Tony Stark

Non ci sono personaggi nel Marvel Cinematic Universe come Tony Stark: irriverente e mordacemente sarcastico, è una di quelle persone che sarebbe molto facile non amare ma, poiché è così incredibilmente affascinante, la sua aura riesce a colpire chiunque in modo sorprendente. Per di più, è anche colui che compie il più grande sacrificio nella battaglia contro Thanos e la sua intenzione di piegare l’universo alla sua volontà. Oltre a tutto il resto, ha anche un senso dell’umorismo molto acuto e alcune sue citazioni sono diventate assolutamente iconiche!

 
 

“Dammi uno scotch. Sto morendo di fame”.

Tony Stark non ha certamente paura di dire in maniera sfacciata ciò che vuole, e questo include l’essere sincero…anche quando vuole bere qualcosa. In questo caso, ciò che rende la citazione così divertente è che sta essenzialmente ammettendo che, piuttosto che mangiare effettivamente qualcosa, vuole soltanto gustarsi uno scotch per concludere al meglio la giornata. Tony può non essere il miglior modello di comportamento a volte, ma almeno si conosce abbastanza bene da capire cosa desidera in un dato momento.

“Tieniti forte, Legolas”.

Tony Stark si autocompiace nell’insultare le persone in modi che sa che li infastidiranno, e non c’è nessuno che sia immune dal suo sarcasmo. Questo include Occhio di Falco, che è più volte bersaglio delle battute di Tony. Naturalmente, non aiuta il fatto che Tony stia paragonando Occhio di Falco all’attraente Legolas de Il Signore degli Anelli, sebbene a suo modo sia anche un complimento (dato che Legolas era un arciere molto rinomato: questo è sicuramente considerato come uno degli insulti più divertenti del MCU.

“Te l’ho detto. Non voglio unirmi alla tua boyband super segreta”.

Ci vuole coraggio smisurato per andare contro a Nick Fury (uno dei migliori ruoli di Samuel L. Jackson), ma è proprio quello che Tony fa con questa battuta impertinente.

Naturalmente, deve dimostrare, a se stesso come a Nick, che vede i Vendicatori come non degni di essere presi sul serio, ed è per questo che decide di riferirsi a loro come una boy band piuttosto che utilizzando un epiteto che ne trasmetta l’eroismo.

“Sono un grande fan del modo in cui perdi il controllo e ti trasformi in un enorme mostro verde di rabbia”.

Ogni volta che Tony Stark incontra qualcuno per la prima volta, sembra incapace di esimersi dal fare una battuta o un commento sarcastico, di solito riuscendo a colpire direttamente i punti sensibili dell’interlocutore. In questo caso, quando incontra Hulk, e anche se sembra ammirare la sua (in)capacità di Banner di controllare la rabbia, è chiaro che sta facendo una battuta a spese del supereroe.

E’ sicuramente una battuta molto divertente, ma mostra anche che c’è sempre un limite all’approccio di Tony con gli altri.

”Iron Man.” Accattivante, suona bene. Non è tecnicamente preciso. L’armatura è in lega di oro e titanio, ma è un nome evocativo, simbolico”

Oltre ad avere un malvagio senso dell’umorismo sui difetti e le manie degli altri, Tony Stark ha anche la tendenza ad essere pedante. È una “libertà” che si prende e gli si può anche riconoscere, dato che è innegabilmente un genio e merita credito per le sue capacità di leadership.

Per di più, è difficile non ridere di Tony che fa notare che il nome Iron Man, che è diventato iconico come la tuta stessa è, in effetti, un nome fuorviante.

“Vostra madre sa che indossate le sue vesti?”

Se c’è una persona per cui Tony dovrebbe avere almeno un po’ di rispetto, dovrebbe essere Thor che, dopo tutto, è uno dei personaggi più forti del MCU. Tuttavia, questo non impedisce a Tony di prenderlo in giro con toni shakespeariani e, dato il rapporto di Thor con sua madre, è una battuta abbastanza infelice.

Ma visto che è Tony che lo pronuncia, non risulta così crudele come potrebbe essere se fosse qualcun altro a scagliare questo particolare insulto.

“Il signor Stark esibisce narcisismo da manuale?”.

Tony Stark è molte cose, ma non è cieco ai suoi difetti e alle sue imperfezioni, che è precisamente ciò che rende questa citazione sia molto divertente che, a suo modo, tragica. Riconosce di mostrare i tratti che si associano al narcisismo e, piuttosto che difendersi o arrabbiarsi, ammette semplicemente che è la verità.

I fan non possono fare a meno di ammirare che qualcuno con i suoi poteri e le sue capacità sia disposto ad ammettere i propri difetti caratteriali.

“Tu sei Spider-ino… il ragno che combatte il crimine. Sei Spider-Boy?”

Uno dei rapporti più sinceramente toccanti nel MCU è quello tra Tony Stark e Peter Parker: è chiaro che Parker ammira davvero Stark, così come è chiaro che Stark riconosce con affetto l’innocenza giovanile di Parker e il suo desiderio di essere una brava persona e un eroe.

Tuttavia, questo non impedisce a Stark di esibire il suo consueto senso dell’umorismo quando incontra Peter Parker, riferendosi a lui, in modo piuttosto sprezzante, come “Spider-Boy”. È un Tony Stark da manuale, ed è questo che la rende una citazione iconica: la loro è sicuramente una delle migliori amicizie del MCU.

“E’ lui il capo, io metto solo i soldi, i progetti e faccio sembrare tutto più affascinante!”

Anche se ha la tendenza ad essere disinvoltamente brutale con quasi tutti, bisogna dire che Tony non è più gentile quando si tratta di se stesso. Infatti, ammette un rispetto piuttosto rancoroso per Capitan America, come dimostra questa battuta.

Allo stesso tempo, non resiste all’occasione di far capire che paga davvero tutto lui e che ha un glamour da rock star che innegabilmente gli appartiene, il che aumenta l’impatto cool dell’immagine dei Vendicatori.

“Meglio essere temuti, o rispettati?… Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?”

Questa è una domanda che ha ossessionato i leader per secoli, e quindi ovviamente anche Tony si perde a rifletterci. Essendo Tony Stark, tuttavia, non potrà mai schierarsi solo da una parte o dall’altra.

In questa battuta molto umoristica, mette in chiaro, ancora una volta, che non ha intenzione di accontentarsi di niente di meno di ciò che vede come suo dovere, e se qualcuno nel MCU è destinato ad essere sia temuto che rispettato, è proprio lui.