La premiata attrice Marcia Gay Harden ha forgiato una notevole mole di lavoro, rimanendo sempre fedele al suo stile camaleontico di calarsi nel personaggio. I ritratti dei personaggi della Harden sono stati descritti dai critici come feroci, strazianti, originali, allo stesso tempo puri e profani, sorprendenti, autentici e sensuali.

Dalla glamour Ava Gardner in Sinatra, all’artista Lee Krasner in Pollock (per cui ha vinto un Oscar come Migliore Attrice non protagonista), al suo ruolo candidato all’Oscar della barbona Celeste in Mystic River – nelle terre selvagge, la Harden si contraddistingue per la sua grande capacità di trasformarsi in personaggi diversi. La sua versatilità e la varietà di ruoli sono stati elogiati in film come Crocevia della morte, Il club delle prime mogli, Vi presento Joe Black, Mona Lisa Smile, L’Imbroglio e La vdova Americana.

Marcia Gay Harden è tornata a rivestire i panni della madre di Christian Grey in Cinquanta sfumature di nero. Il suo predecessore Cinquanta sfumature di grigio ha incassato più di 570 milioni di dollari, ed è stato uno dei film dai maggior incassi del 2015. Quell’estate è uscito anche Grandma, di Paul Weitz, in cui la Harden ha recitato assieme a Lily Tomlin, in alcuni territori selezionati. Ha anche avuto un ruolo da protagonista nell’ avventura romantica After Words, girato nella splendida Costa Rica. All’inizio di quell’anno, la Harden ha avuto una parte indimenticabile nel dramma della ABC Le regole del delitto perfetto.

Marcia Gay Harden attualmente interpreta la dottoressa Leanne Rorish nel dramma della CBS Code Black. La serie si ispira al premiato documentario omonimo, ed è ambientato nel pronto soccorso più caotico della nazione.

I progetti più recenti della Harden includono: Elsa & Fred di Michael Radford con protagonista la mitica Shirley MacLaine e Christopher Plummer; la serie comica della ABC Trophy Wife, interpretata da Malin Åkerman, Bradley Whitford e Michaela Watkins; e Magic in the Moonlight di Woody Allen, interpretato da Emma Stone, Colin Firth e Jacki Weaver. L’attrice è anche apparsa nei panni dell’avvocatessa Rebecca Halliday nell’ acclamata serie della HBO di Aaron Sorkin The Newsroom.

Marcia Gay Harden ha scelto di non stare solo sotto ai riflettori di Hollywood, ed è passata da film indipendenti a quelli degli studios, e dalla televisione al teatro. Nel 2011, la Harden ha ripreso il suo ruolo originario a Broadway nella commedia vincitrice del Tony Award God of Carnage, al fianco del cast originale, che ha avuto un enorme successo al Teatro Ahmanson di Los Angeles. Nel 2009, la sua eccezionale performance a Broadway in questo ruolo da protagonista, le è valso un Tony Award per la migliore attrice. I suoi co-protagonisti James Gandolfini, Hope Davis e Jeff Daniels hanno ricevuto una nomination. Inoltre, ha ricevuto un Outer Critics Circle Award per la sua performance, così come nomination al Drama Desk e Drama League. Sempre nel 2009, è stata nominata per un Primetime Emmy Award come miglior attrice non protagonista in una miniserie o film per il suo ruolo in The Courageous Heart of Irena Sendler.

Nel giugno 2016, alla Harden è stato assegnato il Golden Nymph Award premio come Migliore Attrice in un Dramma Televisivo al 56° Monte Carlo Television Festival. Altri riconoscimenti includono: una nomination ai Tony Award per Angels in America di Tony Kushner: Millennium Approaches (per cui ha vinto il Drama Desk e il World Theatre), una nomination Primetime Emmy Award per il suo ruolo da guest star in Law & Order: Unità speciale, e una nomination al Film Independent Spirit Award per American Gun.

In televisione la Harden è apparsa in Beyond the Headlines: The Amanda Knox Story di Lifetime, nel ritratto della madre di Amanda, Edda Mellas, al fianco di Hayden Panettiere, e nel’acclamato dramma di FX Damages, con William Hurt e Glenn Close. I suoi crediti cinematografici includono: Parkland, al fianco di Billy Bob Thornton, Paul Giamatti e Ron Livingston; If I Were You, con Aidan Quinn; Un giorno questo dolore ti sarà utile, con Peter Gallagher ed Ellen Burstyn; e Detachment – il distacco, co-interpretato da Adrien Brody, Christina Hendricks e Lucy Liu, per Tribeca Films.

Inoltre, la Harden è stata co-protagonista nel debutto alla regia di Drew Barrymore, Whip It, con la figlia, Eulala Scheel; The Maiden Heist, con William H. Macy, Morgan Freeman e Christopher Walken; Canvas di Joseph Greco; Rails & Ties – Rotaie e Legami, con Kevin Bacon; The Mist, tratto dal romanzo di Stephen King, per il quale ha vinto un Saturn Award; Into the Wildnelle terre selvagge di Sean Penn; e Christmas Cottage di Thomas Kinkade, con Peter O’Toole.

La Harden si è laureata presso l’Università del Texas di Austin con un BA in teatro, e alla New York University con un MFA del Graduate Acting Program.