James Gunn spiega perché ha accettato il lavoro alla DC e commenta le teoria del complotto su Henry Cavill/SUPERMAN

James Gunn sta supervisionando il lancio del DCU insieme a Peter Safran presso i DC Studios e ha spiegato perché ha accettato l'incarico dopo essere stato accusato di aver sempre tramato per estromettere Henry Cavill dal ruolo di Superman.

-

Se 2023 ha dimostrato qualcosa, è che il DCEU aveva disperatamente bisogno di un reboot. Film come Shazam! La furia degli dei, The Flash e Aquaman e il regno perduto sono stati dei disastri, e quei numeri importantissimi al botteghino hanno confermato che i fan avevano raggiunto la fine del loro rapporto con il franchise.

La Warner Bros. Discovery ha costituito i DC Studios alla fine del 2022, incaricando il regista James Gunn e il produttore veterano Peter Safran di supervisionare una nuova serie di progetti ambientati nel DCU. Naturalmente non tutti ne sono stati felici, soprattutto perché ciò ha significato l’addio ad alcuni attori preferiti dai fan. La star di Man of Steel, Henry Cavill, è in cima alla lista e il suo ruolo di Superman si è concluso in circostanze tutt’altro che perfette.

Dopo il cameo di Black Adam, la Warner Bros. ha dato all’attore il via libera per annunciare il suo ritorno nei panni di Superman. Un paio di mesi dopo, Henry Cavill è stato licenziato dal ruolo perché James Gunn, a capo dei DC Studios, voleva scegliere un nuovo Kal-El per il suo reboot.

Da allora abbiamo appreso che il regista di Superman aveva intenzione di raccontare una storia sull’Uomo del Domani già nel 2021. Questo ha in qualche modo portato all’emergere di una teoria cospirativa che sostiene che James Gunn abbia sempre pianificato di spodestare Henry Cavill e prendere il controllo del DCEU.

Non capisco bene come questo si adatti”, ha detto il co-CEO dei DC Studios, rispondendo a un fan su Threads. “A parte il fatto che non avevo alcun interesse a dirigere la DC finché Peter non ha deciso di farlo con me, in modo che lui potesse occuparsi delle cose esecutive [e] io potessi concentrarmi sulla creatività, quando sono stato assunto per scrivere Superman è sempre stato inteso e proposto come una nuova storia di Superman“.

Allora perché avrei dovuto mentire sul fatto che non l’avevo pianificato alla prima di Squad, che in fin dei conti sarebbe stata la stessa cosa? Come ha senso questa particolare teoria della cospirazione?“.

James Gunn ha continuato a respingere alcune accuse assurde che derivano dal fatto che Nathan Fillion ha accidentalmente detto di essere stato scritturato per il ruolo di Guy Gardner alla prima di Suicide Squad mentre, in realtà, è successo a quella di Guardiani della Galassia Vol. 3.

L’intera faccenda è alquanto bizzarra e non c’è dubbio che James Gunn abbia un piano segreto per fare suo questo franchise. Tuttavia, non aiuta il fatto che stia riportando molti degli attori con cui ha lavorato nel DCEU, pur abbandonando attori del calibro di Henry Cavill e Ben Affleck (che, come Zack Snyder, hanno una folta schiera di fan).

LEGGI ANCHE:

Superman, tutto quello che sappiamo sul film di James Gunn

Superman, scritto e diretto da James Gunn, non sarà un’altra storia sulle origini, ma il Clark Kent che incontriamo per la prima volta qui sarà un “giovane reporter” a Metropolis. Si prevede che abbia già incontrato Lois Lane e, potenzialmente, i suoi compagni eroi (Gunn ha detto che esistono già in questo mondo e che l’Uomo di domani non è il primo metaumano del DCU). Il casting ha portato alla scelta degli attori David Corenswet e Rachel Brosnahan come Clark Kent/Superman e Lois Lane. Nel casta anche Isabela Merced, Edi Gathegi, Anthony Carrigan, Nicholas HoultNathan Fillion. Sean Gunn, María Gabriela de Faría, Terence Rosemore, Wendell Pierce, Sara Sampaio, Anthony Carrigan, Pruitt Taylor Vince completano il cast.

Il film è stato anche descritto come una “storia delle origini sul posto di lavoro“, suggerendo che una buona parte del film si concentrerà sull’identità civile di Superman, Clark Kent, che è un giornalista del Daily Planet. Secondo quanto riferito, Gunn ha consegnato la prima bozza della sua sceneggiatura prima dello sciopero degli sceneggiatori, ma ciò non significa che la produzione non subirà alcun impatto in futuro.

“Superman è il vero fondamento della nostra visione creativa per l’Universo DC. Non solo Superman è una parte iconica della tradizione DC, ma è anche uno dei personaggi preferiti dai lettori di fumetti, dagli spettatori dei film precedenti e dai fan di tutto il mondo”, ha detto Gunn durante l’annuncio della lista DCU. “Non vedo l’ora di presentare la nostra versione di Superman, che il pubblico potrà seguire e conoscere attraverso film, film d’animazione e giochi”. Il film uscirà nelle sale l’11 luglio 2025.

Redazione
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Prey – La grande caccia: dalle location al finale, tutte le...

Un filone di film particolarmente apprezzato è quello noto come “men vs. nature”, di cui uno dei massimi capolavori è proprio Lo squalo di...
- Pubblicità -