Il caso Thomas Crawford: la spiegazione del finale del film

-

I cosiddetti legal thriller sono certamente una delle sottocategorie più affascinanti di quel vasto e sfaccettato genere che è il thriller. Numerosi sono i titoli che nel corso degli anni hanno fatto la fortuna di questo, portando le storie di avvocati, processi o questioni legate al mondo giudiziario a ritagliarsi il proprio posto di rilievo nel mercato cinematografico. Titoli come Il rapporto Pelican, Michael Clayton e Il cliente sono solo alcuni dei titoli più famosi. Tra questi si annovera anche Il caso Thomas Crawford, diretto nel 2007 da Gregory Hoblit, esperto del genere, da lui affrontato con film come Schegge di paura e Sotto corte marziale.

Quello scritto da Daniel Pyne e Glenn Gers si distingue però per un acceso gioco tra il sospettato e l’avvocato che si occupa del caso. Ne nasce un film che va a costruire così una fitta rete di indizi, depistaggi, accuse e confessioni, basando il tutto su una serie di cavilli legali a cui il protagonista fa fede. Il grande ingranaggio del racconto porta dunque lo spettatore a stare con il fiato sospeso fino all’ultimo, cercando una soluzione che si rivelerà però più complessa e imprevedibile che mai. Acclamato da critica e pubblico, Il caso di Thomas Crawford è stato uno dei thriller di maggior successo del suo anno.

A fronte di un budget di 10 milioni di dollari, questo è arrivato a guadagnarne ben 92 in tutto il mondo. Ancora oggi, a distanza di più di un decennio, è celebrato come un film particolarmente solido nel suo genere. In questo articolo, approfondiamo dunque alcune delle principali curiosità relative a Il caso Thomas Crawford. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alla spiegazione del finale. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Il caso Thomas Crawford trama film
Anthony Hopkins in Il caso Thomas Crawford. © 2007 Warner Home Video. All rights Reserved.

La trama e il cast di Il caso Thomas Crawford

Protagonista del film è Thomas Crawford, un brillante ingegnere aeronautico che viene arrestato per il tentato omicidio della moglie Jennifer, la quale aveva una relazione con il poliziotto Robert Nunally. Ad occuparsi del caso arriva il giovane assistente distrettuale Willy Beachum, che è in procinto di essere assunto presso un prestigioso studio legale. Quello che doveva essere un caso semplice e da chiudere in breve tempo si rivela però particolarmente ostico nel momento in cui le prove contro Crawford iniziano a decadere. Ormai ossessionato dal caso, spetterà a Willy scoprire cosa è realmente accaduto e incastrare il vero colpevole.

 

Ad interpretare il controverso personaggio di Thomas Crawford, vi è il premio Oscar Anthony Hopkins. L’attore, interessatosi al ruolo per la sua ambiguità, accettò con piacere di dar vita a quest’uomo che gioca con le aspettative e i difetti di quanti gli stanno intorno. Nei panni di sua moglie Jennifer, invece, vi è l’attrice Embeth Davidtz, mentre il poliziotto Robert Nunally, con cui lei ha una relazione, è interpretato da Billy Burke, noto per essere stato il padre di Bella Swan nella saga di Twilight. Nel film sono poi presenti anche gli attori Fiona Shaw e Bob Gunton nel ruolo dei giudici Robinson e Gardner. Xander Berkeley è invece il giudice Moran.

Nei panni del giovane ma tenace Willy Beachum vi è invece l’attore Ryan Gosling, oggi noto per i film La La Land e Barbie. Per ottenere il ruolo, egli ha battuto diversi noti attori concorrenti, tra cui anche Chris Evans, poi diventato popolare nei panni di Captain America. Per prepararsi al ruolo, Gosling ha poi avuto modo di incontrare veri avvocati, da cui poter apprendere gli elementi basilari utili per una vicenda come quella narrata nel film. Accanto a lui, nei panni di Nikki Gardner, l’avvocato che vorrebbe Willy nel suo studio legale, vi è l’attrice Rosamund Pike, poi diventata celebre grazie al film Gone Girl. Infine, Zoe Kazan, celebre per la commedia The Big Sick, è qui Mona.

Il caso Thomas Crawford cast

La spiegazione del finale di Il caso Thomas Crawford

Il caso Thomas Crawford si basa interamente sul duello tra Crawford e l’assistente del procuratore Willy Beachum. Nonostante l’iniziale assoluzione di Crawford, Beachum è irremovibile nel voler dimostrare la sua colpevolezza. Intraprendendo delle proprie ricerche, scopre che Crawford ha architettato curato sino al minimo dettaglio. Ha iniziato con lo scambiare la propria arma con quella dell’investigatore Robert Nunally, utilizzando quest’ultima per ferire gravemente la moglie. Dopo aver fatto ciò, Crawford effettua un nuovo scambio mentre il detective Nunally era impegnato a soccorrere l’amante. Così facendo fa apparire la sua pistola inutilizzata e pone in crisi quanti lo accusano.

Una volta liberato, Crawford assume anche la tutela della moglie da lui volutamente lasciata in coma con il colpo di pistola, acquisendo il diritto di decidere se mantenerla in uno stato di vita artificiale o disporne la morte staccando la spina. Sceglie naturalmente di optare per questa seconda opzione, portando a termine il suo piano e la sua vendetta. È però proprio questa sua scelta a generare una frattura nella quale Beachum riuscirà ad inserirsi, arrivando a smascherare il piano di Crawford. Presentatosi alla sua porta per costringerlo a confessare, cosa che l’uomo fa, sicuro di essere protetto dal principio della doppia incriminazione.

Beachum informa il suo rivale che la morte della donna ha reso possibile la prova balistica sul proiettile trattenuto nella sua testa. Ciò ha consentito il cambiamento del capo d’accusa da tentato omicidio in omicidio, superando così il principio del ne bis in idem. Si tratta di una  locuzione latina che tradotta alla lettera significa “non due volte per la medesima cosa”. Si tratta di un brocardo che esprime un principio del diritto processuale in forza del quale un giudice non può esprimersi due volte sulla stessa azione, se si è già formata la cosa giudicata. Cambiando il capo d’accusa, però, si rende possibile indire un nuovo processo. Crawford viene così arrestato e condannato finalmente per i suoi crimini.

Il caso Thomas Crawford: il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Il caso Thomas Crawford è infatti disponibile nel catalogo di Apple TV e Now. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. È bene notare che in caso di noleggio si avrà soltanto un dato limite temporale entro cui guardare il titolo. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di sabato 27 aprile alle ore 21:00 sul canale Iris.

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

IN EVIDENZA

ALTRE STORIE

Cesare Bocci Tornando a Est

Tornando a Est: intervista all’attore Cesare Bocci

Si sono da poco concluse le riprese di Tornando a Est, il sequel del fortunato Est – Dittatura Last Minute, il road-movie tratto da...
- Pubblicità -