Venom Venom: La furia di Carnage

Finalmente è stato confermato che Christian Bale interpreterà Gorr il Macellatore di Dei nell’attesissimo Thor: Love and Thunder. Come portato alla luce da Screen Rant, nei fumetti il personaggio ha un forte legame con Venom. L’ex Batman della trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan si unirà ufficialmente al MCU nella Fase 4. Il casting di Bale in Thor 4 era stato anticipato diversi mesi fa, ma all’epoca l’identità del suo personaggio non era stata resa nota.

Ciò ha portato i fan a speculare in maniera ossessiva su quale eroe o cattivo il premio Oscar avrebbe potuto interpretare nel quarto film in solitaria del Dio del Tuono interpretato da Chris Hemsworth. Alcune tra le teorie più accreditate volevano che Bale potesse interpretare Beta Ray Bill o Adam Warlock, nonostante in molti sperassero di vederlo nei panni del villain principale del film. Secondo altri, invece, Bale avrebbe prestato il volto a Dario Agger, il capo della Roxxon che si trasforma in Minotauro. Tuttavia, i Marvel Studios hanno ora confermato che Bale interpreterà il cattivo noto come Gorr il Macellatore di Dei, uno dei principali antagonisti della serie “Thor” di Jason Aaron, il cui scopo principale – come si evince dal nome stesso – è quello di uccidere gli Dei.

Gorr il Macellatore di Dei proviene da un pianeta alieno: egli credeva nella preghiera agli dei ma, dopo la morte di tutta la sua famiglia, ne ha rinnegato l’esistenza. Venne scacciato dalla sua gente e lasciato a vagare da solo nel deserto. Fu qui che vide due dei combattere e uno chiese l’aiuto di Gorr per sconfiggere l’altro. A causa della devastazione che ha vissuto, la consapevolezza che gli dei esistono ha solo alimentato l’odio di Gorr nei loro confronti. Fu allora che una massa tutta nera si unì a Gorr e formò una nuova arma, All-Black, la Necrospada, che Gorr usò per uccidere il dio. Mentre Gorr ha continuato a uccidere molti altri dei, la storia delle sue origini lo collega direttamente al popolare antieroe Venom della Marvel. 

Thor: Love and Thunder si collegherà direttamente a Venom con Tom Hardy?

La Marvel Comics avrebbe poi rivelato che la massa con cui Gorr entrò in contatto faceva parte della razza del simbionte Klyntar. Il simbionte di Gorr, All-Black, è il primo creato da Knull e si è formato dall’ombra dell’antica divinità cosmica. Knull è anche responsabile della creazione del simbionte che si lega a Peter Parker per creare il costume nero Spider-Man in “Secret Wars” e, successivamente, si è anche connesso con Eddie Brock per diventare Venom. Finora, il MCU non ha ancora avuto a che fare con alcun simbionte, principalmente perché si tratti di personaggi fortemente legati all’universo Sony, ma ora Thor: Love and Thunder potrebbe far connettere i due mondi.

In base a come Thor 4 spiegherà le origini di Gorr il Macellatore di Dei e la storia di All-Black, il simbionte potrebbe spianare la strada per l’ingresso di Venom nel MCU. Tom Hardy ha già interpretato Venom nel film del 2018 e lo farà di nuovo nell’atteso sequel Venom: Let There Be Carnage. In effetti, un fumetto tie-in di Venom ha già confermato il legame del simbionte del film con Klyntar. Inoltre, non sono mancate in questi mesi le voci secondo cui Venom possa apparire in Spider-Man 3 o che lo Spider-Man di Tom Holland possa apparire nel sequel di Venom. Sebbene entrambi i film usciranno prima di Thor: Love and Thunder, è possibile che l’avventura cosmica di Taika Waititi possa consolidare la connessione tra Gorr e Venom per rafforzare i legami del personaggio con il MCU.

Thor: Love and Thunder è il titolo ufficiale del quarto capitolo sulle avventure del Dio del Tuono nel MCU, ma ad impugnare il Mjolnir stavolta sarà Jane Foster, interpretata di nuovo da Natalie Portman, come confermato sabato durante il panel dei Marvel Studios al Comic-Con. L’uscita nelle sale è fissata invece al 11 febbraio 2022.

Taika Waititi tornerà alla regia di un film dei Marvel Studios dopo Thor: Ragnarokcosì come Chris Hemsworth e Tessa Thompson riprenderanno i rispettivi ruoli di Thor e Valchiria dopo l’ultima apparizione in Avengers: Endgame. L’ispirazione del progetto arriva dal fumetto “The Mighty Thor”, descritto da Waititi come “la perfetta combinazione di emozioni, amore, tuono e storie appassionanti con la prima Thor femmina dell’universo“.