Tom Hiddleston ha confermato che Loki non apparirà in Thor: Love and Thunder, l’atteso quarto capitolo della saga dedicata al Dio del Tuono. Non sarà dunque il film di Taika Waititi l’occasione in cui rivedremo i due fratelli asgardiani riunirsi dopo i tragici eventi di Infinity War (ammesso che la versione alternativa del Dio dell’Inganno protagonista della serie a lui dedicata – da oggi disponibile su Disney+ – riesca a trovare un modo per incrociare nuovamente il destino di suo fratello).

Dopo aver ingannato la morte diverse volte, Loki è ufficialmente deceduto per mano di Thanos – nella timeline principale del MCU – proprio nel cinecomic di Anthony e Joe Russo. Nessuno si sarebbe dunque aspettato di rivedere il personaggio nella nuova avventura cinematografica di Thor, che pare essere del tutto ignaro – almeno per ora – dell’esistenza di una versione alternativa del suo perfido fratello (anche perché, di fatto, le due versione esistono in due realtà diverse).

Ciononostante, alcuni continuano a sperare che il Dio dell’Inganno possa riuscirsi con il Dio del Tuono proprio nel finale del film di Waititi. Tuttavia, è stato proprio Tom Hiddleston a smorzare qualsiasi tipo di entusiasmo in merito, confermato in un’intervista con Empire (via Digital Spy) che non sarà presente in Love and Thunder e che, per il momento, è meglio che i percorsi dei due principi asgardiani restino separati.

“Abbiamo parlato dei film di Thor come di una saga familiare. La dualità e l’antagonismo che esiste tra Thor e Loki, due personaggi diametralmente opposti, è un libro che forse dovrebbe rimanere chiuso al momento. Abbiamo esplorato il più possibile la relazione tra questi due fratelli.”

Thor: Love and Thunder è il titolo ufficiale del quarto capitolo sulle avventure del Dio del Tuono nel MCU, ma ad impugnare il Mjolnir stavolta sarà Jane Foster, interpretata di nuovo da Natalie Portman, come confermato sabato durante il panel dei Marvel Studios al Comic-Con. L’uscita nelle sale è fissata invece al 6 maggio 2022.

Taika Waititi tornerà alla regia di un film dei Marvel Studios dopo Thor: Ragnarokcosì come Chris Hemsworth e Tessa Thompson riprenderanno i rispettivi ruoli di Thor e Valchiria dopo l’ultima apparizione in Avengers: Endgame. Nel cast anche Christian Bale nei panni del villain Gorr il Macellatore di Dei, e Russell Crowe in quelli di Zeus. L’ispirazione del progetto arriva dal fumetto “The Mighty Thor”, descritto da Waititi come “la perfetta combinazione di emozioni, amore, tuono e storie appassionanti con la prima Thor femmina dell’universo“.