guardiani della galassia vol. 3

In una recente intervista con il New York Times in occasione della promozione di The Suicide Squad, James Gunn ha parlato del suo tumultuoso viaggio tra il MCU e il DCEU, riflettendo sul suo iniziale licenziamento da Guardiani della Galassia Vol. 3.

Il regista e sceneggiatore non aveva mai parlato di come aveva appreso la notizia, e adesso ha finalmente rivelato che quel giorno ci sono state alcune strazianti telefonate tra lui e Kevin Feige, il presidente dei Marvel Studios. “Mi è stato comunicato da Kevin Feige”, ha spiegato Gunn. “La mattina che è scoppiata la cosa ho chiamato Kevin e gli ho detto: ‘Si tratta di un grosso problema?’. Lui mi ha risposto: ‘Non lo so’. Sono rimasto sorpreso. Più tardi mi ha chiamato lui. Era sotto shock. Mi ha detto cosa avevano deciso ai piani alti. Non riuscivo a crederci. Sembrava che tutto fosse andato perso. Come se tutto fosse svanito. Pensavo di dover vendere la mia casa. Pensavo che non avrei mai più lavorato. Ecco come mi sentivo.”

La notizia del licenziamento di Gunn dal franchise di Guardiani della Galassia, all’epoca, divise letteralmente Hollywood. Alla fine, il regista è stato reintegrato, con la Disney che gli ha addirittura concesso il tempo necessario per terminare i lavori su The Suicide Squad prima di tornare ad occuparsi di Guardiani della Galassia Vol. 3

Scritto e diretto da James GunnGuardiani della Galassia Vol. 3 arriverà nelle sale nel 2023, anche se una data di uscita ufficiale non è stata ancora comunicata. Le riprese del film dovrebbero partire ufficialmente entro la fine del 2021. Torneranno nel cast Chris PrattZoe SaldanaDave BautistaPom Klementieff e Karen Gillan, insieme a Vin Diesel e Bradley Cooper che offriranno ancora le loro voci. Nel film è atteso anche Chris Hemsworth nei panni di Thor.