Suicide Squad

Il regista David Ayer ha confermato che i reshoot di Suicide Squad, in particolare quelli relativi alla backstory di Harley Quinn (Margot Robbie), hanno ufficialmente cambiato l’originale timeline in cui si sarebbe dovuto inserire il cinecomic. Adesso che la Snyder Cut di Justice League vedrà finalmente la luce (su HBO Max, il prossimo anno), il fandom della DC si sta concentrando sul prossimo obiettivo da raggiungere: la release della Ayer Cut di Suicide Squad. 

 

Nonostante la campagna a favore della Director’s Cut del cinecomic uscito nel 2016 non abbia ricevuto lo stesso sostegno di quella nata a favore della Snyder Cut, è comunque riuscita a catalizzare l’attenzione del web, soprattutto nelle ultime settimane e anche grazie al coinvolgimento in prima persona di David Ayer, che di recente ha iniziato a svelare dettagli sempre più inediti sulla “sua” versione del cinecomic.

Grazie all’intro del film che presenta i vari personaggi della storia, veniamo a conoscenza di un dettaglio molto particolare sulla storia di Harley Quinn: la Mattacchiona, infatti, è stata complice del Joker di Jared Leto nell’omicidio di Robin, il giovane assistente di Batman. Secondo una prima versione della storia partorita da Ayer, Batman si sarebbe vendicato della morte del suo amico strappando i denti al Clown Principe del Crimine, e costringendolo ad indossare dei finti denti in metallo.

La backstory di Harley Quinn in Suicide Squad completamente alternata dalle riprese aggiuntive

Tornando al film, Suicide Squad ci mostra il momento del primo incontro tra Harley e il Joker, ed è palese in quella scena che il Joker abbia già i suoi denti in metallo: ciò suggerisce che Joker ha ucciso Robin prima di incontrare Harley. Sui social, dopo che un fan ha dichiarato che sarebbe stato interessante capire di più sul coinvolgimento di Harley nell’omicidio di Robin, un altro fan ha sottolineato che quel dettaglio nel film è stato aggiunto da qualcuno che probabilmente non conosceva tutta la storia e le idee iniziali di Ayer.

A confermarlo è stato lo stesso David Ayer, che su Twitter – in risposta ai due fan – ha scritto: “Sì. Hanno spezzato la mia timeline. Johns lo ha aggiunto”. Il Johns a cui fa riferimento Ayer è Geoff Johns, che all’epoca dell’uscita di Suicide Squad era a capo della DC Films. Non è la prima volta che Ayer sottolinea come i suoi piani originali per il film siano stati cambiati durante le riprese aggiuntive. Ad esempio, il regista aveva già rivelato che Harley avrebbe dovuto innamorarsi di Deadshot (Will Smith) e non finire col Joker, e che il personaggio di Diablo (Jay Hernandez) non sarebbe dovuto morire.

CORRELATE: 

Suicide Squad è un film del 2016 diretto da David Ayer con Will SmithMargot RobbieJared LetoJoel Kinnaman, Jai Courtney, Cara DelevingneViola DavisScott Eastwood, Raymond Olubawale, Jay Hernandez, Ike Barinholtz, Ted Whittall, Robin Atkin Downes David Harbour. Nel film i più temuti supercriminali del mondo vengono reclutati in gran segreto da Amanda Waller per costituire la Task Force X, una squadra di antieroi che in seguito alla morte di Superman avrà il compito di difendere l’umanità da ogni genere di minaccia.