, Koepp ha spiegato: “Fondamentalmente, la mia idea iniziale per la trilogia di Sam era raccontare la storia di Gwen Stacy e di Harry Osborn, ma all’epoca distanziai tutto in maniera differente. Volevo che Gwen venisse uccisa nel bel mezzo del secondo film, seguendo così una sorta di modello a ‘L’Impero Colpisce Ancora’. C’erano poi tanti villain che volevo usare. Era soltanto un modo diverso di raccontare quella storia.”

Sebbene Koepp non abbia mai visto le sue idee concretizzarsi nei film di Raimi, il personaggio di Gwen Stacy al cinema ha intrapreso una direzione simile in The Amazing Spider-Man 2, quando lo stesso è stato ucciso durante la battaglia finale del film, attingendo direttamente dai fumetti. Tuttavia, The Amazing Spider-Man 2 è stato accolto negativamente sia dalla critica che dal pubblico, soprattutto a causa dell’enorme quantità di villain presenti al suo interno, scelta volta a gettare le basi di un film dedicato ai Sinistri Sei che non ha mai più visto la luce.