abbie-cornish-film

Divisa tra cinema e televisione, l’attrice Abbie Cornish ha costruito la propria fama partecipando a titoli di successo, siano essi lungometraggi o serie televisive. Così facendo ha potuto distinguersi come interprete, arrivando a collaborare con importanti attori e registi, grazie ai quali ha potuto maturare come interprete.

Ecco 10 cose che non sai di Abbie Cornish.

2Parte delle cose che non sai sull’attrice

abbie-cornish-limitless
 

Abbie Cornish: i film e i programmi televisivi

10. Ha recitato in noti lungometraggi. L’attrice debutta al cinema nel 2000 con il film La maschera di scimmia. Guadagna popolarità partecipando a Paradiso + Inferno (2006) e Un’ottima annata – A Good Year (2006), con Russell Crowe. Successivamente è tra gli interpreti dei film Elizabeth: The Golden Age (2007), con Cate Blanchett, Bright Star (2009), Sucker Punch (2011), Limitless (2011), W.E. – Edward e Wallis (2011), 7 psicopatici (2012), RoboCop (2014), Geostorm (2017), e Tre manifesti a Ebbing, Missouri, accanto agli attori Woody Harrelson, Sam Rockwell e Frances McDormand.

9. Ha preso parte a produzioni televisive. Parallelamente alla carriera cinematografica, l’attrice partecipa anche ad alcune serie TV di successo, come Wildside (1997-1999), Outriders (2001), Life Support (2001), Klondike (2014) e Jack Ryan (2018), dove ha ricoperto il ruolo di Cathy Mueller accanto all’attore protagonista John Krasinski.

Abbie Cornish è su Instagram

8. Ha un account personale. L’attrice è presente sul social network Instagram con un profilo seguito da 243 mila persone. All’interno di questo l’attrice è solita condividere fotografie scattate in momenti di svago quotidiano, ma anche immagini realizzate per riviste di moda o a fini promozionali dei suoi progetti da interprete.

Abbie Cornish in Limitless

7. Ha recitato insieme a celebri attori. Nel 2011 l’attrice è tra i protagonisti del film Limitless, dove ha avuto modo di collaborare con Bradley Cooper e Robert De Niro. La Cornish ha dichiarato di essere rimasta sorpresa dalla loro capacità di trasformarsi nel personaggio, passando con naturalezza da una situazione all’altra.

6. Il film era un nuovo genere per lei. Tra i motivi che hanno spinto l’attrice ad accettare di partecipare al lungometraggio, vi era la novità che un progetto simile rappresentava per lei. Si trattava infatti di un genere nuovo, a metà tra il thriller e la fantascienza, che la Cornish non vedeva l’ora di poter inserire nella propria filmografia.

Indietro