coronavirus

Il regista Matt Reeves ha confermato che The Batman non sarà una storia di origini. La produzione del film è stata momentaneamente sospesa a causa della pandemia di Covid-19, ma Reeves è comunque impegnato con la promozione della serie Amazon Tales From the Loop (in cui figura tra i produttori esecutivi). Naturalmente, tra gli argomenti affrontati durante le varie interviste, è inevitabile che alcune domande finiscano per riguardare l’attesissimo cinecomic con Robert Pattinson.

 
 

Parlando con Nerdist, Matt Reevees ha spiegato l’idea alla base del suo The Batman e come ha affrontato la spinosa questione delle origini del personaggio: “Non volevo raccontare una storia di origini, ma piuttosto un racconto che riconoscesse ancora una volta quelle origini, in quanto hanno comunque formato chi è Bruce. Abbiamo questo ragazzo che sta lottando e che sta cercando di superare tutta una serie di difficoltà. Questo, ovviamente, non significa che sia consapevole di ogni cosa. Alla base c’è quest’idea di avere una parte nascosta che ti guida, di quanto si possa sopportare e di quanto tu stia facendo senza esserne a conoscenza.”

Le parole di Reeves suggeriscono un tipo di approccio diverso al personaggio di Batman, le cui origini sono ben radicate nella cultura pop. La sua storia, infatti, è stata portata sullo schermo tante di quelle volte che ciò che i fan adesso si aspettano è sicuramente un tipo di racconto più interessante, che tenga ovviamente conto del passato del personaggio, ma che al tempo stesso sia capace di declinarlo attraverso nuovi toni e atmosfere, come fatto egregiamente da Todd Phillips in Joker.

LEGGI ANCHE – The Batman: Matt Reeves teme l’eredità di Burton e Nolan

Il cast di The Batman è formato da molti volti noti: insieme a Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne, ci saranno anche Andy Serkis (Alfred), Colin Farrell (Oswald Chesterfield/Pinguino), Zoe Kravitz (Catwoman), Jeffrey Wright (Jim Gordon) e Paul Dano (Enigmista). Infine, John Turturro sarà il boss Carmine Falcone. Nel cast anche Peter Sarsgaard, ma c’è ancora mistero sul suo ruolo.

HN Entertainment ha suggerito che le riprese del cinecomic si svolgeranno presso i Leavesden Studios di Londra (gli stessi della saga di Harry Potter ma anche di Batman v Superman: Dawn of JusticeJustice LeagueWonder Woman e del sequel Wonder Woman 1984) mentre l’uscita nelle sale è stata già fissata al 25 giugno 2021.

The Batman esplorerà un caso di detective“, scrivono le fonti, “Quando alcune persone iniziano a morire in modi strani, Batman dovrà scendere nelle profondità di Gotham per trovare indizi e risolvere il mistero di una cospirazione connessa alla storia e ai criminali di Gotham City. Nel film, tutta la Batman Rogues Gallery sarà disponibile e attiva, molto simile a quella originale fumetti e dei film animati. Il film presenterà più villain, poiché sono tutti sospettati“.