The Wolf of Wall Street

Mancano pochi mesi all’uscita italiana del nuovo e attesissimo film di Martin Scorsese: The Wolf of Wall Street. La storia prende spunto dall’autobiografia di Jordan Belfort, il fondatore di una delle prime società di brokeraggio, nel 1987 a New York, che dopo anni di scorribande finanziarie e non venne arrestato per frode e riciclaccio e passò 22 mesi in galera.

Ad interpretare il rampante brocker di Wall Street c’è Leonardo DiCaprio. L’attore, che ha da poco compiuto quarant’anni, è alla sua quinta collaborazione con il regista italo-americano (dopo Gangs of New York nel 2002, The Aviator del 2004, The Departed  e Shutter Isalnd rispettivamente nel 2006 e 2010) che lo ha di nuovo voluto come protagonista sperando che questa volta il ruolo principale gli valga l’Oscar tante volte sfiorato, ma ancora mai raggiunto. Leo ha dichiarato, proprio dopo la notte degli oscar del 2013, che avrebbe per un po’ lasciato le scene cinematografiche per concentrarsi sui suoi progetti umanitari e ambientali, dichiarazione che sembrava una velata polemica all’ennesima statuetta mancata per il ruolo del cattivo in Django Unchained di Quentin Tarantino. Speriamo che il successo che potrebbe venirgli da questo ruolo lo spinga a cambiare idea. Come comprimario di DiCaprio troviamo Jonah Hill nel ruolo del socio di Belford, Donnie Azzof. L’attore e produttore di San Francisco è diventato famoso al pubblico internazionale grazie ai suoi ruoli comici in diversi film “demenziali” tutto campioni d’incassi. Ricordiamo tra gli altri 40 Anni Vergine del 2005, Molto Incinta (2007) Una Notte al Museo 2 – La Fuga nel 2009. Hill aveva già diviso le scene con DiCaprio grazie a una piccola parte nel Django di Tarantino, mentre questa è la prima volta che si trova a lavorare con uno dei mostri sacri del cinema statunitense, cimentandosi in un cinema fortemente caratterizzato e autoriale. Ma Scorsese ha scelto per la sua squadra un altro attore preso in prestito dalla commedia americana che non da molti anni non aveva più avuto l’occasione di lavorare nella zona del cinema d’autore: Matthew McConaughey.

wolf of wall street2 L’attore texano ai suoi esordi si era conquistato piccole ma importanti parti con registi come Richard Linklater (La Vita è un Sogno) nel 1993, Steven Spielberg (Amistad) e Ron Howard (Edtv) ma da tempo mancava da questo tipo di cinema, conquistandosi però fama e un vasto pubblico di fan in ruoli da protagonista di commedie sentimentali. Ma la parata di star non è finita qui: ruoli secondari o piccole parti ma per grandi artisti del panorama cinematografico attuale, tra gli altri: Jean Dujardin (premio oscar nel 2012 per The Artist), l’attore e regista Spike Jonze e il figlio d’arte Jake Hoffman.

L’uscita nelle sale americane è prevista per il 25 Dicembre, con l’anno nuovo l’ultima opera di Scorsese arriverà anche nelle sale italiane.

wolf of wall street5

The Wolf of Wall Street è scritto da Terence Winter e diretto da Martin Scorsese. Nel film accanto a Leonardo DiCaprio ci sono Jonah Hill, Margot Robbie, Matthew McConaughey, Kyle Chandler, Rob Reiner, Jon Bernthal, Jon Favreau e Jean Dujardin.

Questa la trama del film: Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo nella storia di Wall Street, viene condannato a 20 mesi di carcere dopo aver rifiutato di collaborare alle indagini su di un massiccio caso di frode atto a svelare la diffusa corruzione vigente negli anni ’90 a Wall Street e nel mondo bancario americano. Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro autobiografico di Jordan Belfort. La pellicola segna la quinta collaborazione tra Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio.