black widow

La regista Cate Shortland ha parlato con Fandango dell’attesissimo Black Widow, il film dei Marvel Studios con Scarlett Johansson che ha subito notevoli ritardi a causa della pandemia di Covid-19. La regista ha espresso quanto sia entusiasta che i fan abbiano finalmente la possibilità di vedere il film, confermando che avrà un tono molto più dark rispetto ai precedenti titoli del MCU.

“Ci siamo lasciati ispirare da film come Non è un paese per vecchi”, ha spiegato Shortland quando le è stato chiesto a quali celebri titoli sarà ispirato il tono generale di Black Widow. “E poi anche a film come Thelma & Louise. E poi le persone che l’hanno già visto hanno detto che assomiglia molto a Captain America: The Winter Soldier.”

Proprio in riferimento al paragone con questo precedente episodio del MCU, la regista ha aggiunto: “Ci sarà tantissima azione. E poi è un film molto emotivo, dal grande cuore. A volte può sembrare un po’ dark, ma poi torna la luce. È davvero emozionante. Penso che sia proprio come quel film. Ribadisco: ci saranno delle sequenze d’azione davvero fantastiche, di cui siamo veramente orgogliosi.”

La regia di Black Widow è stata affidata a Cate Shortland, seconda donna (dopo Anna Boden di Captain Marvel) a dirigere un titolo dell’universo cinematografico Marvel, mentre la sceneggiatura è stata riscritta nei mesi scorsi da Ned Benson (The Disappearance of Eleanor Rigby). Insieme a Scarlett Johansson ci saranno anche David HarbourFlorence Pugh e Rachel Weisz. Il film arriverà nelle sale il 7 luglio e su Disney+ con Accesso Vip il 9 luglio.

In Black Widow, quando sorgerà una pericolosa cospirazione collegata al suo passato, Natasha Romanoff dovrà fare i conti con il lato più oscuro delle sue origini. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla pur di sconfiggerla, Natasha dovrà affrontare la sua storia in qualità di spia e le relazioni interrotte lasciate in sospeso anni prima che diventasse un membro degli Avengers.