Furiosa: le prime reazioni anticipano “un potente film d’azione al suo meglio assoluto”

-

Le prime reazioni a  Furiosa: A Mad Max Saga di George Miller sono arrivate sui social media in vista dell’anteprima mondiale del film questo mese al Festival di Cannes, e sembra che il regista di Mad Max: Fury Road abbia tra le mani un’altra straordinaria epopea d’azione. “Mi dà grande gioia riferire che ‘Furiosa’ è davvero, davvero fo*****mente buono”, ha scritto il critico cinematografico di IndieWire David Ehrlich su X. “Opera con una marcia estremamente diversa rispetto a ‘Fury Road’ (in modi che sospetto frustreranno alcune persone), ma riesce anche a rendere quel film ancora più ricco mentre si ritaglia la propria leggenda nella terra desolata”. La scrittrice e membro del New York Film Critics Circle Esther Zuckerman ha invece definito il film “grandioso”.

Erik Davis di Fandango lo ha definito “un potente film d’azione al suo meglio assoluto”. Sempre Davis scrive poi che  Furiosa: A Mad Max Saga è: “Un’epopea feroce e dal ritmo incalzante che espande la storia di Furiosa e della Terra Desolata, offrendo al contempo gli inseguimenti più folli, i personaggi più roboanti e una fotografia semplicemente stupefacente. Anya Taylor-Joy e Chris Hemsworth si tuffano in egual misura nella Landa Desolata, ed entrambi realizzano cose incredibili. C’è una sequenza di War Rig che mi ha fatto impazzire: un classico istantaneo. Amo i film di ‘Mad Max’ e ho amato questo film. Accendete i motori!”.

Il giornalista Simon Thompson ha invece aggiunto che: “Gesù George Miller! ‘Furiosa’ ti travolge. A volte sembra quasi superare la tela del formato IMAX, è così grande, eppure a volte ha un’intimità profondamente coinvolgente. Riecheggiando elementi cinematografici dagli anni ’50 agli anni ’80, è una visione ricca e intelligente di cui il cast si compiace”. Parere un po’ più tiepido è invece quello di Therese Lacson di Collider: “Vorrei e potrei tranquillamente guardare 15 ore di Anya Taylor Joy e Alyla Browne nei panni di #Furiosa, tuttavia gran parte del film ha un ritmo incoerente a causa della storia segmentata. Non sarà all’altezza dello splendore di Fury Road, ma non ne ha nemmeno bisogno“.

LEGGI ANCHE:

Furiosa: A Mad Max Saga, quello che sappiamo sul film

In Furiosa: A Mad Max Saga, Anya Taylor-Joy assume il ruolo che è stato di Charlize Theron in Mad Max: Fury Road. La sinossi ufficiale recita: mentre il mondo va in rovina, la giovane Furiosa viene strappata dal Luogo Verde delle Molte Madri, e cade nelle mani di una grande Orda di Motociclisti guidata dal Signore della Guerra Dementus. Attraversando le Terre Desolate, si imbattono nella Cittadella presieduta da Immortan Joe. Mentre i due tiranni si battono per il predominio, Furiosa deve sopravvivere a molte prove e mettere insieme i mezzi per trovare la strada di casa.

Taylor-Joy ha rivelato che il film è molto diverso da Fury Road. Mentre quest’ultimo era un “road movie” che si svolge in pochi giorni, questo nuovo film è invece descritto come un racconto più “epico, che si svolge su un più lungo periodo di tempo, e in un certo senso impari a conoscere Furiosa meglio in questo modo“. Atteso da molti anni e a lungo bloccato da una disputa legale tra Miller e la Warner Bros. il film è ora in fase di post-produzione. Furiosa è scritto, diretto e prodotto da George Miller insieme al suo partner di produzione di lunga data Doug Mitchell. Oltre a Taylor-Joy, nel film ci sarà anche Chris Hemsworth nel ruolo del villain. Furiosa debutterà nelle sale il 24 maggio 2024.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Dall'alto di una fredda torre Vanessa Scalera

Dall’alto di una fredda torre, la scelta di Vanessa Scalera ed...

Al cinema dal 13 giugno, distribuito da Lucky Red, la storia di Dall'alto di una fredda torre (qui la recensione) nasce sul palcoscenico del teatro,...
- Pubblicità -