henry cavill

No Time to Die, il quinto e ultimo film della saga di James Bond che vedrà Daniel Craig nei panni di 007, arriva oggi nelle sale italiane. Per il momento, il futuro del longevo franchise rimane un mistero, in quanto i produttori hanno già fatto sapere che nessuna decisione su chi raccoglierà l’eredità di Craig sarà presa almeno fino al 2022.

 

Il mandato di Craig come Bond è iniziato nel 2006: prima, era solo uno dei tanti attori considerati per il ruolo. Tra questi c’era anche Henry Cavill, scartato alla fine perché il regista Martin Campbell riteneva che fosse troppo giovane all’epoca. Nonostante abbia perso la possibilità di interpretare l’iconico protagonista, l’attore sembra essere comunque aperto alla possibilità di unirsi al franchise, non necessariamente nei panni della celebre spia, ma anche in quelli di uno dei suoi nemici.

Durante una recente intervista ripostata da The Movie Dweeb (via CBR), Henry Cavill ha ammesso che sarebbe disposto ad interpretare tanto 007 quanto uno dei cattivi di Bond, quindi l’antagonista della storia. “Se Barbara [Broccoli] e Michael [G. Wilson] fossero interessati a me, allora sì che ne parlerei volentieri con loro. Sarebbe qualcosa che sarei molto ansioso di esplorare.”

Anche se molti vorrebbero che Cavill interpretasse James Bond, anche il ruolo del cattivo potrebbe tranquillamente essere nelle sue corde. L’attore, infatti, ha già interpretato una super spia internazionale in Operazione U.N.C.L.E. nel 2015, mentre in Mission: Impossible – Fallout del 2018 ha vestito proprio i panni dell’antagonista.

Tutto quello che sappiamo su No Time to Die

No Time to Die, atteso nelle sale italiane il 30 settembre 2021, vede nel cast Daniel Craig (James Bond), Léa Seydoux (Madeleine Swann), Ralph Fiennes (M), Naomie Harris (Eve Moneypenny), Ben Whishaw (Q), Rory Kinnear (Bill Tanner) e Jeffrey Wrigh (Felix Leiter). Le new entry del cast sono invece Rami Malek, Billy Magnussen, Lashana Lynch Ana de Armas.

In No Time to Die, Bond si gode una vita tranquilla in Giamaica dopo essersi ritirato dal servizio attivo. Il suo quieto vivere viene però bruscamente interrotto quando Felix Leiter, un vecchio amico ed agente della CIA, ricompare chiedendogli aiuto. La missione per liberare uno scienziato dai suoi sequestratori si rivela essere più insidiosa del previsto, portando Bond sulle tracce di un misterioso villain armato di una nuova e pericolosa tecnologia.