Ender's Game film

Da quando Harry Potter è arrivato sul grande schermo sono numerosi i film e le saghe per ragazzi che si sono susseguite, con più o meno fortuna, apportando sempre qualcosa di nuovo ad un panorama sempre più florido. In questo filone si inserisce anche Ender’s Game, diretto dal regista Gavin Hood nel 2013 e basato sul romanzo Il gioco di Ender, scritto nel 1985 da Orson Scott Card. Di genere fantascientifico, il film si concentra su un giovane protagonista intento ad addestrarsi per diventare una letale macchina da guerra in uno scontro tra specie diverse.

Dal romanzo di Card è in seguito nato un fortunato ciclo letterario, noto come Ciclo di Ender, attraverso cui si esplorano diversi punti di vista e storie del grande universo narrativo ideato dallo scrittore. Divenuto un romanzo fondamentale per i ragazzi, Il gioco di Ender gode da sempre di grande popolarità, cosa che lo ha infine portato ad entrare nelle attenzioni degli studios cinematografici. Per anni, tuttavia, Card si è opposto ad una trasposizione del suo libro, salvo poi occuparsi personalmente della realizzazione di ciò.

Con l’acquisizione dei diritti sul romanzo, Ender’s Game può finalmente prendere forma, arrivando infine in sala nell’autunno del 2013. Qui il film si è affermato come un discreto successo, guadagnando circa 125 milioni di dollari a fronte di un budget di 110. Con un risultato non entusiasmante di questo tipo, il futuro della saga è ancora incerto, anche se i fan di questa hanno più volte chiesto a gran voce di poter vedere nuovi film dedicati al Ciclo. Proseguendo qui nella lettura sarà intanto possibile scoprire le principali curiosità legate al primo film, dalla trama al cast di attori.

Ender’s Game: la trama del film

La storia del film, ambientata in un prossimo apocalittico futuro, vede la Terra attaccata da una razza aliena ostile, i Formics, la quale ha ucciso in breve tempo milioni di persone. Se non fosse per le gesta eroiche del Gran Mazer di nome Rackham, il quale si sacrificò distruggendo l’astronave madre degli alieni, tutto sarebbe stato perduto già da molto tempo. Cinquant’anni dopo tale vittoria, l’umanità si prepara ad un eventuale contrattacco nemico, e per essere sicura di avere possibilità di sopravvivenza addestra una serie di bambini dotati all’arte della guerra. Formare un nuovo esercito è infatti quanto mai indispensabile.

Ad occuparsi della cosa è il colonello Hyrum Graff, il quale nel reclutare i vari ragazzi spera di trovare il nuovo Mazer Rackham. Attraverso una dura selezione, composta da vari livelli e prove, egli ricerca infatti i migliori talenti per assicurare la vittoria del proprio pianeta. Ad eccellere sopra tutti è il giovane Ender Wiggins, il quale manifesta un insuperabile connubio tra intelligenza, empatia, e doti strategiche. Individuato per le sue doti, egli viene nominato capitano della sua squadra, e avrà a disposizione un tempo limitato per assicurarsi che tutto sia pronto in vista della battaglia. Nel momento in cui questa si presenta, però, non è affatto come Enders se l’aspettava.

Ender's Game cast

Ender’s Game: il cast del film

Per dare vita al film, sono stati coinvolti alcuni tra i maggio interpreti di Hollywood, come anche delle giovani promesse della recitazione. Ad interpretare Ender, il giovane protagonista, è l’attore Asa Butterfield, divenuto celebre grazie al film Hugo Cabret e oggi impegnato nella serie Netflix Sex Education. Per prepararsi al ruolo, egli dovette allenarsi in diverse discipline di combattimento, come anche partecipare ad un addestramento per astronauti, dove si è dovuto misurare con prove a gravità zero. Accanto a lui, nel ruolo della sorella minore Valentine, vi è l’attrice Abigail Breslin, diventata celebre per il film Little Miss Sunshine. Hailee Steinfeld, invece, è Petra Arkanian, un altro cadetto che si unirà a Ender nel suo addestramento.

Nel film sono poi presenti attori premi Oscar del calibro di Viola Davis nei panni della psicologa Gwen Anderson, e Ben Kingsley in quelli del leggendario capitano Mazer Rackham. Per dar vita a questo, l’attore si è dovuto quotidianamente sottoporre a diverse ore di trucco per farsi applicare sul viso i tatuaggi tipici della tradizione Tā moko. Infine, nel ruolo del colonnello Hyrum Graff, mentore di Ender, vi è Harrison Ford. L’attore, che si è dichiarato particolarmente entusiasta di partecipare ad una storia di questo genere, ha descritto il suo personaggio come un misto di ombra e luce, essendo egli tanto una figura paterna quanto un controverso manipolatore. La sua interpretazione è stata poi particolarmente apprezzata, e gli ha fatto guadagnare una nomination come non protagonista ai Saturn Award.

Ender’s Game: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Considerato l’ampio universo narrativo ideato da Card, era lecito aspettarsi la formazione di una vera e propria saga cinematografica relativa al Ciclo di Ender. I piani dei produttori erano infatti quelli di dar subito vita ad un secondo film. Il romanzo da cui trarre spunto per questo sarebbe dovuto essere Speaker for the Dead, secondo libro del Ciclo. Tuttavia, dato il non entusiasmante risultato al box office il progetto si trova momentaneamente in stand-by. Con l’uscita nel 2017 del nuovo romanzo Children of the Fleet, si pensò che adattare questo potesse risultare di maggior attrattiva per gli spettatori. Tuttavia, ad oggi, non vi sono ancora notizie ufficiali, se non che la saga potrebbe in realtà proseguire sotto forma di serie televisiva.

Per gli appassionati del film è possibile fruire di questo grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Ender’s Game è infatti disponibile nel catalogo di Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Netflix e Amazon Prime Video. Per vederlo, basterà sottoscrivere un abbonamento generale o noleggiare il singolo film. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si ha soltanto un determinato periodo di tempo entro cui vedere il titolo. Il film sarà inoltre trasmesso in televisione il giorno lunedì 7 dicembre alle ore 21:20 sul canale Rai 4.

Fonte: IMDb