Smallville: la serie tv di Alfred Gough e Miles Millar

-

Tutto comincia,  in seguito alla catastrofica caduta di meteoriti contenenti un minerale radioattivo,  chiamato kryptonite, con cui molti abitanti di Smallville vengono contaminati dalle radiazioni presentando particolari mutazioni genetiche. Chloe Sullivan e Clark Kent, giornalisti in erba del liceo di Smallville, nonché adolescenti in piena crisi, indagano su questi eventi inspiegabili fino a trovarsi più di una volta invischiati nei loschi piani di Lionel Luthor, padre di Lex, che non sembra avere particolari problemi a spingersi fino all’omicidio per tentare di nascondere i propri affari.

SMALLVILLE – Serie TV

- Pubblicità -

STAGIONI : 10
ANNO : 2001 – IN PRODUZIONE
EPISODI : 196+
CAST : TOM WELLING, ALLISON MACK, ERIC JOHNSON, SAMUEL JONES III, JOHN SCHNEIDER, ANNETTE O’ TOOLE, MICHAEL ROSEMBAUM, JOHN GLOVER, KRISTIN KREUK, JENSEN ACKLES, JUSTIN HARTLEY, AARON ASHMORE, LAURA VANDERVOORT, CASSIDY FREEMAN, ERICA DURANCE, SAM WITWER, CALLUM BLUE
PRODUTTORE: SMALVILLE FILMS, TOLLIN/ROBBINS PRODUCTIONS & WARNER BROS. TELEVISION

SINOSSI : Tutto comincia,  in seguito alla catastrofica caduta di meteoriti contenenti un minerale radioattivo,  chiamato kryptonite, con cui molti abitanti di Smallville vengono contaminati dalle radiazioni presentando particolari mutazioni genetiche. Chloe Sullivan e Clark Kent, giornalisti in erba del liceo di Smallville, nonché adolescenti in piena crisi, indagano su questi eventi inspiegabili fino a trovarsi più di una volta invischiati nei loschi piani di Lionel Luthor, padre di Lex, che non sembra avere particolari problemi a spingersi fino all’omicidio per tentare di nascondere i propri affari.

La prima stagione del telefilm,  è incentrata sul cosiddetto “mostro della settimana” (un essere umano colpito dagli effetti della pioggia di meteoriti) che usa i suoi poteri per fini malvagi ed affrontato dal giovane Kent nel corso di un solo episodio. Inoltre, la prima stagione ruota  attorno alle misteriose origini aliene di Clark e sulla scoperta che il suo arrivo sulla Terra provocò incidentalmente la morte dei genitori di Lana, l’ amore giovanile di Clark.  Dalla seconda stagione si affrontano piccoli archi narrativi (accompagnati sempre dal cattivo della settimana), i quali diventeranno sempre più complessi col passare delle stagioni che si concentrano su Clark e sugli altri singoli personaggi. La scoperta della dinastia kryptoniana di Clark; l’introduzione di Jor-El e la Fortezza della solitudine; la comparsa della cugina di Chloe, Lois Lane, che nella nona stagione intraprende una relazione con Clark, ancora non sapendo del suo segreto; la lotta di Clark contro Brainiac, un androide alieno che tenta di liberare il terribile Generale Zod dalla Zona fantasma insieme ad altri prigionieri che Clark dovrà catturare o eliminare; l’arrivo della cugina biologica di Clark, Kara; e Lex che dapprima instaura una buona amicizia con il protagonista, che però si conclude nella terza stagione .

L’ottava stagione ruota attorno all’introduzione di Davis Bloome, ovvero Doomsday, e di una donna chiamata Tess Mercer, in sostituzione della fuoriuscita di Lex Luthor dalla serie. La nona stagione si basa sulla comparsa del maggiore Zod, www del generale Zod, a capo di un’armata di kandoriani, i quali cercano di ottenere i loro poteri che dovrebbero avere normalmente sulla terra.

smallville serie tv

ANALISISmallville è stata descritta dalla Warner Brothers come una sorta di  reinterpretazione della mitologia di Superman dalle sue origini. Il telefilm, è entrato di diritto nella top ten delle serie americane, trasmesse in Italia. Tanto è stato il suo successo, che in alcuni negozi di Roma e di Milano, sono stati venduti anche alcuni bambolotti rappresentati i personaggi più amati della serie. Gli episodi sono tutti caratterizzati da molti dubbi, alcuni misteri, superpoteri, e ruotano intorno alla figura del protagonista Clark. La fase di crescita del  suo personaggio, è già di per sé molto complessa e in Smallville viene rappresentata con grande abilità, fornendo agli spettatori un’ innovativa e particolare chiave di lettura che li spinge a seguire sempre di più la complessa trama e ad appassionarsi agli episodi.

Ecco quindi che i tanto famosi poteri dell’uomo di acciaio, vengono rappresentati al pubblico come una sorta di handicap , una debolezza invece che una forza,  che tende ad isolare sempre di più  il protagonista rendendolo almeno nella prima fase della serie una sorta di boy scout nerd. Speciale, ma solitario, in questo contesto si muove il nostro protagonista, in una sorta di dualismo paradossale ed estremamente efficace che permette a tutti di identificarsi con il supereroe, il quale dopo un ‘adolescenza alquanto difficile, dimostrerà al mondo intero di essere l’ unico che può salvare l’umanità dall’imminente pericolo che la sovrasta.

Le atmosfere che si possono percepire in questo telefilm, rimandano un po’ a quelle già viste nella fortunata serie “Dawson’s Creek” e  in “Twin Peaks”. Smallville, si avvale di trame ben studiate, che nascondono problematiche ben più profonde e molto attuali, come per esempio l’ anoressia, i conflitti generazionali, quelli tra padri e figli , la difficoltà di essere accettati dai compagni , ecc. ecc.

Smallville ha vinto numerosi premi, dagli Emmy Awards ai Teen Choice Awards. Nel 2002 ha vinto un emmy per il miglior montaggio sonoro per una serie. Quattro anni dopo ha vinto un altro Emmy per il miglior montaggio per una serie. La serie ha vinto poi,  il Leo Awards in numerose occasioni. La truccatrice Natalie Cosco ha vinto il Leo Award per il Miglior Trucco due volte, uno per il suo lavoro nell’episodio della quarta stagione Incubi, e uno per il suo lavoro negli episodi della sesta stagione Il potere dell’acqua e Rampicante.

La sesta stagione di Smallville ha vinto un Leo Award per la migliore serie drammatica; James Marshall ha vinto la migliore regia per l’episodio Zod. I tecnici degli effetti visivi hanno vinto il premio per i Migliori Effetti Visivi per il pilot nell’edizione 2002.]Diversi membri del cast regolare hanno vinto numerosi premi per la loro recitazione nella serie. Nel 2001 Michael Rosenbaum vinse un Saturn Award come Miglior Attore non Protagonista. Tom Welling vinse un Teen Choice Award per la Choice Breakout TV Star – Male nel 2002 mentre Allison Mack ha vinto per il secondo anno di fila un Teen Choice Award nella categoria “Choice TV Sidekick/Miglior personaggio televisivo non protagonista”.

- Pubblicità -
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.
- Advertisment -

ALTRE STORIE

- Advertisment -
- Advertisment -