Adattamento dell’omonimo e popolare romanzo per ragazzi, Colpa delle stelle è arrivato nelle sale cinematografiche nel 2014 con la regia di Josh Boone. In breve, la pellicola è diventata un grande successo in tutto il mondo, ottenendo ottimi riscontri di pubblico anche in Italia, dove è arrivata a guadagnare oltre 5 milioni di euro. A livello mondiale l’incasso ammonta ad oltre 300 milioni di dollari, a fronte di un budget di soli 12. Il merito va anche ai due giovani e apprezzati protagonisti, che hanno saputo attrarre numerosi spettatori verso questa storia d’amore e di lotta contro un destino avverso.

 

Tutto nasce dal romanzo pubblicato nel 2012 da John Green, divenuto in breve tempo un vero e proprio best seller, apprezzato tanto da un pubblico giovane quanto da uno più adulto. In particolare, critica e lettori sono concordi nell’indicare come elementi di successo del libro il suo trattare in modo leggero temi delicati come quello della malattia. Così facendo, Green ha offerto un nuovo punto di vista a riguardo, narrato attraverso personaggi complessi e intriganti. Per il titolo del romanzo, l’autore si è ispirato al primo atto, scena 2, del Giulio Cesare di William Shakespeare, in cui Cassio dice a Bruto: “la colpa, caro Bruto, non è delle nostre stelle, ma nostra, se siamo dei subalterni“.

Colpa delle stelle: la trama e il cast del film

Protagonisti del film sono Hazel e Gus, due giovani adolescenti, anticonformisti e dallo spiccato spirito sarcastico. Conosciutisi durante le riunioni in un gruppo di sostegno per malati di cancro, i due si innamoreranno irrimediabilmente l’uno dell’altro, decidendo di vivere la loro storia nonostante le avversità che il destino porrà sul loro cammino. Nel timore che le rispettive malattie possano separarli, i due iniziano a condividere tutte le loro passioni, tra cui il libro preferito di Hazel, intitolato Un’afflizione imperiale, scritto da Peter Van Houten. Desiderosi di incontrare quest’ultimo, i due partiranno verso una nuova avventura, coronando la loro storia d’amore. La malattia di Gus, tuttavia, si ripresenterà inesorabile, complicando il loro rapporto.

Nel ruolo dei due ragazzi protagonisti vi sono gli attori Shailene Woodley e Ansel Elgort. I due, già piuttosto noti prima del film, hanno con questo consacrato la loro popolarità. Nello stesso anno hanno inoltre recitato insieme nel film Divergent, primo capitolo di una trilogia proseguita con Insurgent (2015) e Allegiant (2016). In questa recitavano nel ruolo di due fratelli, passando invece ad essere amanti in Colpa delle stelle. La loro amicizia è stata di aiuto a ciò, permettendogli di ottenere un’ottima chimica di coppia. Per dar vita ai loro personaggi, l’attrice ha inoltre affinché Elgort leggesse il libro da cui è tratto il film, e di cui lei è una grande fan. L’attore, che non sembrava ritenere necessaria la lettura, si convinse infine a farlo per lei, pur di non deluderla.

Particolarmente desiderosa di far parte del progetto, la Woodley scrisse numerose e-mail al regista e allo scrittore del romanzo, affermando di essere pronta a qualunque cosa pur di far parte del progetto. Green, inizialmente, non credeva che l’attrice fosse adatta per il ruolo, ma dopo aver assistito al provino si ricredette immediatamente, affermando di essere stato profondamente commosso dalla sua dedizione. Per la parte, inoltre, la Woodley decise di tagliarsi realmente i capelli per il ruolo di Hazel, rifiutandosi di indossare una parrucca. L’attrice ha poi donato i propri capelli all’ospedale locale, permettendo così di realizzare con questi una parrucca per i bambini malati. Completano il cast anche gli attori Laura Dern, nel ruolo della madre di Hazel, e Willem Dafoe, nel ruolo del burbero scrittore Van Houten.

colpa delle stelle cast

Colpa delle stelle: la vera storia che ha ispirato il romanzo

Benché riadattata per poter diventare un romanzo prima e un film poi, la storia di Colpa delle stelle si basa sulla vera amicizia che legava Green ad una giovane ragazza malata di cancro. Questa è Esther Earl, nata nel 1994, a cui all’età di 12 anni venne diagnosticato un cancro alla tiroide. La ragazza visse il periodo della malattia con grande coraggio, aprendo un canale YouTube dove parlava della propria malattia e della propria vita con essa. In breve, divenne una piccola celebrità sul Web, fino al momento della sua scomparsa. La ragazza si spense infatti il 25 agosto del 2010, all’età di 16 anni.

