pretty-woman-film

Tra i più celebri film romantici degli anni ’90, Pretty Woman è da molti considerato come uno dei più grandi successi del proprio genere. Fiaba contemporanea che ha fatto sognare intere generazioni, il film è a suo modo un inno all’amore e alle seconde possibilità della vita. I personaggi, i cui volti sono quelli di Richard Gere e Julia Roberts sono divenuti iconici, modello per i tanti imitatori che sarebbero venuti negli anni a venire. Ecco 10 cose che non sai di Pretty Woman.

1Parte delle cose che non sai sul film

pretty-woman-streaming
 

Pretty Woman: il cast del film

10. Gli attori protagonisti dovevano essere altri. I ruoli di Vivian e di Edward sono divenuti iconici anche grazie alle interpretazioni della Roberts e di Gere. Originariamente però, la produzione aveva contattato le attrici Meg Ryan, Michelle Pfeiffer, Sarah Jessica Parker e Sandra Bullock per il ruolo di Vivian, e Al Pacino e Sylvester Stallone per quelli di Edward. Tutti questi, tuttavia, rifiutarono, portando così a far ricadere la scelta sui due fortunati interpreti.

9. Richard Gere suona realmente il pianoforte. Di solito quando in un film si vede un attore dedicarsi ad attività manuali il più delle volte è una controfigura a svolgere quelle azioni. Non in Pretty Woman però, dove Gere suono realmente il pianoforte, essendo un appassionato musicista. Infatti, è suo anche il brano che suona nella scena.

8. Julia Roberts era particolarmente nervosa per una scena. Per girare la scena di sesso, la Roberts divenne così nervosa per l’agitazione che le si formò una vena sulla fronte. Il regista e Gere le stettero accanto affinché si calmasse, e solo in seguito poterono girare la scena.

7. Una nota scena è stata improvvisata. Divenuta iconica per la sua spontaneità, la scena in cui Edward mostra a Vivian la collana di diamanti fu totalmente improvvisata da Gere. Questi infatti finse di chiudere improvvisamente il cofanetto come per schiacciare le dita di Vivian, provocando così la risata della Roberts, sorpresa da quanto compiuto dal collega.

Pretty Woman e la celebre canzone

6. Originariamente il film aveva un altro titolo. Prima di ottenere i diritti della canzone Pretty Woman, il film era stato intitolato “3000″ dalla produzione, cifra che corrisponde ai dollari promessi da Edward a Vivian per stare una settimana con lui. Fortunatamente, i diritti sulla celebre canzone vennero ottenuti, permettendo così di cambiare il titolo in quello che poi è divenuto uno dei più noti dei suoi anni.

Indietro