Chadwick Boseman 2020

A quanto pare, Chadwick Boseman avrebbe dovuto recitare nel sequel di L.A. Confidential, il thriller noir diretto da Curtis Hanson nel 1997, tratto dall’omonimo romanzo di James Ellroy.

Secondo quanto rivelato da The Ringer, la star di Black Panther avrebbe dovuto essere il protagonista del sequel che, tuttavia, è stato rifiutato dalla Warner Bros. Brian Helgeland, co-sceneggiatore di L.A. Confidential insieme a Hanson,  aveva proposto allo studio un possibile sequel ambientato negli anni ’70 (il film originale si svolge, invece, negli anni ’50) in cui Boseman avrebbe dovuto interpretare un giovane ufficiale della polizia al fianco del cast originale. Helgeland aveva sviluppato la sceneggiatura del nuovo film insieme a Ellroy, autore del romanzo che ha ispirato l’originale.

Considerando che i thriller noir non sono il genere favorito del pubblico al giorno d’oggi, è facilmente ipotizzabile perché la Warner abbia deciso di rinunciare al sequel. Tuttavia, è impossibile non pensare che si sia trattato comunque di un’occasione sprecata, non solo perché il sequel avrebbe visto il ritorno del cast originale, ma anche per il coinvolgimento di Boseman, che avrebbe di certo regalato al pubblico un’altra incredibile performance.

Ad oggi non sappiamo se Helgeland sarebbe comunque disposto a fare il sequel senza Boseman, né se la Warner Bros. potrebbe cambiare idea in merito ad un eventuale via libera. Sebbene lo sceneggiatore non abbia rivelato maggiori informazioni in merito alla trama, è probabile che il sequel avrebbe affrontate le questioni razziali dell’epoca, in una maniera forse simile a quanto fatto da Spike Lee nel suo BlacKkKlansman

Il grande successo di L.A. Confidential

L.A. Confidential è considerato uno dei migliori thriller noir degli anni ’90. Il cast del film annovera Kevin Spacey, Russell Crowe, Guy Pearce, James Cromwell, Kim Basinger, David Strathairn e Danny DeVito. Ottenne 9 candidature agli Oscar 1998, vincendo nelle categorie migliore attrice non protagonista (Basinger) e miglior sceneggiatura non originale (Helgeland e Hanson).

Il regista Curtis Hanson, noto per aver diretto anche The River Wild – Il fiume della paura, 8 Mile e In Her Shoes – Se fossi lei, è morto nel 2016 all’età di 71 anni a causa delle conseguenze del morbo di Alzheimer.