Il personaggio di Black Widow è stato introdotto nel MCU in Iron Man 2. Sebbene, all’inizio, Scarlett Johansson avesse firmato per recitare in meno film di quelli a cui ha poi effettivamente preso parte, il suo contratto è stato rivisto in seguito alla reazione favorevole dei fan del MCU al personaggio di Natasha Romanioff.

Dopo oltre 10 anni, Johansson è quindi diventata sinonimo di Black Widow, ma forse non tutti sanno che in origine l’attrice non era la prima scelta dei Marvel Studios. Ora, in un’intervista con BBC Radio 1, l’attrice ha parlato proprio del fatto che all’inizio non venne selezionata per il ruolo e di come, alla fine, sia poi riuscita ad ottenere la parte. “Ero una grande fan del primo Iron Man. E volevo lavorare a tutti i costi con Jon Favreau e Robert Downey Jr.”, ha spiegato. “Ma non sono riuscita ad ottenere la parte all’inizio. Ci ero rimasta molto male, anche se è una cosa che capita spesso a noi attori.”

“Poi, come per destino, diverse settimane dopo, l’attrice che in origine era riuscita ad ottenere la parte, non era più disponibile a causa di un conflitto di programmazione”, ha aggiunto Scarlett. “Così, Jon mi ha chiamato, ci siamo incontrati e io gli ho detto: ‘Sì, sono ancora disponibile. Estremamente disponibile’. Se qualcuno che vuole fare l’attore dovesse chiedermi un consiglio, gli direi: ‘Ogni opportunità è un’opportunità per lavorare. E non c’è chiamata migliore di quella che arriva quando ormai avevi già rinunciato a quel ruolo’. Ero davvero entusiasta all’idea di avere una seconda possibilità.”

Scarlett Johansson non rivela il nome dell’attrice originale a cui i Marvel Studios avevano pensato per il ruolo di Natasha, ma sappiamo tutti che si tratta di Emily Blunt, che era in trattative per recitare – appunto – in Iron Man 2, ma che alla fine ha dovuto abbandonare il progetto a causa degli impegni con il film I fantastici viaggi di Gulliver. Ad oggi ci sono ancora molti fan che sperano di vedere Blunt recitare in un cinecomics, nonostante più e più volte l’attrice abbia specificato di non essere più interessata a prendere parte ad un film di supereroi.

La regia di Black Widow è stata affidata a Cate Shortland, seconda donna (dopo Anna Boden di Captain Marvel) a dirigere un titolo dell’universo cinematografico Marvel, mentre la sceneggiatura è stata riscritta nei mesi scorsi da Ned Benson (The Disappearance of Eleanor Rigby). Insieme a Scarlett Johansson ci saranno anche David HarbourFlorence Pugh e Rachel Weisz. Il film è uscito nelle sale il 7 luglio e su Disney+ con Accesso Vip il 9 luglio.

In Black Widow, quando sorgerà una pericolosa cospirazione collegata al suo passato, Natasha Romanoff dovrà fare i conti con il lato più oscuro delle sue origini. Inseguita da una forza che non si fermerà davanti a nulla pur di sconfiggerla, Natasha dovrà affrontare la sua storia in qualità di spia e le relazioni interrotte lasciate in sospeso anni prima che diventasse un membro degli Avengers.