King Arthur film

Il regista Antoine Fuqua si è affermato negli anni come uno dei registi più talentuosi per quanto riguarda i film d’azione a tinte crime. Tra i suoi titoli più celebri si annoverano Training Day, Brooklyn’s Finest, The Equalizer e I magnifici 7. Un altro dei suoi più apprezzati è King Arthur, rilettura storica del celebre racconto dedicato a re Artù e ad altri noti personaggi a lui associati. Il progetto nacque in seguito al rinnovato entusiasmo per i film di carattere storico, e in particolare dopo il successo de Il gladiatore. Il film, uscito nel 2004, si presenta però come una versione inusuale della storia, presentando una serie di notevoli differenze rispetto al mito originale.

La sceneggiatura, scritta da David Franzoni, non è infatti basata su fonti preesistenti, ma è interamente frutto di una invenzione originale. La maggior parte degli elementi tradizionali della leggenda arturiana vengono infatti eliminati, come ad esempio il Santo Graal o il triangolo amoroso tra Artù, Lancillotto e Ginevra, qui solo accennato. Allo stesso modo, il film reinterpreta Artù come un ufficiale romano piuttosto che come il tipico cavaliere medievale. Il film sostituisce infine anche la celebre spada nella roccia con un retroscena più oscuro e tragico di come Artù ha rivendicato la sua spada, Excalibur.

Si tratta dunque di un film lungi dall’essere storicamente accurato e fedele al mito, ma che grazie alla solida regia di Fuqua ed alle interpretazioni dei protagonisti, riesce comunque ad essere un buon intrattenimento, raccontando di passioni universali e sempre attuali. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama e al cast di attori. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

King Arthur: la trama del film

Ambientato nel V secolo d.C., in Britannia, il film ha per protagonista il giovane Artù, il quale vanta origini romane grazie a suo padre. Egli è il comandante di un gruppo di sermanti, cavalieri condannati in seguito ad una sconfitta a servire per 15 anni l’Impero Romano. Ora che questo inizia però a ritirarsi dalle terre inglesi, anche per via delle insurrezioni guidate da Merlino, il gruppo di soldati si prepara a tornare a casa, ritrovando lì la propria libertà. Prima che ciò possa concretizzarsi, però, questi vengono raggiunti dal vescovo Germanius, il quale ordina loro di completare un’ultima missione: evacuare un’importante famiglia italiana dal Vallo di Adriano, salvandola dall’avanzata degli invasori Sassoni.

Artù guida dunque ancora una volta i suoi ruoli verso la battaglia. Lancillotto, Galvano, Galahad, Bors, Tristano e Dagonet non sono certo uomini che si tirano indietro, ma iniziano ad accusare la sottomissione per anni subita da parte del territorio romano. Ben presto, i loro animi entreranno in crisi, e spetterà ad Artù mantenere le redini del gruppo. Lungo il loro percorso, tuttavia, si imbatteranno in ulteriori elementi che faranno vacillare la loro fede verso l’Impero. L’incontro con la schiava Ginevra, appartenente alla popolazione Woad, sarà la miccia che segnerà l’esplosione di una feroce battaglia.

King Arthur cast

King Arthur: il cast del film

Per il ruolo del protagonista, Artù, erano stati inizialmente considerati gli attori Hugh Jackman, Mel Gibson e Russell Crowe. Questi rifiutarono però l’offerta e Fuqua propose allora Daniel Craig, all’epoca poco noto. I produttori preferirono però affidare la parte a Clive Owen, convinti che questi sarebbe divenuto il nuovo James Bond, ruolo poi invece andato, per ironia, proprio a Craig. Nei panni di Ginevra, invece, vi è l’attrice Keira Knightley. Questa, divenuta popolare grazie ai film di Pirati dei Caraibi, si esercitò a lungo nell’uso dell’arco. Durante la pratica, però, rischiò quasi di colpire e uccidere un cavallo. Nonostante sia indicata come una dei protagonisti, l’attrice non compare prima di 53 minuti dall’inizio del film.

Nei panni di Lancillotto si ritrova invece Ioan Gruffudd, anche noto per essere stato Mr. Fantastic nei primi due film de I Fantastici 4. Si ritrovano poi noti attori come Ray Winstone nei panni di Bors, Hugh Darcy in quelli di Galahad e Ray Stevenson come Dagonet. Il celebre Tristano ha il volto di Mads Mikkelsen, mentre Joel Edgerton è Galvano. L’attore svedese Stellan Sakrsgård è invece Cedric, spietato leader dei Sassoni. Questi fu da sempre l’unico attore considerato per la parte, ma rifiutò il ruolo tre volte prima di convincersi ad accettarlo. Stephen Dillane compare invece nel ruolo di Merlino, mentre l’italiano Ivano Marescotti è il vescovo Germanius.

King Arthur: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. King Arthur è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes e Amazon Prime Video. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di lunedì 17 maggio alle ore 21:35 sul canale Nove.

Fonte: IMDb