Reduce dall’ottimo weekend d’apertura al box office americano, C’era una volta a Hollywood ha ricevuto il plauso della sorella di Sharon Tate, personaggio interpretato nel film da Margot Robbie, che ha dichiarato in un’intervista con Vanity Fair il motivo delle lacrime versate durante una visita sul set.

Mi ha fatto piangere perché sembrava proprio Sharon” racconta Debra Tate, “Il tono nella sua voce era completamente uguale a quello di mia sorella, e la scena mi ha toccato così tanto da commuovermi. È come se l’avessi vista di nuovo, cinquant’anni dopo...”

Il riferimento è la sequenza mostrata brevemente nel trailer in cui la giovane attrice si reca in un cinema di Los Angeles per guardare The Wrecking Crew nascosta nel pubblico.

La cosa che mi ha toccato di più non sono stati Leo e Brad, e il fatto che fossero famose star del cinema, ma Margot, le sue qualità e il potenziale per dare vita a Sharon e restituirla davvero al pubblico. Era così dolce e gentile, intelligente e più leggera dell’aria in ogni modo…Penso che Margot abbia fatto un ottimo lavoro nell’interpretarla“.

Debra Tate ha poi parlato della sua reazione dopo aver letto la sceneggiatura del film:

Sapevo che i protagonisti della storia sarebbero stati i personaggi di DiCaprio e Pitt. Avrei voluto che Quentin Tarantino girasse un film sulla storia di Sharon Tate ma non era quello il film che aveva scritto, lo sapevo e lo capivo. Ed era la sua visione.”

Leggi anche – C’era una volta a Hollywood: Tarantino paragona il film a Pulp Fiction

CORRELATI:

L’uscita nelle sale di C’era una volta a Hollywood è fissata al 9 settembre 2019.

Di seguito la prima sinossi: La storia si svolge a Los Angeles nel 1969, al culmine di quella che viene chiamata “hippy” Hollywood. I due protagonisti sono Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), ex star di una serie televisiva western, e lo stunt di lunga data Cliff Booth (Brad Pitt). Entrambi stanno lottando per farcela in una Hollywood che non riconoscono più. Ma Rick ha un vicino di casa molto famoso…Sharon Tate.

Nel cast anche Damian LewisDakota FanningNicholas Hammond, Emile HirschLuke PerryClifton Collins Jr.Keith JeffersonTimothy Olyphant, Tim Roth, Kurt Russell Michael MadsenRumer Willis, Dreama WalkerCosta Ronin, Margaret Qualley, Madisen Beaty Victoria Pedretti. Infine Damon Herriman sarà Charles Manson. Il film segnerà anche l’ultima apparizione cinematografica di Luke Perry, morto lo scorso 4 marzo.

Ho lavorato alla sceneggiatura per cinque anni, e vissuto nella contea di Los Angeles per gran parte della mia vita, anche nel 1969, e all’epoca avevo sette anni“, ha dichiarato Tarantino. “Sono davvero felice di poter raccontare la storia di una città e di una Hollywood che non esistono più, e non potrei essere più entusiasta dei miei due attori protagonisti.

C’era una volta a Hollywood: tutto quello che sappiamo sul nuovo film di Tarantino

Fonte: Vanity Fair