Scream: Melissa Barrera doveva essere al centro di un arco di tre film

Melissa Barrera Scream VII

Con il licenziamento di Melissa Barrera da Scream VII, la serie dovrà, secondo quanto riferito, apportare alcune importanti modifiche alla trama del nuovo film, poiché la star del film originale Skeet Ulrich (interprete di Billy Loomis) sostiene che l’attrice doveva essere al centro di un arco di tre film. In Scream del 2022, la Sam Carpenter di Barrera è diventata il punto focale, in quanto ha scoperto di essere la figlia del Billy Loomis, l’assassino del primo film, e l’arco narrativo doveva esplorare il modo in cui si confrontava con queste sue origini. Scream VI, uscito nel 2023, esplorava ulteriormente la sua tentazione verso il male, con la maschera di Ghostface che sembrava evocare il suo lato omicida.

 

L’uscita di scena della Barrera dal settimo film, così come anche l’assenza della sorella di Sam, Tara (per via di altri impegni della sua interprete Jenna Ortega), significa che la narrazione dovrà probabilmente reimmaginare completamente il suo futuro. Parlando con Screen Rant della possibilità di esplorare meglio la psiche di Sam, Ulrich ha confermato: “Speravo proprio in questo, ed è l’idea che mi è stata proposta un paio di anni fa. Che si trattasse di un arco di tre film, con questo obiettivo in mente. Ora, non ho mai visto nessuna delle bozze del 7 o di qualsiasi altra cosa… E non so, voglio dire, è possibile che non includesse nulla di tutto ciò. Ma sì, la mia speranza era che se avesse avuto un significato, avrebbe avuto un impatto diretto sulla trama“.

Scream VII: tutto quello che sappiamo sul film

Dopo mesi di attesa, è stato confermato che Scream VII è ufficialmente in fase di sviluppo. Nel 2022, il franchise slasher preferito dai fan è stato ripreso sotto la guida del duo di registi Tyler Gillett e Matt Bettinelli-Olpin, che fanno parte del collettivo di cineasti noto come Radio Silence. I due hanno diretto sia Scream del 2022 che Scream VI del 2023, che è diventato il capitolo di maggior incasso del franchise a livello nazionale. Gillett e Bettinelli-Olpin, membri del collettivo Radio Silence, che comprende anche il produttore Chad Villella, non dirigeranno il film ma rimarranno però a bordo del progetto come produttori esecutivi.

Il regista di Auguri per la tua morte e Freaky, Christopher Landon, era stato inizialmente ingaggiato per dirigere il Scream VII, ma ha poi abbandonato il progetto. Un nuovo regista non è ancora stato ingaggiato per dirigere il prossimo film. Con l’uscita di scena anche di Barrera, licenziata per le sue dichiarazioni sulla guerra tra Hamas e Israele, e Ortega, impegnata invece in altri progetti, ad oggi il film è sprovvisto di questo figure chiave. La produzione sarebbe interessata a riportare in scena la Sydney Prescott di Neve Campbell, assente nel sesto film, ma l’attrice si è detta disponibile solo se ci saranno le giuste condizioni.

- Pubblicità -