Quel treno per Yuma film

I film di genere western sono ormai sempre più rari al cinema, ma ogni volta che ne viene realizzato un nuovo in grado di raccontare qualcosa di nuovo su quell’epoca ormai lontana questo non manca di ricevere grandi apprezzamenti tanto di critica quanto di pubblico. Se di recente è toccato a titoli come Notizie dal mondo e Hostiles – Ostili, nel 2007 ad aver conquistato i fan del genere è stato Quel treno per Yuma, diretto da James Mangold, autore di film come Logan – The Wolverine e Le Mans ’66 – La grande sfida. Qui al suo primo, e ad ora unico, western, il regista ha una volta di più dimostrato la sua capacità di adattarsi a generi diversi, arricchendoli di epica e grande intrattenimento.

Quella da lui qui raccontata non è però una storia originale, poiché si tratta del remake dell’omonimo classico del 1957, diretto da Delmer Daves. Allo stesso modo, però, la trama è tratta dal racconto scritto da Elmore Leonard nel 1953 e pubblicato per la prima volta sul Dime Western Magazine. Il film di Mangold presenta però ovviamente alcune modifiche e aggiustamenti, attuati in fase di scrittura. Nonostante l’entusiasmo per il progetto, la lavorazione di questo si rivelò particolarmente complessa. In fase di ripresa furono infatti diversi gli incidenti che rallentarono la troupe, tra cui il ferimento di una controfigura e la morte accidentale di un cavallo.

Alla fine però Quel treno per Yuma riuscì ad arrivare in sala, venendo indicato dalla critica come migliore dell’originale. Al box office il film riuscì ad incassare la modesta cifra di circa 70 milioni di dollari a fronte di un budget di 55. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alle differenze con il film del 1957. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Quel treno per Yuma: la trama del film

La storia è ambientata nell’Arizona del 1884. Dan Evans veterano della guerra civile e allevatore in gravi difficoltà economiche, contribuisce alla cattura del fuorilegge Ben Wade, la cui banda ha preso di mira diversi corrieri della Southern Pacific Railroad. Con la promessa di una ricompensa di 200 dollari, Dan accetta di scortare, assieme ad altri volontari, il famoso fuorilegge fino alla stazione della vicina città di Contention. Lì alle 3:10 p.m. arriverà un treno che condurrà Wade al carcere di Yuma, ma la sua intera banda, capeggiata da Charlie Prince non aspetta altro che l’occasione giusta per liberarlo. Il rapporto di reciproco rispetto generatosi tra Evans e Wade, però, renderà il tutto più complesso.

Quel treno per Yuma cast

Quel treno per Yuma: il cast del film

Originariamente per il ruolo del fuorilegge Ben Wade era stato scelto l’attore Tom Cruise. Questi tuttavia si allontanò dal progetto nel momento in cui la sua realizzazione tardava ad avvenire. Al suo posto è allora subentrato il premio Oscar Russell Crowe, prima scelta di Mangold per il ruolo. Fu la sua presenza a convincere i produttori a far partire finalmente le riprese del film. Accanto a lui, nei panni del veterano Dan Evans, si ritrova invece Christian Bale. La scelta di questi venne fortemente sostenuta anche dallo stesso Crowe, che lo ritiene uno dei migliori della sua generazione. Bale tornerà poi a recitare per Mangold proprio nel recente Le Mans ’66 – La grande sfida.

Ad interpretare il figlio di Dan, che lo seguirà nel suo viaggio, è invece l’attore Logan Lerman, affermatosi in seguito grazie a film come Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo e Noi siamo infinito. Dallas Roberts è presente nei panni di Grayson Butterfield, il rappresentante della società ferroviaria attaccata da Wade, la Southern Pacific Railroad. Il celebre Peter Fonda, noto per il film Easy Rider, ricopre il ruolo di Byron McElroy, capo della spedizione che scorta Wade al treno. Di questa fanno parte anche Tucker, interpretato da Kevin Durand, e Doc Potter, interpretato da Alan Tudyk. Ben Foster è il criminale Charlie Prince, braccio destro di Wade, mentre Vinessa Shaw è l’affascinante Emma.

Quel treno per Yuma: le differenze con il film originale

Nel dar vita alla sua versione del racconto, Mangold si è mantenuto particolarmente fedele rispetto ad alcuni episodi narrati anche nell’originale del 1957, operando però diverse significative differenze che permettono al film di acquisire ulteriori significati. La prima parte di entrambe le opere, con la presentazione dei personaggi, del contesto e della vicenda, risulta essere infatti estremamente simile, con chiari omaggi del film del 2007 al suo predecessore. È però a partire dall’inizio del viaggio di Evans e Wade che hanno luogo le prime differenze. Innanzitutto, ad accompagnare Evans non è più la moglie bensì il figlio. Questo cambiamento ha permesso non solo di evidenziare il rapporto tra i due, ma anche di far risaltare il desiderio di Evans di apparire come un eroe agli occhi del figlio.

L’altra grande differenza tra i due film si ritrova nel loro finale. Il remake di Mangold, infatti, presenta un finale tutt’altro che lieto, dove Evans riesce a proteggere la propria famiglia sacrificando però sé stesso. Ciò non avviene invece nel film del 1957, dove l’eroe positivo trionfa in tutto e per tutto, mentre al fuorilegge spetta la punizione del carcere. Apportando tale modifica, il regista ha però potuto aggiornare le tematiche del film. Se nell’originale la linea di demarcazione tra bene e male, buono e cattivo è più decisamente netta, in questa nuova versione viene grossomodo a decadere, lasciando trasparire personaggi più ricchi di sfumature e perciò più realistici.

Quel treno per Yuma: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire di Quel treno per Yuma grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Chili Cinema, Infinity, Tim Vision e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di martedì 16 febbraio alle ore 21:00 sul canale Iris.

Fonte: IMDb