Single ma non troppo film

Popolare commedia del 2016, Single ma non troppo (qui la recensione) ha confermato le doti comiche dell’attrice Dakota Johnson, fino a quel momento nota principalmente per la trilogia di 50 sfumature di grigio. Diretta da Christian Ditter, già noto per il film #Scrivimiancora, la commedia vanta all’interno del suo cast popolari attrici della scena statunitense come Alison Brie, Leslie Mann e, in particolare, l’esplosiva Rebel Wilson. Rivelatosi poi un grande successo commerciale, non tutti sanno che il film è basato su un popolare romanzo.

 
 

Intitolato How to be Single, ma in Italia tradotto con lo stesso titolo del film, il libro è stato scritto da Liz Tuccillo, noto autore di commedie, e pubblicato nel 2008. Diventato da subito un grande successo, ne vennero acquistati rapidamente i diritti per una trasposizione cinematografica, che inizialmente avrebbe dovuto essere diretta dall’attrice Drew Barrymore. Il progetto è in seguito passato di mano, rimanendo grossomodo bloccato fino al 2014, anno in cui iniziarono a svolgersi i casting per i ruoli principali.

Con un budget di 38 milioni di dollari, il film riuscì, nonostante le critiche contrastanti, ad ottenere un buon successo di pubblico, arrivando a guadagnare complessivamente circa 100 milioni in tutto il mondo. Ad essere lodate, in particolare, furono la frizzante sceneggiatura e le interpretazioni delle protagoniste. Il film è inoltre stato indicato come una delle commedie più brillanti dell’anno, e ha ricevuto nomination a popolari premi proprio come uno dei titoli preferiti dal pubblico di quell’anno.

Single ma non troppo: la trama del film

Protagonista del film è Alice, la quale in procinto di partire per New York si trova a voler prendere una pausa dal fidanzato Josh, con il quale ha una relazione dai tempi del college. La giovane è infatti desiderosa di scoprire sé stessa e poter fare affidamento sulla propria autonomia. Una volta arrivata nella nuova città, Alice si fa ospitare da sua sorella Meg, iniziando a lavorare come assistente legale. Sul posto di lavoro ha così modo di stringere amicizia con Robin, dal carattere indomito e la quale è solita trascorrere le proprie serate tra feste e avventure di una notte. Trascinata da quest’ultima ad un affollato party, Alice fa la conoscenza di Tom, giovane e affascinante barista. Con lui, però, passa la serata soltanto a parlare della propria vita, stringendo amicizia.

Da quel momento, le vicende di Alice prenderanno una piega inaspettata. Convintasi a voler tornare con Josh, la giovane scopre che ciò non è più possibile, in quanto egli sta ormai frequentando un’altra ragazza. Delusa e intristita, Alice si concede dunque esperienze impreviste, tra party e serate a base di bevute. Per lei ha infatti inizio un delicato percorso che la porterà a scoprire cosa vuol dire essere single, imparando a rispettare sé stessa senza sacrificarsi per i desideri degli altri. In particolare, Alice dovrà superare la propria paura di rimanere da sola, riconoscendo il fatto di non esserlo realmente. Solo quando sarà riuscita in ciò, avrà modo di godersi i sogni che si era da sempre prefissata.

Single ma non troppo cast

Single ma non troppo: il cast del film

Per la buona riuscita di un film comico elemento fondamentale sono gli attori. Se questi non sono in grado di rendere memorabili e attraenti i personaggi, o se non si genera una buona chimica tra di loro, il film è a rischio. Per questo per la produzione era importante trovare i giusti interpreti per i ruoli principali del film. Inizialmente, il ruolo di Alice era stato offerto all’attrice Lily Collins, la quale dopo aver inizialmente accettato si trovò a dover abbandonare il progetto per via di altri impegni. Al suo posto subentrò così l’attrice Dakota Johnson, reduce dal successo di Cinquanta sfumature di grigio. Per lei si trattava della prima prova come attrice protagonista di una commedia.

Per sostenerla, la produzione ricercò un’attrice che potesse, con il ruolo di Robin, rappresentare il vero elemento di comicità dell’intero film. Fu così che l’attrice Rebel Wilson entrò a far parte del film. Celebre per la trilogia di Pitch Perfect, la Wilson è un puro talento comico, nuovamente sfoggiato grazie al ruolo ricoperto nel film. Per questa sua nuova interpretazione, l’attrice ha infatti ricevuto numerose lodi da parte di critica e pubblico. Fanno poi parte del cast le attrici Alison Brie nel ruolo di Lucy, e Leslie Mann per quello di Meg. Gli attori Nicholas Braun e Anders Holm ricoprono invece i ruoli di Josh dell’affascinante barista Tom.

Single ma non troppo: il libro, alcuni film simili e lo streaming

Considerando la trama del film, essa si discosta molto da quanto effettivamente narrato all’interno del libro di Tuccillo. Questo, infatti, viene preso soltanto come spunto iniziale da cui è stata poi costruita una vicenda più in linea con le necessità della narrazione per il cinema. Nel libro, infatti, si narra di una donna di quasi quarant’anni di nome Julie. Questa si trova ad essere improvvisamente lasciata dal compagno, ritrovandosi così single da un giorno all’altro. La trama del libro si concentra allora sul viaggio intorno al mondo che la donna compie, desiderosa di scoprire come il genere femminile reagisca all’essere single nelle diverse parti del pianeta. Nulla in comune dunque con la trama del film, che mantiene in comune con il testo letterario soltanto le sue tematiche.

Single ma non troppo si inserisce poi all’interno di un filone di commedie sentimentali arricchitosi, negli ultimi anni, di titoli di buon successo. Tra i film più simili a questo si può infatti ritrovare Non è romantico?, con protagonista la stessa Rebel Wilson. O ancora Tutte contro lui, con Cameron Diaz, Le amiche della sposa, con Kristen Wiig, o 5 anni di fidanzamento, con Jason Segel. Titoli meno recenti possono invece essere La verità è che non gli piaci abbasta, con Jennifer Aniston, Sex and the City, con Sarah Jessica Parker, e anche Il diario di Bridget Jones e i suoi due sequel con protagonista la premio Oscar Renée Zellweger.

Per gli amanti del film, o per chi volesse vederlo per la prima volta, è possibile fruirne grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Single ma non troppo è infatti presente nel catalogo di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Infinity Tim Vision Amazon Prime Video e Apple iTunes. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video.

Fonte: IMDb