cinecomic black panther

Intervistato all’interno del podcast Phase Zero di ComicBook in occasione della promozione di Eternals, il produttore Nate Moore ha parlato di Black Panther: Wakanda Forever, assicurando che il sequel sarà all’altezza dell’eredità del compianto Chadwick Boseman.

 
 

“Penso che questo film debba fare i conti con un tipo diverso di pressione, dovuta ovviamente alla perdita di Chadwick, che è stata inaspettata e senza precedenti. Abbiamo dovuto capire come affrontare la cosa anche dal punto di vista narrativo”, ha spiegato Moore.

“Quindi, oltre a pensare a realizzare un grande sequel che non deluda le aspettative di chi ha amato il primo, abbiamo anche dovuto pensare ad una storia che fosse all’altezza dell’eredità di Chadwick e che al tempo stesso non sfruttasse la cosa, qualcosa che non faremmo mai e poi mai”, ha aggiunto.

“Bisognava partire da ciò che amava di Black Panther e da ciò che la sua esperienza aveva conferito al progetto, rendendo il tutto interessante, realistico, meritato e naturale”, ha concluso il produttore. “Penso che guarderemo a questo film in due modi: puro intrattenimento, ma anche catarsi. Nel realizzarlo, essere consapevoli di questi due sguardi è fondamentale.”

Black Panther: Wakanda Forever arriverà nelle sale l’8 luglio 2022. Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha confermato che T’Challa, il personaggio interpretato al compianto Chadwick Boseman nel primo film, non verrà interpretato da un altro attore, né tantomeno ricreato in CGI. Il sequel si concentrerà sulle parti inesplorate di Wakanda e sugli altri personaggi precedentemente introdotti nei fumetti Marvel.

Letitia Wright (Shuri), Angela Bassett (Ramonda), Lupita Nyong’o (Nakia), Danai Gurira (Okoye), Winston Duke (M’Baku) e Martin Freeman (Everett Ross) torneranno nei panni dei rispettivi personaggi interpretati già nel primo film. L’attore Tenoch Huerta è in trattative con i Marvel Studios per interpretare il villain principale del sequel.