The Flash: la spiegazione di tutti i cameo del film

The Flash dcu

Come ci si aspettava di un film che promette viaggi nel tempo in passati e futuri alternativi, The Flash ci porta attraverso il Multiverso dopo che il Velocista Scarlatto interpretato da Ezra Miller fa confusione con le linee temporali. Ovviamente, una storia che ci porta in universi diversi si offre benissimo a sfruttare cameo emozionanti, cosa che The Flash sfrutta al meglio.

Dalla scenografia iniziale alla scena post-credits, The Flash rende omaggio a più generazioni di eroi DC, viaggiando attraverso la storia degli adattamenti live-action di alcuni dei nostri personaggi preferiti. Ora che il film è finalmente disponibile in sala, facciamo un breve viaggio attraverso tutti i cameo che il film offre.

9Gal Gadot, Ben Affleck e la Justice League

Justice League

La scena di apertura di The Flash definisce il film chiaramente come sequel di Justice League. Dopo aver salvato il mondo da Steppenwolf (Ciarán Hinds), i membri della Justice League rimangono in contatto tra loro per aiutarsi, quando necessario. Ciò accade quando Batman (Ben Affleck) ha bisogno di rinforzi per catturare i criminali che hanno rubato un virus mortale da un ospedale di Gotham City. Oltre al Batman di Affleck, la scena di apertura di The Flash presenta anche Alfred di Jeremy Irons, che lavora come “uomo sulla sedia” per Bruce Wayne, tenendolo in contatto ad altri membri della Justice League. E prima che i criminali vengano catturati, Wonder Woman di Gal Gadot si presenta per dare una mano.

L’intera sequenza spiega come la Justice League continui a lavorare insieme nell’universo DC, anche se il film è a tutti gli effetti un riavvio cinematografico che porterà al nuovo DCU. Durante tutto il film, ci vengono presentati anche diversi cenni a Cyborg di Ray Fisher, Aquaman di Jason Momoa e Superman di Henry Cavill.

Indietro