Marvel mcu

Un altro “segreto” rivelato da Marvel Studios: The First 10 Years, il volume che celebra i primi dieci anni dell’azienda, risolve una delle questioni più dibattute tra i fan dopo l’uscita nelle sale di Spider-Man: Homecoming, ovvero la timeline dei film dell’universo cinematografico manomessa proprio dal capitolo sulle avventure di Peter Parker.

 
 

Spider-Man: Homecoming presentava quello che forse è il primo grande “errore” nella timeline del Marvel Cinematic Universe, dal momento che seguiva la scia delle conseguenze di Civil War anche se ambientato otto anni dopo gli eventi di The Avengers.

Ci sono state tante congetture e giustificazioni da parte dei fan e dello studio, per spiegare questa contraddizione, tuttavia Joe Russo è stato il primo insider della Marvel ad ammettere che si è trattato di una datazione “scorretta”.

A mettere un punto definitivo in merito è finalmente questa suddivisione per anni relativi ai vari titoli del franchise:

Di seguito

  • 1943-1945: Captain America: Il Primo Vendicatore
  • 2010: Iron Man
  • 2011: Iron Man 2, L’Incredibile Hulk, Thor
  • 2012: The Avengers, Iron Man 3
  • 2013: Thor: The Dark World
  • 2014: Captain America: The Winter Soldier, Guardiani della Galassia vol.1 e 2
  • 2015: Avengers: Age of Ultron, Ant-Man
  • 2016: Captain America: Civil War, Spider-Man: Homecoming
  • 2016-2017: Doctor Strange
  • 2017: Black Panther, Thor: Ragnarok, Avengers: Infinity War

Marvel Studios: ecco i due titoli che arriveranno nel 2020

Vi ricordiamo che i Marvel Studios torneranno nel 2019 con Captain Marvel, Avengers 4 e Spider-Man: Far From Home, e nel 2020 con lo standalone su Vedova Nera e il film sugli Eterni. 

Non ci sono conferme su nessun fronte per quanto riguarda Guardiani della Galassia Vol. 3, che puntava ad occupare uno slot del 2020. Il licenziamento di James Gunn ha causato il posticipo del film, con un conseguente ritardo nella data d’uscita.

Il film con Scarlett Johansson dovrebbe arrivare per primo nei cinema, andando a occupare la finestra di Maggio, mentre The Eternals si insedierà nella finestra autunnale, a novembre, come è successo a Doctor Strange e a Thor: Ragnarok.

Nonostante si tratti soltanto di un rumor, sembra chiaro che la Fase 4 del MCU possa riservare sorprese di questo genere, che possano sviluppare e ampliare l’universo condiviso in direzioni fino a questo momento inesplorate. Il particolare sarà interessante vedere in che modo si sceglierà di raccontare la storia di Natasha Romanoff, che sarà diretta da Cate Shortland e che entrerà in produzione il prossimo anno. Il film sarà il secondo targato Marvel Studios con una protagonista donna e stando all’accoglienza ricevuta dal trailer di Captain Marvel, è chiaro che il pubblico non vede l’ora di accogliere eroine protagoniste.

MCU: 5 motivi per cui la strategia dei Marvel Studios è vincente

Fonte: Cinemablend