Esther e Green si conobbero nel 2009, ad un evento dedicato alla saga di Harry Potter. Lo scrittore si trovava lì per assistere ad un’esibizione del fratello, mentre la ragazza era presente in quanto fan della saga fantasy. L’attenzione di Green fu catturata dalla bombola d’ossigeno che lei portava dietro con sé, e i due iniziarono così a parlare stringendo amicizia. I due intrapresero poi una fitta corrispondenza, scambiandosi novità, curiosità e qualunque altra cosa accadesse nelle loro vite. In seguito alla scomparsa della ragazza, per elaborare il lutto Green decise di rimettere mano al romanzo che stava scrivendo, trasformando radicalmente la storia affinché prendesse maggiormente spunto dalla vicenda di Esther.

Lo scrittore ha infatti raccontato che ciò che più lo ha ispirato nello scrivere il libro è stata l’empatia e la vitalità di Esther, la quale affrontava sempre con il sorriso la sua difficile situazione. Green non voleva però appropriarsi della sua storia, decidendo perciò di costruirne una che avesse solo dei piccoli riferimenti alla giovane. Il personaggio di Hazel, ad esempio, presenta solo alcune somiglianze superficiali con Esther. Tra queste vi sono il tipo di cancro e la necessità di girare con le bombole d’ossigeno. L’autore è inoltre convinto del fatto che se non avesse incontrato la ragazza, non avrebbe mai potuto scrivere una storia del genere, dedicando quindi a lei tutto il suo successo.

Colpa delle stelle: le canzoni, le frasi, il trailer del film e dove vederlo in streaming

La storia d’amore tra i due protagonisti è caratterizzata dal alcuni popolari brani, che caratterizzano il film e la sua malinconica atmosfera. Tra questi si annoverano Simple As This di Jake Bugg, All I Want dei Kodaline, Let Me In dei Grouplove, Wait degli M83, No One Ever Loved di Lykke Li e What You Wanted dei OneRepublic. A firmare il brano portante del film è poi il celebre cantautore britannico Ed Sheeran. La sua All of the Stars si afferma come la canzone che meglio descrive i due protagonisti e il loro struggente amore. Si tratta di una ballata romantica, ricca del talento popolare cantante che riconferma con questo brano il proprio successo tra le giovani generazioni.

Per gli amanti del film, o per chi volesse vederlo per la prima volta, è possibile fruirne grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Colpa delle stelle è infatti presente nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Infinity. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video.

Il film è celebre anche per via di alcune frasi divenute simbolo del difficile amore tra i due protagonisti. Grazie a queste, gli spettatori hanno potuto affezionarsi ancor di più a loro e alle loro emozioni, sentendole come proprie. Ecco allora alcune delle frasi più belle presenti nel film:

Sono innamorato di te, e non sono il tipo da negare a me stesso il semplice piacere di dire cose vere. Sono innamorato di te, e so che l’amore non è che un grido nel vuoto, e che l’oblio è inevitabile, e che siamo tutti dannati e che verrà un giorno in cui tutti i nostri sforzi saranno ridotti in polvere, e so che il sole inghiottirà l’unica terra che avremo mai, e sono innamorato di te! (Gus)

Puoi scegliere di non soffrire in questo mondo, però puoi scegliere per chi soffrire. E a me piace la mia scelta, spero che ad Hazel piaccia la propria. (Gus)

Mi sono innamorata di te come quando ci si addormenta: piano piano poi… Profondamente. (Hazel)

Se vuoi vedere l’arcobaleno, devi sopportare la pioggia. (Hazel)

È questo il problema del dolore. Esige di essere sentito. (Gus)

Fonte: IMDb, HistoryvsHollywood