connie nielsen

Connie Nielsen, bellezza danese nota all’anagrafe come Connie Inge-Lise Nielsen, nasce a Frederikshavn, Danimarca, il 3 luglio 1965. Divenuta ormai un’attrice complessa, anche se sottovalutata, si disgiunge per la grande capacità di mutare pelle a seconda dei ruoli interpretati. Figlia di un autista e di un’assicuratrice, Connie cresce nel piccolo villaggio danese di Elling ed ha il suo primo approccio al mondo dello spettacolo lavorando come modella per delle riviste locali al fianco della madre.

 
 

connie nielsenA partire dall’età di 18 anni il suo amore per la recitazione la porterà in giro per il mondo allo scopo di consolidare la propria formazione artistica: dapprima lavora a Parigi in qualità di attrice e modella, per poi trasferirsi a Roma dove si reca per lavorare e studiare in una master class con Lydia Styx, un’insegnante del Piccolo Teatro di Milano. E’ proprio in Italia che Connie Nielsen risiede per molti anni, completando la propria formazione prima di trasferirsi negli Stati Uniti. Durante la sua permanenza italiana la Nielsen ha un figlio, Sebastian, nato dalla relazione con l’attore italiano Fabio Sartor conosciuto sul set della serie tv Colletti Bianchi.
Il vero debutto artistico avviene grazie al film francese Par où t’es rentré? On t’a pas vu sortir (1984) al fianco di Jerry Lewis, seguito da un ruolo nella mini serie italiana Colletti Bianchi (1988). Sempre in Italia, è apparsa nel cinepanettone Vacanze di Natale ’91 (1991), per poi proseguire con il film tv americano Voyage (1993) e con il film tv francese Le Paradis Absolument (1994). Dopo l’esperienza italo-francese Connie Nielsen si trasferirà negli Stati Uniti nel 1996 seguendo il suggerimento del regista e sceneggiatore americano Lawrence Kasdan che la provinerà in Francia per un ruolo, in seguito assegnato a Meg Ryan, nel film French Kiss.

Connie Nielsen ad Hollywood

connie nielsenArrivata ad Hollywood fa la sua prima apparizione in un lungometraggio cinematografico con il ruolo della sexy ed ammaliante figlia di Lucifero Cristabella Andreoli prestandosi anche ad alcune scene di nudo ne L’avvocato del diavolo (1997), al fianco di Al Pacino e Keanu Reeves. Dopo essersi fatta notare al fianco dei due illustri colleghi, seguono alcuni ruoli minori nei film Permanent Midnight (1998) con Ben Stiller e Rushmore (1998) con Bill Murray. Tornerà a vestire i panni della coprotagonista nel fantascientifico Soldier (1998) inedito in Italia, al fianco di Kurt Russel fino a quando, nel 2000, la Nielsen riceve la consacrazione agli occhi del grande pubblico interpretando la principessa Lucilla nell’epico kolossal storico di Ridley Scott Il Gladiatore, al fianco di Russell Crowe e Joaquin Phoenix. Da allora ha recitato in varie pellicole americane al fianco di colleghi ben più blasonati di lei, tra cui Mission to Mars (2000), One Hour Photo (2002), The Hunted (2003) e Basic (2003), portando avanti anche un’interessante carriera internazionale grazie al film francese Demonlover (2002), diretto da Olivier Assayas, dove interpreta la parte di una spia informatica ed attraverso il suo debutto cinematografico nel cinema danese con il dramma Brødre (2004) di Susan Bier, per il quale ha vinto il premio Bodil come miglior attrice danese ed il premio come migliore attrice al Festival Internazionale del Cinema di San Sebastian, ottenendo anche una nomination come miglior attrice agli European Film Awards.

connie nielsenRecentemente dedicatasi al piccolo schermo, nel 2006 Connie Nielsen è apparsa in diversi episodi di Law & Order interpretando la detective Dani Beck, sostituendo così la protagonista Mariska Hargitay a causa della maternità di quest’ultima al momento delle riprese. Tra le altre interpretazioni apprezzate dalla critica ci sono quella nel film L’ora della Verità (2004) e quella nel film indipendente La Magia della Vita (2009). Ma il suo ritorno alla ribalta e all’attenzione dei mass-media è dovuto soprattutto alla serie tv Boss del 2011, interrotta alla seconda stagione nel 2012. Questo in attesa di tornare ancora in tv nel gennaio 2014 nell’attesa seconda stagione della serie The Following. Connie ha recitato di recente nel film Nymphomaniac del regista danese Lars Von Trier e nel triller Three Days to Kill dove è la moglie di un ex agente speciale interpretato da Kevin Costner.

Nella vita privata, oltre alla relazione con con l’attore italiano Fabio Sartor, è stata legata dal 2004 al 2012 a Lars Ulrich, batterista dei Metallica, da cui ha avuto il figlio Bryce Thadeus Ulrich-Nielsen.

Dotata di una bellezza e di un fascino tipici del nord Europa, oltre che di un talento mai premiato come si sarebbe dovuto, la carriera di Connie Nielsen stà avendo una seconda vita proprio grazie al piccolo schermo, ricevendo quel plauso che forse troppo a lungo le è mancato nel cinema d’oltre oceano.

Articolo precedenteOctavia Spancer nel remake di Red Band Society
Articolo successivoDownton Abbey, Richard E. Grant e Anna Chancellor nel cast
Nato a Marino (Roma) il 25 agosto 1984 e diplomatosi al Liceo Scientifico, è un grande appassionato di cinema fin dall'infanzia. Assiduo frequentatore delle sale cinematografiche ed accanito collezionista di titoli in home video, fa di queste due attività il proprio campo di studio. Assapora il mondo dello spettacolo in qualità di ballerino e partecipa alla realizzazione di alcuni corti a livello amatoriale. Lettore appassionato di romanzi e fumetti, pubblica alcune delle sue recensioni sul portale IMDB. Adora scrivere di cinema ed osservarne l'evoluzione tecnica, artistica e culturale nel corso degli anni attraverso le opere degli autori e degli interpreti che hanno contribuito a rendere questa forma d'arte una vera e propria industria.