The Batman

Robert Pattinson, che vedremo prossimamente nei panni di Bruce Wayne nell’attesissimo The Batman, ha parlato di come sta affrontando la pressione che deriva dall’interpretare l’iconico vigilante mascherato. L’attore britannico è conosciuto a livello mondiale per il ruolo di Edward Cullen nella saga di Twilight, motivo per cui molti sono rimasti estremamente sorpresi quando è stato ufficialmente annunciato il casting dell’attore nel film di Matt Reeves.

 

La verità è che nel corso degli anni Pattinson ha dimostrato di essere un attore dotato di grande talento, come dimostrano le sue partecipazioni non soltanto ai più noti Cosmopolis e Maps to the Stars di David Cronenberg, ma anche a film passati pressoché in sordina come Good Time, High Life e, soprattutto, The Lighthouse. Più di recente l’abbiamo visto in Tenet di Christopher Nolan, che a causa della pandemia di Coronavirus non si è purtroppo rivelato il grande successo al botteghino che, in tempi di normalità, avrebbe sicuramente potuto essere.

Come molte delle produzioni che avrebbero dovuto svolgersi nel 2020, anche The Batman ha subito una serie di importanti ritardi dopo l’inizio delle riprese a gennaio dello scorso anno. La Warner Bros. è stata costretta a interrompere la produzione a marzo, durante il primo lockdown. A ottobre, quando le riprese erano finalmente ripartite, c’è stato un ulteriore stop a causa della positività dello stesso Pattinson al Coronavirus. Alla fine, la produzione si è ufficialmente conclusa il mese scorso.

Robert Pattinson parla della pressione che deriva dall’interpretare Batman

In un’intervista del 2019 rilasciata a NPR (ma emersa online soltanto ora), Robert Pattinson ha parlato della pressione che deriva dall’interpretare un personaggio come Batman, soprattutto per quanto riguarda il marketing del film. “Ho diversi pensieri al riguardo. È divertente perché in passato ho interpretato diversi personaggi che in qualche modo erano ‘mostruosi’. Ma ogni volta che ero impegnato nella promozione del film, avevo la sensazione che a nessuno importasse davvero quello che dicevo al riguardo. Ora, invece, sto notando ogni singola volta che dico qualcosa su Batman, è come se stessi offendendo enormi schiere di fan del personaggio”, ha spiegato l’attore.

“La cosa interessante di Batman è che ci sono state tantissime interpretazioni, tutte diverse. Inoltre, i fumetti hanno raccontato così tante storie che se anche volessi interpretare un Batman storicamente attendibile, potrei farlo in qualunque modo, letteralmente. E penso che questo sia sempre stato l’obiettivo di Matt Reeves”, ha aggiunto.

Il cast di The Batman è formato da molti volti noti: insieme a Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne, ci saranno anche Colin Farrell (Oswald Chesterfield/Pinguino), Zoe Kravitz (Catwoman), Jeffrey Wright (Jim Gordon), Paul Dano (Enigmista) e Andy Serkis (Alfred). Infine, John Turturro sarà il boss Carmine Falcone. Nel cast anche Peter Sarsgaard che sarà Gil Colson, il Procuratore Distrettuale di Gotham.

The Batman esplorerà un caso di detective“, scrivono le fonti. “Quando alcune persone iniziano a morire in modi strani, Batman dovrà scendere nelle profondità di Gotham per trovare indizi e risolvere il mistero di una cospirazione connessa alla storia e ai criminali di Gotham City. Nel film, tutta la Batman Rogues Gallery sarà disponibile e attiva, molto simile a quella originale fumetti e dei film animati. Il film presenterà più villain, poiché sono tutti sospettati“.