Henry Cavill

In un lungo approfondimento Variety ha analizzato il futuro della DC al cinema provando a individuare i nuovi progetti che la Warner Bros. svilupperà nei prossimi anni a seguito del successo degli ultimi titoli (Aquaman e Joker su tutti, visto che i due cinecomic hanno toccato quota 1 miliardo di dollari di incasso nel mondo). Il flop di Justice League e l’idea di un universo condiviso ormai naufragata dopo l’addio di Zack Snyder stanno lasciando spazio a una linea editoriale completamente diversa, forse merito di Walter Hamada (alla guida della DC Films dal 2018).

 

Dunque cosa possiamo aspettarci nelle stagioni che verranno e quali sono i nomi si cui puntare dopo l’uscita di Wonder Woman 1984, il sequel di Patty Jenkins con Gal Gadot, e Birds of Prey, spin-off di Suicide Squad con protagonista Margot Robbie nei panni di Harley Quinn?

Le fonti sostengono che lo studio sta cercando di capire cosa fare con i suoi personaggi più, ovvero Superman e Batman, ma se per il secondo sappiamo già che Matt Reeves è al lavoro su The Batman insieme a Robert Pattinson (produzione che a quanto pare dovrebbe avvicinarsi al taglio noir dei fumetti con riferimenti al ruolo di detective del crociato di Gotham), per il primo gli aggiornamenti latitano da tempo alternando voci sul ritorno di Henry Cavill ad altre sul riavvio del franchise.

Se il film di Reeves dovesse funzionare a livello critico ed economico, scrive Variety, la Warner Bros. e la DC potrebbero pensare a degli spin-off da dedicare ai villain (Enigmista, Catwoman, Pinguino e Carmine Falcone sono quelli confermati finora), anche perché gli attori del cast di The Batman e Birds of Prey hanno firmato un contratto che li obbliga a comparire in eventuali sequel e film indipendenti.

Cinecomic DC: il futuro tra Superman, Lanterna Verde e spin-off

Meno chiarezza per quanto riguarda Superman, personaggio riavviato due volte negli ultimi tredici anni, vedi Brandon Routh in Superman Returns e successivamente Henry Cavill in Man of Steel senza centrare una strategia davvero vincente. Senza contare che il supereroe ha avuto una manciata di adattamenti televisivi, da Lois and Clark a Smallville, cosa che avrebbe portato lo studio a ragionare sulla saturazione del mercato.

La risposta al momento critico potrebbe essere il presunto incontro tra la Warner e J.J. Abrams, in rappresentanza della sua Bad Robot, che a quanto pare avrebbe recentemente firmato un enorme accordo e discusso del ruolo con Michael B. Jordan. Le fonti dicono però che l’attore non è pronto ad impegnarsi in un progetto a lungo termine poiché le riprese non partiranno nell’immediato e attualmente ha in ballo troppi progetti. Gli addetti ai lavori pensano che sia improbabile ottenere un nuovo film di Superman prima del 2023, e che per ora non c’è né una sceneggiatura, né un regista.

Passiamo invece ad un’altra soluzione apparentemente varata da Hamada, ovvero la produzione di più titoli vietati ai minori sfruttando la scia positiva di Joker e offrendo così al pubblico un’alternativa al target family friendly dei Marvel Studios. A febbraio uscirà Birds of Prey, così come The Suicide Squad di James Gunn sarà classificato come r-rated, e lo studio si aspetta grandi risultati in termini di riscontro economico da entrambi i film.

Variety conclude menzionando anche quei progetti riguardanti i personaggi che hanno subito un trattamento inferiore alle potenzialità nei precedenti adattamenti, e qui il diretto interessanto è Lanterna Verde, che secondo il report rimane una priorità per la DC. Il progetto su Green Lantern Corps è dunque vivo e in mano a Geoff Johns che consegnerà una sceneggiatura alla fine del 2019. Proprio questo cinecomic potrebbe finire nelle mani di Abrams oppure in quelle di Greg Berlanti, attualmente al lavoro con Johns sulla serie tv per HBO Max.

Una considerazione finale riflette sul futuro di Flash e del cinecomic affidato a Andy Muschietti, con Ezra Miller nei panni del protagonista e Christina Hodston (la sceneggiatrice di Bumblebee) che dovrebbe supervisionare il film prima di passare a Batgirl. La produzione partirà dopo che Miller avrà terminato le riprese di Animali fantastici, quindi il 2021 sembra escluso.

Fonte: Variety