the amazing spider-man 3

The Amazing Spider-Man 3 è un film che non ha mai avuto modo di esistere. Pensato come sequel e terzo capitolo della saga di Amazing Spider-Man, a causa di una serie di motivi diversi, si decise di non fargli vedere la luce (era già stato programmato insieme a un 4 film della serie) in favore di un reboot del personaggio.

Questo terzo film aveva tutte la carte in regola per essere un buon prodotto targato Sony, frutto della volontà dello studio di realizzare un propri universo condiviso. In ogni caso si sa già come sia andata a finire: del film non ne è più fatto niente e ad Andrew Garfield è stato poi preferito Tom Holland.

The Amazing Spider-Man 3: il film

the amazing spider-man 3

The Amazing Spider-Man sarebbe dovuta essere una saga. Già nel giugno del 2013 la Sony aveva fissato la data di uscita di un terzo film, posizionata per il 10 giugno 2016. Di questo film si erano già avute le conferme della presenta di Kurtzman, Orci e Pinkner come sceneggiatori, di Marc Webb alla regia della conferma di Andrew Garfield per il ruolo del protagonista.

Già l’anno successivo la Sony spostò l’uscita del film al 2018, anno in cui era già stata precedentemente fissata la data un futuro quarto film della saga, diventato poi ipotetico poiché sia Garfield che Webb non erano sicuri di tornare nei loro rispettivi ruoli. Già nel luglio del 2014 cominciano a vedere la luce diversi problemi, che fanno spostare il film fino a data da destinarsi fino a quando i due sequel pensati verranno cancellati per fare spazio al reboot Spider-Man: Homecoming, uscito nel 2017, con Tom Holland come protagonista.

Pare che tra Garfield e lo studio non sia corso buon sangue dopo il secondo capitolo della saga, dato che l’attore e lo sceneggiatore Alex Kurtzman avevano già iniziato a lavorare al progetto. In ogni caso, Andrew si è sempre mostrato molto diplomatico anche dopo essere stato messo da parte ed dopo essere stato sostituito dal giovane Tom Holland.

The Amazing Spider-Man 3: 2016

the amazing spider-man 3

Dopo il ritiro di Sam Raimi da un eventuale Spider-Man 4 a causa delle interferenze dello studio, la Sony Pictures decise di fare un reboot del franchise. La nuova serie dell’uomo ragno ha visto Andrew Garfield come protagonista e Marc Webb come regista. Per la Sony è stata una sfida, poiché la collaborazione tra Sam Raimi e Tobey Maguire è sempre stata determinata da un comprovato successo, conclamato da gli ottimi incassi di tutti e tre i film realizzati.

In ogni caso, lo studio voleva qualcuno di giovane per il ruolo di Peter Parker, sentendo che la storia di Spider-Man è la storia di un ragazzo che prova a diventare un uomo. Mentre alcuni fan hanno espresso tristezza per il fatto di andare a perdere l’interpretazione di Tobey Maguire, altri erano felici del fatto che ci sarebbe stato un altro film sull’uomo ragno di altro tipo. In più, secondo alcuni, non si sarebbe più vista almeno l’espressione confusa di Maguire mentre recita. Questione di gusti.

Il 2012 vede la nascita del primo Amazing Spider-Man. Questo primo film è andato oltre la storia delineata da Raimi e il personaggio andava incontro ha una seria e approfondita psicologia e attaccamento al mondo reale. Questo film ha avuto anche un cast di un certo livello: Denis Leary, Martin Sheen, Sally Field ed Emma Stone. In più, forse la coppia Garfield ed Emma Stone era forse molto più attrattivi di Kristen Dunst e Tobey Maguire. Il film andò bene al box office, registrando anche un ottimo record per essere un reboot. Il film si è anche guadagnato un’ottima critica.

Il seguito, Il potere di Electro, non ha avuto il successo del precedente, sia di critica che di pubblico: il consenso generale era che gli interpreti avevano fatto un buon lavoro, ma ci sarebbe stato molto da fare per realizzare un ottimo film come era stato per il primo.

Nonostante ciò, la Sony aveva già programmato i numeri 3 e 4 della saga, previsti, rispettivamente, per il 10 giugno 2016 e per il 4 maggio 2018: il piano non comprendeva solo la resurrezione di Gwen Stacy e di suo padre, ma anche che Gwen sarebbe diventata una sorta di Spider-Gwen che ha avuto il suo debutto fumettistico nel 2015 (Gwen avrebbe gli stessi poteri di Spider-Man e sarebbe di un’altra dimensione). L’idea della Sony era quella di creare un universo per competere con il Marvel Cinematic Universe, usando, ironicamente, dei personaggi concepiti dalla Marvel.

The Amazing Spider-Man 3: trama

the amazing spider-man 3

Per questo terzo film era stato confermato Paul Giamatti per il ruolo di Rhino. Marc Webb aveva dato per certa la sua presenza alla lavorazione del terzo film, mentre avrebbe fornito solo qualche consulenza per il successivo quarto: cosa non presa di buon auspicio. Alla fine, entrambi i film vennero cancellati.

È stato strano che lo studio, che aveva in mente grandi piani per il personaggio, li ha subito rimossi. I perché della questione sono diversi, tra cui, probabilmente il fatto di non aver trovato la giusta sceneggiatura o il fatto di aver avuto qualche disaccordo tecnico. Il terzo capitolo di Amazing Spider-Man, stando alle rivelazioni di Marc Webb, ci sarebbe stato il Goblin, interpretato da Chris Cooper, e ci sarebbe stato anche un nuovo personaggio che si sarebbe fatto chiamare Il Gentiluomo.

In questo terzo capitolo l’Uomo Ragno sarebbe entrato in possesso di una formula che, con il suo utilizzo, avrebbe potuto riportare in vita le persone defunte. L’ipotesi era quella di far tornare in vita il cap. Stacy, Gwen Stacy e zio Ben.

The Amazing Spider-Man 3: Venom

the amazing spider-man 3

Mentre si pensava alla realizzazione del terzo e quarto capitol del franchise, la Sony aveva anche pianificato la realizzazione di film incentrati sui villain: i Sinistri Sei e Venom. Questi film sarebbero stati essenziali per realizzare un universo condiviso targato Sony, sulla scia di quello Marvel. Venom è stato poi realizzato e distribuito il 4 ottobre 2018 in Italia: diretto da Ruben Fleischer, il protagonista è stato interpretato da Tom Hardy.

Fonte: looper