Jurassic World: Dominion

Come sappiamo, Jurassic World: Dominion è stato uno dei primissimi blockbuster di Hollywood a tornare in produzione dopo il lungo stop causato dal lockdown in seguito all’emergenza Coronavirus. Naturalmente, per farlo, la Universal Pictures ha dovuto implementare sul set tutta una serie di rigidi protocolli sanitari per permettere ai membri coinvolti nella realizzazione del film di poter lavorare in sicurezza.

 
 

Adesso, stando a quanto riportato dal New York Times, per garantire la sicurezza necessaria allo svolgimento delle riprese del sesto attesissimo capitolo della celebre saga dedicata ai dinosauri, la major ha speso ben 9 milioni di dollari: secondo quanto apprendiamo dalla fonte, parte del budget è stato impiegato per affittare un intero hotel per la durata di ben 20 settimane e anche per acquistare 18.000 tamponi.

La troupe del film, composta da oltre 750 persone, è stata divisa in due gruppi: chi è parte “essenziale” delle riprese e del lavoro sul set viene sottoposto al test per il Covid-19 almeno tre volte a settimana. Inoltre, sono stati installati e messi a disposizione di cast e troupe oltre 150 disinfettanti per le mani. Ancora, i set vengono sanificati ogni giorno con una sorta di nebbia antivirale.

Jurassic World: Dominion vedrà sia Chris Pratt che Bryce Dallas Howard tornare nei loro ruoli. Insieme a loro, ritroveremo anche Justice Smith, Daniella Pineda, Jake Johnson e Omar SyLaura Dern e Sam Neill riprenderanno rispettivamente i ruoli che avevano in Jurassic Park, rispettivamente la Dr. Ellie Sattler e il Dr. Alan Grant. I personaggi sono stati visti per l’ultima volta nel Jurassic Park 3 del 2001. Un altro eroe originale, Ian Malcolm, interpretato da Jeff Goldblum, ha firmato per tornare in Jurassic World 3. Goldblum è stato visto l’ultima volta in Jurassic World: Il Regno Distrutto.